stefano chiassai studio

Quanto costano i legami interpersonali?

Non avrei mai immaginato che nel 2016, la vita, potesse essere così complicata, oltre che faticosa e stancante, nella gestione dei rapporti sociali con le persone, sia a livello lavorativo che personale.

Il peso delle parole: parliamo, parliamo, parliamo… ma quanto parliamo!

Nelle conversazioni che abbiamo, le parole hanno un peso immenso. Molte volte non ci accorgiamo o non ci vogliamo accorgere che LEPAROLE possono provocare molte reazioni, come esaltare, osannare, ingannare, distruggere.

Frecciarossa Firenze-Milano e ritorno! Racconto di un pre-sfilata

Ore 12.00, S. Maria Novella in attesa del Frecciarossa che porta a Milano, in viaggio per l’ennesimo esame della sfilata uomo. Lo stato d’animo è… confusione, come se il mio cervello non volesse pensare e fosse in IMPASSE, un rifiuto a volersi concentrare su come saranno venuti i capi e come verrà la sfilata.

stefano chiassai studio

La Collezione scritta!

Ho sempre in testa l’Idea di combinare, fondere, legare… è una idea fissa che mi appartiene ormai da tantissimi anni … confondere, mischiare, METTEREINSIEME, amalgamare più cose tra loro, riuscire a creare delle collezione di pezzi unici che suscitino un’EMOZIONEVISIVA per chi li vede per la prima volta, che parlino un linguaggio di ESPRESSIONEMANUALE, fatto di Artigianalità e Tecnologia.

stefano chiassai studio

Fashion weeks: arriva la maratona della moda!

Finalmente siamo quasi arrivati alla meta, dopo 5 intensi mesi di lavoro stanno per uscire le collezioni Uomo per l’Autunno/Inverno 2016/17.

Un Natale particolare. Via dalla pazza folla… per così dire

Finalmente sono arrivate le feste di Natale…. qualche giorno di vacanza, per ricaricare le “PILENEURONICHE” e per essere pronti al via della “MARATONAMODAIOLA di Gennaio.

Una domenica a Teatro. Dietro le quinte di una passione autentica

È stata una BELLAEMOZIONE vedere Martina recitare sul palcoscenico del Teatro le Laudi di Firenze ne “La Scuola delle Mogli” di Molière. L’avevo già vista recitare altre volte ma ieri sera nella parte principale di Agnese è stata veramente UNANIPOTESPECIALE.

Christmas time… or not? Lettera a Babbo Natale

Caro BABBONATALE, ti scrivo questa lettera non per chiederti regali materiali ma per aiutarmi a realizzare alcuni dei miei sogni (forse impossibili ma io sono da sempre un inguaribile ottimista, soprattutto nei momenti neri) sul nostro MONDOMALATO.

Deep Purple: quando il riff batte in testa

Sono un inguaribile romantico ma come direbbe qualcuno, dall’anima rock. Sì, la musica, ormai lo avrete capito, è la mia seconda passione dopo la moda anche se quando avevo 15/18 anni era forse al primo posto nella mia classifica personale.

Stefano Chiassai

Stefano Chiassai: la persona, l’uomo, il creativo / Intervista

Questa è un’intervista realizzata via mail, per la serie “è impossibile incastrare le agende“. La moda, il mondo in cui viviamo, una sottile distanza (Milano-Firenze): fattori determinanti. Stefano Chiassai lo conosco grazie ai suoi articoli su Fashion Times. Articoli diventati settimana dopo settimana, veri e propri mantra da seguire.

stefano chiassai studio

Io racconto, tu racconti, tutti raccontano Lo storytelling che ci convince

Questa parola ormai entrata nel linguaggio quotidiano – STORYTELLING – non mi è mai sembrata così nuova come hanno voluto farci credere.

Futuro prossimo: la moda che verrà

Futuro, Moda, Business, Cambiamento delle Espressioni Creative, Rivoluzione generazionale, diversi Paradigmi estetici, mercati Emergenti, nuovi modelli di consumo, sono queste le parole che da un po’ di tempo mi girano in testa.

Alla ricerca del luogo… perfetto! Quando il creativo è un fanatico del vintage

Ogni inizio di Stagione, che per la moda significa il momento in cui comincia il lavoro per una nuova collezione, sentiamo la necessità (ma poi diventa una piacevole abitudine) di volare via, programmando un VIAGGIDIRICERCA.

Qui mi sento a Casa

Ci sono luoghi che ti appartengono, che senti tuoi perché li hai sognati e poi finalmente conquistati, li hai cercati a lungo e un giorno mentre attraversi una strada, ti accorgi che quel muro deve essere tuo perché hai già in testa quello che diventerà.

Chiassai Bros. & friends. Quando la boutique Sergio era già un conceptstore

Un’età dell’oro quella degli anni sessanta e settanta, che trasformava il luogo lavoro in una famiglia allargata, fatta non solo dei figli degli imprenditori ma anche di chi ci lavorava. Era tutto più autentico…