Con la famiglia e i bambini, con gli amici o in coppia, al parco, al lago o in montagna, lo spirito di questa giornata rimane sempre quello di stare all’aria aperta e riscoprire il contatto con la natura. E anche, ammettiamolo, di mangiare qualche cosa di semplice ma gustoso. Prima però bisogna trovare il luogo perfetto dove poter stendere la tovaglia e aprire il cestino.

GUARDA ANCHE: Colazione di primavera: 3 ricette fresche, facili e veloci

Dove fare un picnic in città (e dintorni)

In campagna o in città si trovano sempre posti tranquilli e spesso anche ben attrezzati per soddisfare la voglia di evasione.

A Milano, per esempio, il Giardino della Guastalla offre in città una cornice bucolica di pace, così come i Giardini Indro Montanelli. Per una gita fuori porta, invece, c’è l’immenso Parco di Monza con i Giardini di Villa Reale, altrimenti ci si può spingere in bicicletta lungo il Naviglio della Martesana o a sud verso il Parco del Ticino, o nel Parco del Curone in Brianza, fino all’Orrido di Bellano o alla Riserva del Val di Mello per una giornata un po’ più wild tra il Lago di Lecco e la Valtellina.

Per chi vive a Brescia, il lago d’Iseo e Monte Isola rappresentano una bellissima scampagnata di un giorno, così come il Parco Regionale Oglio Nord, una vasta area protetta attrezzata con aree picnic per famiglie.

Stesso discorso per Torino: si può optare per un pratico picnic all’ombra della Mole, nei vicini Giardini Reali Superiori, attrezzati con area giochi per bambini, o nel centralissimo Parco del Valentino; altrimenti più fuori città, nel grande Parco Naturale della Collina di Superga.

Il picnic perfetto

Innanzitutto la “mise en place” con tovaglie colorate, se a scacchi ancora meglio, stoviglie rigorosamente biodegradabili, cestini in vimini come quelli di una volta e posate in legno eco-chic. E poi via libera a torte salate, verdure, formaggi e salumi, panini, insalate di pasta o riso, macedonie di frutta, crostate… l’importante che sia tutto fresco, di stagione e facilmente trasportabile.

Se però cucinare non è il vostro forte o semplicemente non avete tempo o voglia di mettervi la mattina a preparare il perfetto cestino, Cortilia vi viene in soccorso e a portata di click – sul loro sitopotete scegliere tra 3 diversi comodissimi kit, per un picnic genuino, di stagione e soprattutto senza pensieri.

I cestini da picinic firmati Cortilia

Il kit picnic carne contiene: due confezioni di Insalata di pollo, sedano, noci e parmigiano reggiano, due confezioni di Vitello tonnato, una confezione di Taralli tradizionali, una confezione di Salamini di filiera, due confezioni di Torta alle erbe di primavera con radicchio, rucola, insalata, lattughino, tarassaco, emmental, pancetta, cipolle, grana padano e ricotta.

Il kit picnic pesce contiene: due confezioni di Insalata di merluzzo, patate e olive, due confezioni di Insalata russa, una confezione di Taralli tradizionali, una confezione di Cipolline in agrodolce, due confezioni di Torta alle erbe di primavera con radicchio, rucola, insalata, lattughino, tarassaco, emmental, pancetta, cipolle, grana padano e ricotta.

Il kit picnic primavera contiene tutti gli ingredienti necessari per comporre una genuina insalata di farro con verdure, accompagnata dalla torta alle erbe primaverili e al formaggio di capra. All’interno troverete una confezione di Farro monococco decorticato biologico, una confezione di Quartino di Capra Cascina Gabana, una confezione di Pomodorini cherry BIO, due confezioni di Piselli in scatola BIO, due confezioni di Mais in scatola BIO, due confezioni di Torta alle erbe di primavera.

3 ricette per un alternativo menù da picnic

Iniziare con pomodori ripieni con panzanella

Ingredienti per 4px
4 grossi pomodori da insalata maturi ma sodi
200gr di pane raffermo (meglio se toscano senza sale) tagliato a dadini
8 pomodorini piccadilly maturi
1 mazzetto di rucola
2 cipollotti
100gr di acciughe marinate
50gr olive taggiasche
olio evo q.b.
1 cucchiaio di aceto di mele
sale e pepe q.b.

Procedimento
Lavate i pomodori, tagliate la calotta, eliminate i semi, salateli internamente e metteteli a sgocciolare capovolti su una gratella. Inzuppate il pane nell’acqua per ammorbidirlo, strizzatelo leggermente e mettetelo in una insalatiera. Tagliate i pomodorini a rondelle, i cipollotti ad anelli sottili, tagliuzzate la rucola, spezzettate le acciughe, tritate grossolanamente le olive e unite il tutto al pane. Regolate di sale e pepe e condite con olio e aceto. Preparate due contenitori separati in cui mettere i pomodori ancora vuoti e un altro in cui mettere la panzanella e solo quando sarete in mezzo al prato sulla tovaglia allora riempite i pomodori e gustateveli.

Continuare con insalata di couscous alla mela verde

Ingredienti per 4px
280gr couscous pre cotto
2 mele verdi
300gr formaggio primo sale (oppure feta se preferite)
un pezzetto di zenzero fresco pelato
un ciuffo di prezzemolo
½ limone
olio evo q.b.
1 peperoncino verde fresco

Procedimento
Lavate le mele e tagliatele a dadini. Tagliate anche il formaggio a cubetti e mettete entrambi in una ciotola. Grattugiate lo zenzero e mettete il succo sulle mele e sul formaggio, aggiungete anche il succo di limone e un pezzetto di peperoncino sminuzzato. Tritate il prezzemolo, aggiungetelo al resto insieme a sale e olio. Lasciate marinare. Nel frattempo preparate il couscous portando a ebollizione in una pentola mezzo litro d’acqua leggermente salata con due cucchiai di olio. Mettete il couscous in una terrina e versateci sopra l’acqua bollente delicatamente, coprite e lasciate gonfiare la semola qualche minuto. Quando il couscous avrà assorbito tutta l’acqua sgranatelo delicatamente con una forchetta.
“Scolate” le mele, mescolatele al couscous, condite con olio e sale e mettetelo in un contenitore ermetico.

Concludere con clafoutis di lamponi

Ingredienti per 4px
400gr lamponi freschi
2 tuorli
25 gr zucchero
60gr farina 00
2,5dl latte fresco scremato

Procedimento
Lavate e asciugate i lamponi e divideteli equamente all’interno di 4 stampini da tartelletta.
In una ciotola mettete i tuorli e lo zucchero e montate con una frusta elettrica per qualche minuto fino a quando il composto sarà chiaro e omogeneo. Setacciate la farina e incorporatela ai tuorli mescolando con delicatezza; aggiungete il latte a filo e continuate a mescolare per evitare che si formino grumi.
Versate il composto negli stampini e metteteli in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa. Mettete nel forno anche una ciotolina piena d’acqua (oppure se avete un forno di ultima generazione impostate la funzione vapore) per permettere ai clafoutis di avere la tipica consistenza leggermente cremosa.
Quando pronti togliete i clafoutis dal forno e lasciateli raffreddare. Metteteli in un contenitore a chiusura ermetica solo quando li dovrete portare al vostro picnic.