Al Gucci Museo di Firenze “Lo Spirito Vola” con Paul Fryer

Un realismo che impressiona, temi toccanti come la religione, la morale... nulla è lasciato al caso. L'incredibile lavoro di Paul Fryer rivive al Gucci Museo di Firenze fino al 4 Settembre con sculture dal forte impatto visivo ed emotivo.

Vola con quanto fiato ha in gola la seconda esposizione d’arte contemporanea di opere appartenenti alla Collezione privata di François Pinault. Nella suggestiva Firenze e più precisamente, nel Gucci Museo, Paul Fryer, straordinario manipolatore di anime (una delle sue opere più famose, s’intitola “Pietà” e raffigura Cristo sottoposto ad una moderna forma di esecuzione a metà tra sedia elettrica e crocifissione ndr), presenta le sue tre riflessioni sui temi del trascendentale, della moralità e della religione.

Ophelia, Pietà ed Ecce Homo saranno i tre simboli-icona di ogni fazione elencata, un’impressionante realismo trasuda da ogni singola forma ricreata, come nel caso di Ophelia, distesa in una teca di vetro con braccia incrociate e le dita dei piedi leggermente piegate a rappresentare il suo ultimo, lieve, movimento.

Le sculture di Fryer sembrano congelare momenti di sofferenza e di smarrimento nei quali lo spettatore rimane attonito di fronte a cotanta realtà. Un sotteso scossone che vira sulle nostre incertezze, sulle nostre ansie più nascoste sfidando la mitologia della nostra cultura con intelligenza e realismo assoluto.

Vi segnaliamo “Lo Spirito Vola” di Paul Fryer in mostra al Gucci Museo fino al 4 Settembre. No perdetela! E.M.

Diventa Fan di Fashion Times su Facebook e seguici suTwitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp