Cucinare con ingredienti a kilometro zero ormai è il passato, il “centimetro zero” è il futuro.
Non è follia ma l’avanguardia tecnologica che entra nelle cucine di casa grazie alla tradizione dello storico brand Rossana e all’innovazione della start up “BioPic”.
Infatti oltre a realizzare cucine di lusso con l’utilizzo di materiali fuori dal comune (come legni fossili!) lavorati interamente a mano per valorizzare l’espressività della materia – che sia legno, metallo o pietra, Rossana ha voluto anticipare le richieste del mercato dando vita all’innovativo progetto “Kitchen Garden Revolution”, presentato in esclusiva durante questo Salone del Mobile 2016.
“Stiamo assistendo ad un cambiamento della percezione e dell’uso della cucina: una stanza sempre più funzionale e personalizzabile – dichiara Emanuel Colombini, AD dell’omonimo Gruppo di cui fa parte il brand Rossana. E tra le nuove necessità, abbiamo individuato l’esigenza della coltivazione e sviluppato un progetto che porterà “la terra” nelle case e che permetterà di poter coltivare un vero e proprio orto in cucina.”
Riappropriarsi di una relazione armonica con la natura e il cibo, soprattutto dopo Expo, sta diventando sempre più una necessità, soprattutto in città. Poter coltivare un proprio orto anche dove, per mancanza di spazio e per la presenza di inquinamento può sembrare un’attività impossibile, sarebbe quindi geniale.
IMG_4182

Ma di cosa si tratta in pratica? Stiamo parlando di un esclusivo sistema di armadiature realizzato in partnership con BioPic – startup tecnologica guidata da Renato Reggiani vincitrice di numerosi premi internazionali e già presentata al Palazzo Italia in Expo –, caratterizzato da elementi dalla profondità superiore rispetto alla norma, per consentire la sistemazione dell’orto al loro interno, nonché da un sistema dotato di speciali supporti, di impianti d’irrigazione e d’illuminazione led per consentire a tutti gli effetti la crescita e la realizzazione di un orto vero e proprio all’interno della propria cucina.
“Vivere senza piante è come vivere senza affetti o senza amici – spiega il maker Renato Reggiani. L’umanità si è evoluta per milioni di anni vivendo in simbiosi con le piante, nell’ultimo secolo questo legame atavico è stato interrotto. BioPic crea nuovamente questa esperienza sensoriale: ci fa riappropriare della storia e della qualità del cibo che possiamo produrre con tecniche di agricoltura biologica, nelle nostre case”.
Un orto indoor a tutti gli effetti, biologico, in sistema modulare, che consente ad ognuno di noi di coltivare, senza alcuna difficoltà, ortaggi, verdure e frutta all’interno della propria casa, anche in assenza di luce solare. Ciascun cassetto è un ecosistema di coltivazione su cui viene stesa una stuoia vegetale biodegradabile al 100% che contiene sia i semi “incastonati” della pianta che vorremo far crescere, sia i microrganismi utili per curarla e le sostanze nutritive biologiche per farla crescere al meglio e terriccio con una composizione personalizzata.

Il maker Renato Reggiani
Il maker Renato Reggiani

IMG_3299

E quale chef più adatto a promuovere quest’idea green se non Heinz Beck, che della passione per la frutta e la verdura ne ha fatto una cifra stilistica.
“Gli ingredienti a cui non potrei mai rinunciare nella mia cucina? La frutta e la verdura. Sono estremamente convinto che siano non solo gli ingredienti alla base di una corretta alimentazione ma anche quelli più ricchi sotto ogni possibile prospettiva di analisi: da quella nutrizionale alla salutistica, da quella gastronomica all’estetica.
La sensibilità verso la natura deve essere ”coltivata” culturalmente e concretamente, solo così continuerà a essere un patrimonio insostituibile per l’umanità.”

Per l’occasione del Fuori Salone Heinz Beck si è esibito in un esclusivo show-cooking, creando piatti dall’aspetto e dal gusto inconfondibile, che portano la firma di quello stile che oggi lo rende unico al mondo:
– Insalata primaverile _ con pesto di pistacchio e basilico, brunoise di mango, erbe aromatiche dell’orto, ricotta, olio evo, topinambur fritti, carciofi fritti, granella di patate e fiori eduli.
– Panzanella rivisitata _ con passato di pomodoro, julienne di carote e cetrioli crudi, peperoni arrostiti sott’olio, gelatina di sedano, pane al pomodoro, tonno marinato con lemongrass e zenzero, capperi fritti, olive disidratate, cipolla in carpione e polvere di erbe aromatiche.

Lo chef Heinz Beck
Lo chef Heinz Beck

Per toccare con mano e vedere come l’orto casalingo sia realtà e non solo belle parole, approfittate del Fuori Salone 2016 e visitate lo showroom Rossana in centro a Milano: se amate cucinare e mangiare sano, non resterete delusi.

Info:
Dove _ presso lo showroom Rossana, via Turati 6, Milano
Quando _ 12 – 17 aprile, dalle 10.00 alle 19.00
Quanto _ ingresso gratuito