La cucina personalizzata con Aster e la food blogger Valentina Scarnecchia

Pensare fuori dagli schemi è la ricetta per creare piatti unici in cucine altrettanto uniche firmate Aster. Abbiamo incontrato la food blogger Valentina Scarnecchia.

“Foodblogger. Storie di vita e di cucina” è il titolo dell’evento Fuorisalone che Aster ha ospitato nel suo flagship store di via Larga 4 con la creatività che da sempre la contraddistingue.

Protagonista della serata è stata Valentina Scarnecchia (in collaborazione con gli elettrodomestici Neff) già giudice di “Cuochi e Fiamme” su La7, e seguitissima da migliaia di fan grazie al suo blog “ShOcKiNg CoOkInG” e al proprio canale Youtube.
P4170608

Per Aster ha realizzato una ricetta ispirata al mood contemporaneo e metropolitano delle nuove collezioni: un petto d’anatra al forno con riduzione di lamponi e vino rosso.

Pochi ingredienti per creare un piatto eccellente, proprio come fa Aster da oltre 40 anni con la sua filosofia di cucine “mix&match” che si sviluppa su quattro temi fondamentali:
Beauty _ la sperimentazione si fonde con i canoni classici del design.
Authenticity _ l’eredità di una profonda tradizione nel settore per non offrire prodotti ma ispirazioni.
Freedom _ trasformare la cucina in esperienza.
Design Thinking _ la personalizzazione fuori dagli schemi per progettare qualcosa di mai visto prima.
“Accanto alla visione caratteristica di Aster, per collezioni e mood – ci spiega Paolo Zonghetti, marketing manager dell’aziendasi fa largo infatti un orientamento ancor più votato al progetto. Un percorso strategico che da tempo abbiamo intrapreso istituendo negli showroom vere e proprie aree dedicate al nostro approccio mix&match”.

La cuicna Factory di Aster
La cuicna Factory di Aster
La cuicina Domina di Aster
La cuicina Domina di Aster

Ecco la ricetta di Valentina nel dettaglio:
Ingredienti 2px
1 petto d’anatra
Sale / pepe
Una vaschetta di lamponi freschi
60 grammi di zucchero bianco
Mezzo bicchiere abbondante di vino rosso

Preriscaldate il forno statico a 200°.

Per prima cosa salate e pepate il petto da entrambi i lati e adagiatelo, con la pelle rivolta verso il basso, su una padella antiaderente fredda e, possibilmente, con il manico di acciaio, così da poter continuare la cottura del vostro petto in forno senza doverlo passare su un altra teglia. Non aggiungete ne olio ne burro, mi raccomando!

Mettete la padella sul fuoco a media potenza e fate rosolare il petto dalla parte della pelle per cinque minuti, dopodichè giratelo aiutandovi con le pinze (non bucatelo con una forchetta, ne uscirebbero i succhi) e fatelo cucinare per 4 minuti. A questo punto mettete direttamente la padella nel forno e cucinate per altri 8 minuti.

Una volta terminata la cottura in forno prelevate il petto d’anatra e lasciatelo raffreddare completamente. La pelle diventerà bella croccante e, una volta al taglio, la carne non perderà succhi.

Mentre aspettate che la carne raffreddi preparate la riduzione, che sarà la salsa calda di accompagnamento al vostro petto d’anatra. In un pentolino antiaderente versate i lamponi, lo zucchero e metà del vino rosso e fate andare a fuoco medio mescolando di tanto in tanto per circa dieci minuti. Aggiungete poi il restante vino e fate ridurre la salsa.

Tagliate il petto d’anatra a fette non troppo sottili, impiattatele e versatevi sopra la riduzione bella calda.

Commenti

comments