Fendi a Tokyo: prima tappa di FENDI: un Art Autre

Fendi ha presentato all'University Art Museum di Tokyo, la prima tappa della mostra itinerante "FENDI: un Art Autre" nata per celebrare il savoir faire artigianale della Maison.

Il DNA della maison romana Fendi è racchiuso nella mostra itinerante FENDI: un Art Autre, un’esposizione che mette a nudo i valori intrinsechi del brand, la passione, l’artigianalità, le tecniche, la creatività celata dietro ad ogni pelliccia. E’ un viaggio a ritroso nel tempo dal 1925, anno di apertura del primo negozio di pelletteria, all’anno in cui Karl Lagerfeld (1965) rivoluzionò il concetto di pelliccia trasformando e modernizzando l’immagine di questo capo, fino a giungere ai giorni nostri con le nuove tecnologie e lavorazioni.

FENDI Un Art Autre

FENDI: un Art Autre

La mostra itinerante, che ha come prima tappa l’Università delle Arti di Tokyo, è stata curata da Emanuela Nobile Mino e si articola in tre differenti sezioni: la prima è un’esperienza multi-sensoriale che utilizza il tatto e la vista per interpretare le qualità che hanno contribuito a rendere le pellicce Fendi sempre più sofisticate.

FENDI Mappamondo FUR

FENDI Mappamondo FUR

La seconda sezione è dedicata ai capi-icona: 24 Fendi Furs create tra il 1970 e il 2013 che rappresentano lo stile e le evoluzioni tecniche della Maison nel corso di questi anni. Ad arricchire di straordinaria bellezza la sezione anche schizzi e lavorazioni.

Big Bang Fur Tablet

Big Bang Fur Tablet

Infine, la terza e ultima sezione, è dedicata alla musica composta per l’occasione da Flavia Lazzarini che accompagnerà i visitatori nell’universo Fendi. E.M.

NEWS MODA SULLA TUA MAIL

sketch ASTUCCIO 1971

sketch ASTUCCIO 1971

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp