Dall’antipasto al dolce con il frigo vuoto

Ospiti inattesi, frigo vuoto e servizio a domicilio fuori uso? Ecco qualche consiglio pratico per trasformare pochi ingredienti in una cenetta come si deve

Per portare in tavola una cena gustosa, facile da preparare e di sicuro successo non servono ingredienti costosi o procedimenti da chef stellato; basta rispettare la stagionalità, utilizzare bene le spezie, comprare poco ma di qualità e un minimo di organizzazione, e ordine, in cucina. Anche se il frigo “piange”.

GUARDA ANCHE: I 10 accessori indispensabili da avere in cucina

Sono centinaia se non migliaia le ricette che ormai si possono trovare in rete, e non solo, per prendere ispirazione in questi casi. Qui vi diamo qualche idea con 4 ricette dall’antipasto al dolce.

Antipasto _ Millefoglie di crêpe salate

Ingredienti per 2px
130gr farina 00
300ml latte
80ml olio extravergine d’oliva
1/2 cucchiaino sale
Per la salsa
qualche foglia di prezzemolo (oppure basilico se in frigorifero vi è rimasto quello)
q.b. olio evo
q.b. formaggio spalmabile, oppure feta, oppure ricotta, oppure caprino…quella che vi è rimasto in frigo!

Preparazione
In una ciotola setacciate la farina, unite il sale e l’olio. Versate il latte a filo e nel mentre con una frusta (meglio a mano) amalgamate l’impasto fino a quando non sarà liscio e senza grumi. Lasciate riposare almeno 30 minuti in frigorifero.

Prendete una padella antiaderente di piccole dimensioni e ungentela d’olio semplicemente passando un pezzo di carta da cucina leggermente unto, mettetela sul fuoco e quando calda versate un mestolino di pastella (la quantità necessaria a coprire il fondo con uno strato sottile, ma non troppo). Ruotate la padella in modo tale che la pastella si distribuisca uniformemente su tutta la superficie e lasciate cuocere la crêpe da un lato per un minuto, poi giratela, fatela dorare qualche secondo dopodiché fatela “scivolare” dalla padella su un piatto. Proseguite con lo stesso procedimento fino a finire la pastella.

Una volta pronte tutte le crêpe, tagliatele con un coppapasta così da avere dei perfetti cerchi, pronti per essere impilati a formare delle torrette. Nel frattempo utilizzando un frullatore a immersione emulsionate l’olio con il prezzemolo. Mettete il formaggio in una ciotola, aggiungete un filo d’olio, sale e pepe e mescolate; spalmatene un cucchiaino tra una crêpe e l’altra fino a completare la torretta monoporzione. Una volta raggiunta l’altezza desiderata, trasferitela sul piatto di servizio e completate con un giro di olio al prezzemolo.

Primo _ Spaghetti aglio, olio, peperoncino e limone

Ci sono diverse scuole di pensiero e diversi suggerimenti per realizzare la perfetta pasta aglio olio e peperoncino, ma una sola cosa è sicura: è il piatto “salva cena” perfetto anche quando in frigo non c’è niente.

Ingredienti per 2px
200gr spaghetti di ottima qualità
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino fresco rosso piccante
un mazzetto dì prezzemolo fresco
1 limone non trattato
olio extravergine di oliva di ottima qualità
Sale grosso q.b.

Preparazione
In una pentola mettete abbondante acqua per cuocere la pasta, aggiungete un po’ di sale grosso e aspettate che raggiunga il bollore.

Nel frattempo in una padella mettete un giro generoso di olio evo, l’aglio tagliato a fettine e il peperoncino tagliato a rondelle. Lasciate soffriggere il tutto ma attenzione a non fare bruciare l’aglio, deve solo dorare. Dopodiché con delle pinze da cucina lo togliete e abbassate la fiamma.

Lavate e tritate finemente il prezzemolo e tenetelo da parte. Cuocete la pasta e scolatela quando è ancora molto al dente. Non buttate l’acqua di cottura e mettete gli spaghetti in padella con l’olio. Risottate la pasta finendo la cottura in padella e aggiungendo acqua di cottura, questo rende la pasta naturalmente “cremosa” grazie alla presenza dell’amido che si emulsiona con l’olio.

Quando gli spaghetti sono cotti, attenzione a non stracuocerli!, spegnete la fiamma, aggiungete il prezzemolo, una grattata generosa di buccia di limone e un filo di olio a crudo. Servite immediatamente.

Secondo _ Crostone di pane caldo con uovo in camicia e patate al burro

Può forse spaventare l’idea di cimentarsi con l’uovo pochè ma in realtà quando in casa non si ha molto altro in dispensa se non un uovo e un panino, questo metodo di cottura, completamente senza grassi, può rivelarsi una gustossima sorpresa. Unica accortezza: l’uovo deve essere molto fresco.

Ingredienti per 2px
2 uova freschissime, meglio se biologiche
2 patate medio grandi
2 cucchiai di aceto bianco
2 fette di pane integrale o di segale
q.b. pepe nero e sale
q.b. olio di oliva extravergine
q.b. burro

Preparazione
In una pentola mettete a bollire le patate intere dopo averle lavate ma non pelate. Nel frattempo tostate leggermente in padella le fette di pane.  Poi passate alla preparazione dell’uovo in camicia – attenzione uno alla volta! – prendete un pentolino dai bordi alti, riempitelo per due terzi di acqua, aggiungete un cucchiaio di aceto e portate a leggera ebollizione. In una ciotolina rompete l’uovo facendo molta attenzione a non rompere il tuorlo. Con un cucchiaio di legno create un mulinello al centro del pentolino con l’acqua. Fate scivolare l’uovo al centro del mulinello appena togliete il cucchiaio in modo tale che, girando su se stesso, l’albume possa creare la sperata camicia. Lasciate cuocere per 3 minuti massimo, il tempo necessario per avere il bianco all’esterno compatto e il rosso, all’interno, ancora crudo e quindi liquido. Poi togliete delicatamente dall’acqua l’uovo con una schiumarola e lasciatelo scolare qualche secondo su della carta assorbente da cucina. Ripetete lo stesso procedimento dal mulinello in poi con l’altro uovo. Scolate le patate, e preparatevi a impiattare solo qualche secondo prima di andare a tavola: prendete una fetta di pane abbrustolito, adagiatevi sopra l’uovo in camicia, completate con un filo d’olio, un pizzico di sale e pepe macinato al momento.

Prendete una patata, tagliatela per il lungo e metteteci sopra qualche fiocchetto di burro e un pizzico di sale e mettete anch’essa nel piatto. Rompete l’uovo facendo colare il tuorlo liquido e gustate subito.

Dolce _ Tortine di mela senza burro

Classico tra i classici la torta di mele è sempre un’eccellente soluzione quando si ha poco tempo per preparare un dolce e sopratutto pochi ingredienti. E in questo caso ancora meno del solito, perché non dovrete usare altro che le basi con cui si creano la maggior parte dei dolci al mondo: zucchero, farina e uova. E poi naturalmente le mele.

Ingredienti per 4px
170gr farina
170gr zucchero
3 uova intere
3 mele golden grandi (é la quantità di mele in abbondanza che vi permette di non aggiungere liquidi e/o grassi alla torta)

Preparazione
Come in ogni torta che si rispetti, la regola numero uno è preriscaldare il forno, in questo caso serve a 180°. In una ciotola poi mettete lo zucchero e le uova intere. Con le fruste elettriche montate il composto per almeno 3 minuti, finché avrete quasi una crema (non c’è il lievito in questa ricetta quindi tutta l’aria che riuscite a far incorporare alle uova aiuterà il vostro dolce a crescere in altezza e a cuocere meglio). Aggiungete poi la farina un cucchiaio alla volta e setacciandola con un colino. Incorporatela delicatamente alle uova e zucchero mescolando con un cucchiaio (meglio se di silicone) dall’alto verso il basso. Pelate le mele, tagliatele in pezzetti non troppo piccoli, infarinatele leggermente, passatele in un colino per togliere l’eccesso di farina (questo aiuterà a evitare che le mele in cottura finiscano sul fondo della torta) e incorporatele all’impasto di uova, zucchero e farina sempre con delicatezza.  Mettete il composto in stampini foderati di carta forno e cospargete la superficie con una spolverata di zucchero, che in cottura formerà un’invitante crosticina dorata. Lasciate le tortine in forno per mezz’ora circa e fatele intiepidire prima di sformarle e servirle.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp