Baldinini: nuova apertura ad Hong Kong e rafforzamento worldwide del marchio

La Maison ha l’obiettivo di aumentare la sua penetrazione nel Middle East e in Europa.

baldinini

Potenziamento del management e crescita dell’e-commerce. Questi alcuni degli obbiettivi del marchio di luxury shoes Baldinini.

Il brand inoltre spinge sull’espansione in Asia e vara un importante piano di rafforzamento a livello internazionale.

Ecco l’apertura – a settembre – di un pop up store, che sarà la testa di ponte per l’espansione, al piano del lusso internazionale del SOGO Causeway Bay di Hong Kong, department store che ospita i brand più prestigiosi del fashion system.

“Il nostro piano di sviluppo prevede due cardini principali: il rafforzamento della presenza a livello internazionale e lo sviluppo delle vendite online. La Cina è un’economia in forte ripresa post emergenza sanitaria e questo non fa altro che confermare la nostra decisione di meglio presidiare il mercato rafforzando la nostra attuale presenza. Inoltre, in ambito e-commerce siamo pronti a dare il via a partnership con i principali marketplace internazionali nel contesto europeo e asiatico, in particolare in Cina dove i player hanno un peso sempre più rilevante. In riferimento a questo canale le performance sono molto incoraggianti con una sempre maggiore incidenza sul fatturato aziendale, l’intenzione è quella di renderlo sempre più centrale nella nostra strategia anche in mercati dove non siamo ancora presenti con l’off-line”, spiega l’amministratore delegato Christian Prazzoli, da giugno alla guida del brand.

Christian Prazzoli, AD Baldinini

Giuseppe Zanotti: La scarpa, una seconda pelle per raccontare la donna

Il nuovo opening? Rafforza la presenza di Baldinini nel mercato asiatico, aggiungendosi alla rete già presente di monomarca.

Oltre al focus sul mercato cinese e del sud dell’Asia, la Maison – nata nel 1910 a San Mauro Pascoli, che esprime l’eccellenza di scarpe artigianali fatte in Italia – ha l’obiettivo di aumentare la sua penetrazione nelle aree del Middle East e dell’Europa.

Una strategia fortemente voluta dall’AD Christian Prazzoli, che prevede come ulteriori driver per la crescita sia il rafforzamento del management, con particolare riguardo ai settori marketing, merchandising, operation e commerciale che si affiancano alle funzioni DTC (direct to consumer) e Finance già ben presidiate in azienda, che lo sviluppo dell’e-commerce.

Fonte foto: press office Baldinini

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp