Oli massaggio: come sceglierli e come utilizzarli (e quando)

Che meraviglia regalarsi un bel massaggio ogni tanto! Dedicare del tempo a noi stessi, affidandoci alle sapienti mani di un professionista con l’ausilio di un olio da massaggio che ci avvolga con aromi inebrianti che ci conquisteranno, è sempre un’ottima idea!
oli massaggio

Proprio di oli da massaggio parleremo nell’articolo di oggi.

Le tipologie sono tante, possono essere utilizzati anche a casa ed ora andremo a capire quali siano le loro caratteristiche principali.

La scelta di applicare un olio piuttosto che un altro potrebbe essere casuale e affidata solo alla profumazione che preferiamo, oppure come nel caso di massaggiatori professionisti, esso verrà scelto in base all’esigenza della persona che riceverà il trattamento.

Le proprietà degli oli da massaggio

Gli oli da massaggio hanno tante proprietà benefiche per il nostro corpo. In primis questi oli rendono la pelle liscia e morbida, favoriscono lo scorrimento delle mani e dei movimenti del massaggiatore. Gli oli da massaggio possono essere impiegati per motivi legati all’estetica, ma anche per massaggi terapeutici. Il suo impiego inoltre riduce il rischio di irritazioni che potrebbe essere dovute al massaggio stesso.

Foreo Luna 3 pulizia e massaggi in formato pocket

L’olio per effettuare un massaggio, la cui base di partenza è grassa, può essere arricchito da ingredienti aggiunti che ne amplificheranno le proprietà benefiche. Questi ingredienti ve possono essere addizionati all’olio di base possono essere: oli essenziali, idratanti, estratti naturali ecc..

In commercio esiste molta scelta tra le tipologie di oli da massaggio per uso casalingo che si possono acquistare all’interno del nostro centro estetico di fiducia, piuttosto che in profumeria o in erboristeria.

La scelta dell’olio giusto è comunque spesso fatta in base al tipo di massaggio da effettuare, oltre che ai gusti personali, come ad esempio alla sua profumazione, al fatto che sia di facile assorbimento ecc..

Un consiglio fra tutti, che si tratti di un olio commerciale o di un olio da massaggio realizzato in casa, è quello di optare per prodotti di qualità e naturali. Recatevi da rivenditori specializzati in grado di fornire consigli e risposte esaustive alle vostre eventuale domande.

Le caratteristiche dell’olio da massaggio

Sono poche, ma molto importanti, le caratteristiche che dovrebbe avere un buon olio da massaggio.

La sua consistenza dev’essere leggermente densa e facile d’applicare, le mani devono scivolare bene sul corpo durante il massaggio, senza creare troppo attrito.

Inoltre deve avere un profumo, più o meno accentuato questo dipende da voi, gradevole. Il momento del massaggio deve essere un attimo dedicato a noi e quindi estremamente piacevole.

Le tipologie di oli da massaggio

Ad ogni esigenza il suo olio! Capiamo bene insieme alcune tipologie di olio da massaggio da prediligere in base alla necessità:

  • Olio alle mandorle dolci: tra i più noti probabilmente. Questo olio è particolarmente indicato per effettuare massaggi che restituiscano grande idratazione a che ha la pelle estremamente secca e disidratata. Ha proprietà emollienti e lenisce le irritazioni. Lo si può applicare su ogni tipo di pelle.
  • Olio di germe di grano: un olio molto ricco di vitamina E che penetra in profondità sulla pelle. Ha ottime proprietà anti ossidanti e aiuta a prevenire l’invecchiamento cutaneo, ma è molto apprezzato anche dagli sportivi poiché risulta essere un prodotto ideale per il defaticamento muscolare. Essendo un olio abbastanza denso deve essere addizionato con altri oli che lo fluidifichino un po’.
  • Olio di cocco: anche quest’olio è ideale per chi ha la pelle particolarmente secca e arrossata. Viene molto utilizzato per i messaggi corpo in abbinamento ad altri oli essenziali e va scaldato un po’ prima della sua applicazione.
  • Olio di Argan: ha ottime proprietà antiossidanti e idratanti per la pelle e ha un profumo delicato e gradevole. Viene molto utilizzato anche per la produzione di prodotti per capelli.
  • Olio extravergine di Oliva: praticamente lo abbiamo tutti in casa e dovete sapere che non è ottimo solo in cucina, ma anche per corpo e capelli. Contiene vitamina A e E e ha proprietà rigeneranti per la pelle.

Questi sopraccitati sono tra gli oli da massaggio più noti ed utilizzati. Ma questo prodotto può essere anche selezionato e distinti in base al suo fine. Ecco alcuni esempi:

  • olio da massaggio rilassante: sono oli delicatamente profumati e molto gradevoli. All’olio base per il massaggio possono essere aggiunti estratti di lavanda o di bergamotto ad esempio.
  • olio da massaggio per il rilassamento della muscolatura: al suo interno possiamo trovare estratti di limone, rosmarino o ginepro che vanno ad agire contro la tensione muscolare. Molto utilizzati dagli sportivi.

Come utilizzare l’olio da massaggio

Ecco alcune regole base che vi saranno utili per utilizzare l’olio da massaggio, anche in maniera “fai da te”, nel miglior modo possibile. Un massaggiatore esperto ovviamente saprà già come procedere in modo ottimale.

La prima regola fondamentale, per quasi tutti i tipi di massaggio, è quella di frizionare tra le mani l’olio da massaggio prima di applicarlo direttamente sul corpo.

Non esagerate mai con le quantità, si farà sempre in tempo ad aggiungere olio al massaggio. Rendere la pelle troppo scivolosa potrebbe compromettere la buona riuscita del massaggio.

Scegliete l’olio da massaggio più adatto all’esigenza del momento.

Regole utili per la scelta dell’olio da massaggio

Finalmente per voi una lista pratica con le regole principali per guidarvi verso la scelta dell’olio da massaggio migliore per le vostre esigenze. Riassumiamo un po’ per punti anche alcuni concetti già citati sopra:

  • prediligete prodotti naturali di origine biologica
  • fatevi consigliare da un esperto per l’eventuale aggiunta di oli essenziali all’olio base. Gli oli essenziali penetrano in profondità e vengono metabolizzati, quindi fate attenzione.
  • questi oli possono inaridire facilmente se di origine naturale, quindi compratene in piccole quantità da conservare in un luogo fresco.
  • assicuratevi di non essere allergiche al prodotto che andrete ad applicare e fate prima una prova in una piccola parte nascosta del corpo per verificare eventuali reazioni indesiderate.

Ora non resta che rilassarvi e godervi il vostro meritato momento di relax con un bel massaggio eseguito con l’olio che più vi aggrada e che vi lascerà la pelle morbida, idratata e profumata prolungando con piacere il suo effetto benefico sia per il corpo che per la mente!


Fonte foto: alan caishan on Unsplash

Commenti

comments