Parigi celebra il 50esimo anniversario di Ernest Hemingway

In occasione del 50esimo anniversario della morte di Ernest Hemningway, l'artista Bobo Ivancich espone le sue opere nella Boutique Montblanc in Rue de la Paix a Parigi. La mostra aprirà i battenti il 15 dicembre al pubblico e sarà visibile fino al 30 gennaio 2012.

A 50 anni dalla morte del grande Ernest Hemingway, è stata organizzata, a Parigi, una mostra dei dipinti di Bobo Ivancich De La Torriente, nipote di Adriana Ivancich, famosa musa di Hemingway. Il Vernissage della mostra si svolgerà il 13 dicembre a Parigi e potrete visitare l’esibizione fino al 30 gennaio 2012 allo Spazio Montblanc in Rue de la Paix.

La scelta della location, Parigi, non è casuale. L’autore americano infatti iniziò la sua carriera da scrittore proprio lì. Dopo si sposto a Venezia, dove incontrò la giovane Adriana, che continuò a frequentare per anni. Per lei scrisse “Di là dal fiume e tra gli alberi” nel 1950. La donna, invece, amante dell’arte e della pittura, realizzò molte delle copertine per Hemingway.

Bobo Ivancich racconta: “Ho ancora dei ricordi di Hemingway: lettere, una pelle di leopardo che cacciò in Africa e diede a mia zia, e una macchina da scrivere. Alcune delle lettere non sono state scritte a macchina, ma a mano e sono sicuro che le abbia scritte con una Montblanc. Ricordo con amore Margaux Hemingway, che inaugurò con me il Parco Hemingway 25 anni fa. Avevo appena esposto i miei lavori alla Biennale di Venezia, dove era esposto il mio quadro sulla morte di Che Guevara, dove ho usato una tecnica che ricorda quella di Mantegna. Mia madre era originaria di Cuba. Mio padre di Venezia, proveniente da una famiglia nobile, ha vissuto a Cuba per 6 anni e poi ha sposato mia madre: in quegli anni vedeva spesso Hemingway, essendo ospite con mia zia Adriana. Ci sono molte foto di loro al bar Floridita. La mia famiglia era molto vicina a quella di Hemingway e si incontravano tutti, anche a Venezia“. A.R.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Ernest HemingwayErnest Hemingway

Commenti

comments