Le 100 celebrities più influenti del 2013

Sono le celebrities di cui avete sentito parlare in continuazione negli ultimi 12 mesi. Sono anche quelle che hanno guardagnato di più. Ecco l'eleco completo delle celebrities più influenti del 2013

Come sempre, Forbes ci svela l’elenco delle 100 celebrità più influenti del 2013. Vediamo insieme alcuni dei nomi che ritroviamo in questo elenco.

Non sarete stupiti di vedere Oprah Winfrey ancora una volta al primo posto. La presentatrice e donna d’affari è tornata in cima con il suo enorme network televisivo. Al secondo posto troviamo la nostra Lady Gaga che, malgrado il problema all’anca, è riuscita a guadagnare 80 milioni di dollari negli ultimi 12 mesi.

Può ringraziare il film “Lincoln“, il regista Steven Spielberg, che gli è valsa la terza posizione, seguito al quarto posto dalla bellissima Beyoncé. La Material Girl per eccellenza, Madonna, si posiziona al quinto posto. Sesto posto per la giovanissima Taylor Swift e settimo per il gruppo Bon Jovi. Chiudono la Top 10 il tennista Roger Federer, che quest’anno va a casa con 40 milioni di dollari, il giovane Justin Bieber e al decimo posto la presentatrice Ellen DeGeneres.

Oprah Winfrey al primo posto nella classifica delle celebrities più influenti del 2013

Oprah Winfrey al primo posto nella classifica delle celebrities più influenti del 2013

Andando più avanti nell’elenco troviamo Jennifer Lopez al 12, Rihanna al 13, Katy Perry al 18, Robert Downey Jr. al posto 20, il calciatore Cristiano Ronaldo al posto 31, Lionel Messi al 39, Jennifer Lawrence al posto 49.

Continuando troviamo l’attrice Jennifer Aniston in posizione 64, seguita in 66esima posizione da Kim Kardashian. Il famoso chef inglese Gordon Ramsay arriva al posto 77, mentre la bella Gisele Bundchen dovrà accontentarsi della posizione 81. Posto 89 per Mila Kunis seguita subito dopo da Sandra Bullock, mentre la top australiana Miranda Kerr chiude la classifica. | ELENCO COMPLETO A.R.

FONTE: Forbes

Sempre aggiornato sulle nuove tendenze | Newsletter FASHION TIMES

Commenti

comments