Lucuma: le mille proprietà del “frutto uovo”

Viene anche chiamato “oro degli Inca”, esternamente ricorda il mango, il suo sapore è un mix tra la patata dolce e lo sciroppo d’acero, ha la consistenza del tuorlo sodo, e fa benissimo all’organismo…ecco a voi la lucuma. Il superfood del momento, direttamente dal Perù.

Priva di glutine, dal basso indice glicemico, ricchissima di beta-carotene, ferro, zinco, vitamine del gruppo B, calcio, proteine… è il più sano dolcificante naturale al mondo. Ecco le infinite proprietà benefiche della lucuma.

Ormai si scopre un “superfood” al mese, e in questo periodo in Europa è il momento della lucuma, la cui notorietà sta esplodendo.

Cos’è la lucuma

Originaria del Perù, usata fin dall’antichità per le sue proprietà medicinali, considerata simbolo di fertilità e abbondanza per il popolo Inca, è il frutto dell’albero Pouteria lucuma delle valli andine. Ha una buccia molto sottile di colore verde quando acerba, più gialla quando matura. Non è molto grande (al massimo può pesare 200g), ha un grosso nocciolo centrale e soprattutto ha una polpa caratteristica: asciutta, farinosa e quasi arancione che ricorda il tuorlo sodo, da qui il soprannome di “frutto uovo”.

Il sapore è un mix tra lo sciroppo d’acero, la patata dolce e la zucca e può essere mangiata sia cruda che cotta; in quest’ultimo caso assume una consistenza più cremosa.

Come e dove usare la lucuma – lo zucchero “sano”

In Sud America è molto diffuso l’utilizzo della polpa, che viene consumata fresca sotto forma di frullato, succo o gelato. La sua consistenza farinosa però non incontra il gusto di tutti e infatti il modo in cui la lucuma viene consumata maggiormente è in polvere.
Si ottiene dalla polpa essiccata a bassa temperatura e poi macinata ed è l’ideale da mescolare nelle bevande per aggiungere dolcezza e nutrienti, o come alternativa allo zucchero in tutte le preparazioni di pasticceria. Viene utilizzata anche come farina per quei piatti che richiedono una consistenza cremosa, grazie all’amido contenuto in elevate quantità.
Le sue caratteristiche la rendono un’alternativa sana e salutare ai comuni dolcificanti. Può essere aggiunta al caffè, a tisane, per preparare torte, biscotti, frullati, gelati, creme e budini in sostituzione allo zucchero raffinato. Le proporzioni sono 2:1 ovvero per ogni cucchiaio di zucchero vanno usati due cucchiai di lucuma (la polvere contiene circa 330 calorie per 100 g di prodotto).
La texture della polvere di lucuma è simile a quella dello zucchero semolato, il gusto è simile allo zucchero di canna, con note morbide e fruttate che ricordano il caramello e la vaniglia.

Un energy drink naturale

Per l’alto contenuto di vitamine e sali minerali la polvere di lucuma può essere utilizzata come integratore da assumere quotidianamente, ottima specialmente nel cambio di stagione e nel periodo estivo: sciogliete 1-2 cucchiai di polvere di lucuma in acqua, succo di frutta, centrifughe o frullati, e avrete una ricarica naturale di antiossidanti, sali minerali e vitamine!

Polvere di lucuma

Le proprietà della lucuma

La lucuma è un vero super concentrato naturale di nutrienti, vitamine e sali minerali, fornisce ben 14 oligoelementi essenziali, indispensabili per regolare le funzioni fondamentali del nostro organismo.
Vitamine _ le principali vitamine della lucuma sono la vitamina C, quelle del gruppo B, importantissime per il regolare funzionamento del fegato e del sistema nervoso, e la vitamina A, grazie al betacarotene, che aiuta a metabolizzare il cibo, favorire la produzione di energia e mantenere la salute della vista (stimola la produzione di retinolo).
Fibre _ la lucuma è una fonte preziosa dei cosiddetti carboidrati complessi, i quali, oltre a favorire la salute gastrointestinale, forniscono un rilascio di energia prolungato e un aumento della resistenza fisica.
Sali minerali _ la lucuma è anche un’ottima fonte di ferro, potassio, calcio e fosforo, necessari per il tessuto osseo e la regolazione dell’acidità dei tessuti.

Quanto e come fa bene mangiare lucuma – i 10 benefici

Tutte queste proprietà portano a innumerevoli benefici sul nostro fisico, ecco i principali:
1. Stabilizza l’indice glicemico. La lucuma, avendo un basso indice glicemico è una sana alternativa allo zucchero e a tutti i dolcificanti in generale, ed è quindi l’ideale per le persone affette da diabete perché, a differenza dello zucchero, la lucuma non comporta aumenti significativi dei livelli di zuccheri nel sangue.
2. Ha un effetto antiinfiammatorio e cicatrizzante. Secondo quanto pubblicato dalla Rutgers University, l’estratto di lucuma, grazie all’alta componente di preziosi acidi grassi ha un potente effetto antinfiammatorio, antiossidante e antimicrobico. Un ulteriore studio scientifico pubblicato sul Journal of cosmetic dermatology ha dimostrato poi che l’olio dei semi di lucuma può essere utile per accelerare la guarigione delle ferite, favorendo il processo di cicatrizzazione della pelle: una conferma di quanto avveniva già in passato, dove le popolazioni andine si servivano del frutto per guarire appunto le ferite.
3. Aiuta il benessere gastrointestinale. L’alto contenuto di fibre della lucuma garantisce benessere al tratto digerente e favorisce il regolare transito intestinale alimentando la flora batterica del colon.
4. Regolarizza la pressione. Già nel corso dei secoli la lucuma veniva utilizzata come coadiuvante per la salute cardiovascolare, e le ricerche oggi sono concordi nel sostenere queste proprietà e hanno dimostrato come la lucuma abbia una potente attività inibitoria nei confronti dell’ipertensione.
5. Rinforza ossa e denti. Grazie all’alto contenuto di calcio e fosforo, la lucuma apporta preziosi sali minerali e oligoelementi per la salute delle ossa e dei denti.
6. Contrasta stress e ansia. Il segreto di questo particolare beneficio è il beta-carotene, più famoso per prevenire e trattare i problemi della vista, in realtà ha anche un altro importante beneficio da non sottovalutare, ossia la sua capacità di provocare il nostro corpo a una maggiore produzione di serotonina, il cosiddetto ormone della felicità, un neurotrasmettitore in grado di alleviare i nostri stati di ansia, depressione e stress.
7. Rinforza il sistema immunitario. Un consumo regolare di lucuma permette di integrare preziosi elementi come potassio, ferro, calcio, fosforo e vitamina C importantissimi per il regolare svolgimento di tutte le funzioni del nostro organismo. Un binomio eccezionale per la salute del sistema immunitario e incrementando anche la produzione di energia.
8. Controlla il colesterolo. Il principio attivo della lucuma è la niacina, che svolge un ruolo importante nel tenere a bada il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.
9. Dà una carica di energia. Sempre la niacina unita ai carboidrati – 100gr di polpa ne contengono quasi 90gr, rendono la lucuma un energizzante naturale eccezionale. La niacina infatti aiuta a rafforzare l’organismo, rendendolo più efficiente nella produzione di energia, mentre i carboidrati aiutano a rilasciare energia più lentamente nel tempo aumentando la nostra resistenza.
10. Combatte l’invecchiamento. Vitamina A, B e gli alti livelli di beta-carotone presenti nella polpa aiutano a combattere i radicali liberi e l’invecchiamento della pelle.

Dove comprare la lucuma

La polvere di lucuma la trovate facilmente online e in tutti i negozi di alimentazione naturale che vendono anche stevia, sciroppo d’acero e malti vari.
Per il frutto fresco invece rivolgetevi ai banchi di frutta esotica e prodotti sudamericani specialmente dei mercati comunali (per esempio a Milano la trovate in quello di Piazza XXIV Maggio).

ph. courtesy of nonnapaperina.it
ph. courtesy of nonnapaperina.it
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp