Stefano Chiassai

Quanto costano i legami interpersonali?

Non avrei mai immaginato che nel 2016, la vita, potesse essere così complicata, oltre che faticosa e stancante, nella gestione dei rapporti sociali con le persone, sia a livello lavorativo che personale.

Non avere paura di avere paura!

Sono momenti inattesi, sono colpi che battono in testa, sono scosse elettriche che arrivano all’improvviso. Capita, sì capita di provare paura, la possiamo chiamare timore, ansia, panico, inquietudine, smarrimento.

Il peso delle parole: parliamo, parliamo, parliamo… ma quanto parliamo!

Nelle conversazioni che abbiamo, le parole hanno un peso immenso. Molte volte non ci accorgiamo o non ci vogliamo accorgere che LEPAROLE possono provocare molte reazioni, come esaltare, osannare, ingannare, distruggere.

Frecciarossa Firenze-Milano e ritorno! Racconto di un pre-sfilata

Ore 12.00, S. Maria Novella in attesa del Frecciarossa che porta a Milano, in viaggio per l’ennesimo esame della sfilata uomo. Lo stato d’animo è… confusione, come se il mio cervello non volesse pensare e fosse in IMPASSE, un rifiuto a volersi concentrare su come saranno venuti i capi e come verrà la sfilata.

Fashion weeks: arriva la maratona della moda!

Finalmente siamo quasi arrivati alla meta, dopo 5 intensi mesi di lavoro stanno per uscire le collezioni Uomo per l’Autunno/Inverno 2016/17.

La pazienza ci migliora. Buoni propositi per il nuovo anno!

Pazienza è una parola che ormai fa parte del mio essere, che ho stampata in testa da molto tempo, anche le persone che mi conoscono e che condividono con me le giornate intense di lavoro e di VITAQUOTIDIANA mi dicono: “Stefano come fai ad avere tutta questa PAZIENZA…io al tuo posto, avrei reagito in maniera diversa, mi sarei ARRABBIATOINCAZZATO”.

No stress, no routine, no problem!

Molte volte mi stupisco ancora delle cose che mi accadono intorno, mi stupisco di come certe cose apparentemente semplici possano trasformare una giornata qualunque in qualcosa di speciale. Domenica 13 Dicembre è stato uno di quei giorni.

Christmas time… or not? Lettera a Babbo Natale

Caro BABBONATALE, ti scrivo questa lettera non per chiederti regali materiali ma per aiutarmi a realizzare alcuni dei miei sogni (forse impossibili ma io sono da sempre un inguaribile ottimista, soprattutto nei momenti neri) sul nostro MONDOMALATO.

Parigi…. è un tango sulle rive della Senna / Fluctuat nec mergitur

E’ passata solo una settimana dagli attentati di Parigi, sono rimasto incollato alla televisione, al web, a Twitter che mandava appelli per tutti i parigini che vagavano per la città spezzata dalla follia.

Io racconto, tu racconti, tutti raccontano Lo storytelling che ci convince

Questa parola ormai entrata nel linguaggio quotidiano – STORYTELLING – non mi è mai sembrata così nuova come hanno voluto farci credere.