Food Act Governo Renzi: cucina di qualità ambasciatrice d’Italia

Oggi alla Farnesina l’evento di presentazione del Protocollo d’Intesa per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Qualità.

C’erano tutti stamattina alla Farnesina: esponenti del Governo – il Ministro dell’Istruzione, Giannini, il Ministro degli Affari Esteri, Gentiloni e il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Martina – Ambasciatori dei Paesi G20, Istituzioni ed Enti della cultura e dell’economia, oltre ad alcuni degli chef più apprezzati del panorama italiano e internazionale quali Carlo Cracco, Davide Oldani, Gianfranco Vissani e Cristina Bowerman.

Il Tweet della Farnesina con la foto dello chef Cracco e il logo dell'iniziativa
Il Tweet della Farnesina con la foto dello chef Cracco e il logo dell’iniziativa
Lo chef Davide Oldani
Lo chef Davide Oldani

Tutti riuniti per la sottoscrizione e presentazione del Protocollo d’Intesa per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Alta Qualità.

Iniziativa che si inserisce nel quadro più ampio del “Food Act” presentato in occasione di Expo Milano 2015, e che intende dare avvio a un sistema integrato di azioni di promozione, formazione e diffusione dell’alta cucina e dei prodotti italiani di qualità in tutto il mondo.

logo

Un evento importantissimo dunque per l’Italia, perchè “stiamo attivando un vero e proprio processo di internazionalizzazione del gusto; (…)una scommessa decisiva per il futuro dell’intero settore enogastronomico italiano nel mondo” – ha sottolineato il Ministro Stefania Giannini.

“Promuovere il vero Made in Italy agroalimentare all’estero, anche attraverso la collaborazione di chef di fama, significa rafforzare la nostra presenza sui mercati stranieri e conquistarne anche di nuovi.” – ha proseguito il Ministro Maurizio Martina.

Il Tweet del Ministro Martina con la foto di gruppo alla Farnesina
Il Tweet del Ministro Martina con la foto di gruppo alla Farnesina

In particolare, nel biennio 2016-2017 le azioni promozionali riguarderanno Stati Uniti, Giappone, Repubblica Popolare Cinese, Federazione Russa, Emirati Arabi Uniti e Brasile.

Ecco gli eventi già previsti:
– La Settimana della cucina italiana _ organizzata da Ambasciate, Consolati e Istituti italiani di Cultura negli ultimi dieci giorni di novembre;
– Master class _ lezioni dirette a chef stranieri per diffondere i valori della Dieta Mediterranea e promuovere la conoscenza delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole italiane;
– Borse di studio _ alle quali potranno accedere chef italiani under 30;
– Le Giornate italiane _ dedicate alla cucina di qualità promosse dal CONI in occasione di eventi sportivi internazionali, a partire dai Giochi Olimpici di Rio 2016.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp