Stando ai dati di una ricerca condotta dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano, nel 2020 gli italiani hanno speso in Food & Grocery circa 2,9 miliardi di euro.

Una crescita portentosa che è stata ancora più evidente nel 2021, quando gli acquisti in questo settore hanno superato i 4 miliardi di euro, con un aumento del 38% rispetto al 2020.

Partendo da questi dati si possono fare due osservazioni:

  • Nel 2020, con i diversi lockdown che si sono susseguiti nel periodo pandemico, gli italiani si sono dovuti necessariamente affidare all’online. Di fatto era quasi l’unico modo per fare acquisti anche per il settore alimentare, evitando lunghissime code.
  • Nel 2021, nonostante con un parziale ritorno alla normalità, gli acquisti online nel settore alimentare non sono diminuiti, come magari qualcuno poteva ipotizzare, anzi sono cresciuti a dismisura.

Questo anche grazie alla sempre maggiore facilità di utilizzo delle piattaforme e all’aumento obbligatorio del livello di digitalizzazione delle famiglie.

Quindi, se nel 2020 l’acquisto di prodotti gastronomici sul web era quasi una scelta obbligata, nel 2021 è diventata una scelta assolutamente consapevole.

Gli italiani hanno avuto modo di apprezzare la praticità d’acquisto, ma anche la qualità degli articoli alimentari ordinati online, facendo così di necessità virtù. Una volta sperimentati i vantaggi di Internet, non ne hanno saputo più fare a meno.

In tutti i segmenti di mercato dedicati all’alimentare è riscontrabile una crescita notevole.

Il grocery alimentare, cioè i prodotti del supermercato, hanno fatto registrare una crescita del 39%.

Il food delivery, cioè i piatti pronti, dopo le difficoltà del 2020 hanno fatto segnare un aumento del 56% nel 2021.

Anche l’enogastronomia, dedicata ai prodotti di mercato di nicchia, è crescita del 17%.

Il mercato alimentare ha quindi aperto un mondo di opportunità da prendere al volo, purché ci si muova nel modo giusto e con le strumentazioni più adeguate.

Oltre al potenziamento dell’infrastruttura logistica, per garantire consegne tempistiche ed efficaci ai clienti, bisogna prestare attenzione a tanti altri aspetti.

I commercianti online devono quindi studiare i loro mercati di riferimento, pianificare le strategie e dotarsi dei giusti strumenti, come il gestionale che può e deve rivestire un ruolo strategico.

Tra i migliori prodotti sul mercato c’è il software gestionale Easyfatt di Danea che, grazie alla sua facilità di utilizzo e di interazione, è indicato per aziende, negozianti e gestori di e-commerce.

Il software consente di occuparsi della gestione aziendale a 360° con pochi clic e fornisce altre funzionalità extra per un controllo ottimale anche del magazzino, della logistica e delle bolle di accompagnamento.

Il gestore dell’e-commerce, grazie a questo prezioso alleato, ottimizza i tempi per dedicarsi alla sua attività, a tutto beneficio della produttività.

Ne trae così beneficio il singolo venditore, ma in generale tutto il comparto del Food & Grocery che ormai ha stabilizzato la sua presenza nell’online, un fenomeno dettato non solo dall’avvento della pandemia, ma ormai una tendenza destinata a durare a lungo nel tempo.