Combattere la cellulite si può, grazie alla radiofrequenza

L'estate è ormai alle porte e il caldo sta iniziando a fare capolino. Ecco dunque che si inizia inevitabilmente a pensare alla prova costume, ma la cellulite...?

Radiofrequenza

Tra i vari inestetismi fisici, i chili di troppo e la cellulite sono tra i più temuti e diffusi. Con l’avvicinarsi dell’estate una delle domande più ricorrenti è: “Come combattere la cellulite e migliorare la pelle?”.

La famosa pelle “a buccia d’arancia” e l’invecchiamento della pelle sono 2 degli inestetismi che le donne scelgono sempre più di combattere.

Radiofrequenza contro cellulite e invecchiamento cutaneo

Il trattamento di radiofrequenza contro cellulite è una tecnica che punta a rimodellare i tessuti vittima di cedimento, spesso causato dall’età. Utile anche per combattere la cellulite, la radiofrequenza è la tecnica scelta da chiunque voglia vedere dei risultati, senza sottoporsi alla chirurgia estetica.

Grazie all’emanazione di onde elettromagnetiche, la radiofrequenza riscalda la zona interessata stimolando la produzione di collagene e colpendo il tessuto adiposo collocato in zona sottocutanea.

Attraverso il riscaldamento prodotto dalla radiofrequenza, infatti, i liquidi e le tossine si riducono, favorendo un beneficio estetico immediato, capace di migliorare l’aspetto e il benessere della pelle.

Radiofrequenza: quanto dura e come funziona il trattamento

La durata della seduta varia a seconda della zona da trattare, ma potremmo dire che una sessione può durare dai 25 ai 50 minuti.

Una volta selezionata la parte da trattare, viene applicato un olio sulla pelle, dopodiché si procede con l’emanazione di onde elettromagnetiche che non provocano alcun dolore o fastidio.

Dopo la radiofrequenza, con il tempo, la pelle diventerà più elastica e compatta, garantendo un visibile miglioramento estetico.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp