Joe Bastianich e 12 grandi chef italiani insieme per una limited edition di t-shirt solidali

Joe Bastianich e Chiara Mosti tra moda, arte e cucina al fianco di Mani Tese con una seried di t-shirt “gustosissime”.

Opere d’arte da indossare, magliette che si trasformano in tele del gusto che fondono moda, arte, cucina e solidarietà.

Questo il progetto “Mise En Place”, 100% italiano, che nasce da un’idea di Joe Bastianich e della fashion designer Chiara Mosti che per dar vita e risonanza all’iniziativa, hanno coinvolto dodici grandi rappresentanti del panorama gastronomico italiano: Antonino Cannavacciuolo – Moreno Cedroni – Carlo Cracco – Enrico Crippa – Gennaro Esposito – Gualtiero Marchesi – Norbert Niederkofler – Davide Oldani – Italo Bassi e Riccardo Monco per Enoteca Pinchiorri – Niko Romito – Davide Scabin – Viviana Varese.

Le magliette sono classiche t-shirt a manica corta ma sul cotone spiccano i colori delle pietanze scelte e riprodotte artisticamente da diversi grandi fotografi: una seppia blu raffigura la cucina di Moreno Cedroni, un’insalata liquida di riccia, stracciatella di bufala, crudo di scampi, trucioli di pane e acciughe è quella di Cannavacciuolo, della verdura e frutta essiccate sono per Cracco, un’insalata di Trusot per Crippa, le tagliatelle con broccoli e ricci di mare per Esposito, un dripping al nero di seppia e ricci di mare per Marchsei, un apple strudel per Niederkofler, il risotto D’O per Oldani, un doppio petto di piccione con piselli alla menta e salsa ai fegatini per Bassi e Monco, una misticanza per Romito, le Cyber Egg per Scabin e un carpaccio fantasia per Viviana Varese.

Sul retro poi (lasciato sempre bianco) una frase emblematica e personale diversa per ogni chef.

La t-shirt di Antonino Cannavacciuolo.  “SI DICE CHE UN SOLO GRANDE AMORE BASTI, NELLA VITA COME IN CUCINA. IO HO SPOSATO LA TRADIZIONE CULINARIA PIEMONTESE SENZA AVER MAI SMESSO DI AMARE LA MIA TERRA.”
La t-shirt di Antonino Cannavacciuolo.
“SI DICE CHE UN SOLO GRANDE AMORE BASTI, NELLA VITA COME IN CUCINA.
IO HO SPOSATO LA TRADIZIONE CULINARIA PIEMONTESE SENZA AVER MAI SMESSO DI AMARE LA MIA TERRA.”

Le magliette sono acquistabili su CharityStars.com – la piattaforma digitale che nel 2014 ha raccolto più di 1.070.000 € a favore di 150 Onlus italiane e internazionali – al prezzo di 100 euro l’una.

La t-shirt di Carlo Cracco.  “A ME PIACE CHE LA GENTE SAPPIA GUSTARE NON SOLO CON LA BOCCA E NON SUBITO: PRIMA CI SONO GLI ODORI, PRIMA C’E’ L’ ASPETTO DI UN PIATTO, A VOLTE SERVE ANCHE IL TATTO. MICA PER NIENTE MANGIARE CON LE MANI DA’ SODDISFAZIONE.”
La t-shirt di Carlo Cracco.
“A ME PIACE CHE LA GENTE SAPPIA GUSTARE NON SOLO CON LA BOCCA E NON SUBITO: PRIMA CI SONO GLI ODORI, PRIMA C’E’ L’ ASPETTO DI UN PIATTO, A VOLTE SERVE ANCHE IL TATTO. MICA PER NIENTE MANGIARE CON LE MANI DA’ SODDISFAZIONE.”

Il ricavato delle vendite sarà interamente devoluto a Mani Tese, ONG italiana impegnata dal 1964 a combattere la fame nel mondo e promuovere stili di vita sostenibili, che festeggia in questi mesi i suoi primi 50 anni.

I fondi saranno investiti in un progetto di cooperazione per il raggiungimento della sicurezza alimentare in Burkina Faso. “Un grazie speciale va a Joe Bastianich, Chiara Mosti e agli Chef. Il loro è un atto di fiducia e un sostegno importante per il nostro impegno di giustizia in Italia e all’estero. Siamo felici di partecipare a questo progetto che valorizza le doti migliori del nostro paese: creatività e solidarietà”, ha dichiarato Valerio Bini, presidente di Mani Tese.

La t-shirt del Maestro Gualtiero Marchesi “NON HO MAI LAVORATO PER IL SUCCESSO, HO SEMPRE LAVORATO PER MIGLIORARMI. TUTTO QUI.”
La t-shirt del Maestro Gualtiero Marchesi
“NON HO MAI LAVORATO PER IL SUCCESSO, HO SEMPRE LAVORATO PER MIGLIORARMI. TUTTO QUI.”

Fama e visibilità, spiega Davide Scabin, chef bistellato del Combal.zero di Rivoli (Torino), si rivelano preziose per sostenere chi lavora lontano dai riflettori: “In un momento in cui gli chef sono diventati molto popolari, possiamo usare questa popolarità con uno scopo solidale al fine di aiutare Onlus come Mani Tese a portare avanti progetti per il Sud del mondo. Grazie quindi a Joe Bastianich per avere pensato al progetto Mise En Place“.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp