VPN free vs VPN a pagamento: cosa cambia e come sceglierla

Stiamo valutando l’adozione di una VPN ma vogliamo capire se sia più giusto sceglierne una gratis oppure a pagamento. Per capire cosa sia meglio per noi, proviamo a scoprire di più in merito a entrambe le possibilità previste. Informarsi su ciò che si sta andando a fare è sempre il modo migliore per compiere scelte consapevoli.

VPN: cos’è, come funziona

Prima di valutare nel dettaglio le possibilità offerte da una VPN free oppure da una VPN a pagamento, cerchiamo di capire cos’è la VPN, a cosa serve e come funziona. Partiamo col dire che l’acronimo VPN sta per Virtual Private Network. Chi mastica un po’ l’inglese avrà già capito, a questo punto, che la VPN è un servizio che consente di creare una rete privata virtuale, nota come tunnel VPN. Attraverso di essa sarà poi possibile garantirsi una certa privacy, dovuta all’anonimato e alla sicurezza dei dati, e quindi di tutelarsi maggiormente contro le “minacce” della navigazione su web. La VPN consente tutto ciò perché permette di mettere in piedi una sorta di canale di comunicazione tra dispositivi che non per forza devono poi essere collegati alla stessa LAN (Local Area Network, ossia rete locale), potendosi trovare in qualunque parte del mondo.

La rivoluzione del mercato dei BIG DATA ha un nome: Daniele Marinelli

Al contrario della LAN, quindi, che in genere ha estensione limitata ad un’abitazione oppure ad un’azienda situata nello stesso luogo, la VPN consente di oltrepassare tale limite, permettendo di gestire dispositivi che possono essere fisicamente anche molto lontani tra loro. Grazie a ciò, un’azienda che ha sedi dislocate in più parti, può ad esempio crearsi un servizio di rete in grado di criptare il traffico internet e di proteggerne l’identità online. Proprio in ragione della sua funzione e utilità, la VPN è impiegata soprattutto dalle aziende e dalle amministrazioni locali pubbliche. Le ragioni di tale utilizzo sono molteplici. Oltre a garantire una certa privacy e sicurezza dei dati e dell’identità online, la VPN è una soluzione particolarmente efficiente dal punto di vista economico, dato che permette di abbattere i costi da sostenere e consente una migliore comunicazione tra dispositivi. Per quanto riguarda i privati, invece, i motivi che spingono a dotarsi di VPN vanno in genere rintracciati non solo nella volontà di tutelare lo scambio di dati ma anche di bypassare eventuali restrizioni o geoblocking, ossia blocchi territoriali.

Detto ciò, non ci resta che aggiungere pochi dettagli tecnici. Le reti VPN possono essere di due tipologie differenti: reti site-to-site oppure ad accesso remoto. Per quanto riguarda le prime, le reti VPN site-to-site, il loro utilizzo è in genere giustificato dalla necessità di connettersi a una rete privata, con l’ausilio di una rete pubblica, consentendo così il routing e una comunicazione altamente sicura. Le reti VPN ad accesso remoto, invece, permettono agli utenti di accedere a un server presente su rete privata attraverso la rete internet.

Meglio VPN gratis o a VPN a pagamento?

Se stiamo valutando se optare per una VPN gratis o una VPN a pagamento, molto probabilmente siamo degli utenti privati e non aziendali. Se vogliamo risparmiare euro e buttarci su una rete VPN gratis, avremo senz’altro alcune alternative valide – ma senza troppe pretese – da provare. Dobbiamo però sapere che le migliori VPN gratis dovrebbero metterci al riparo da VPN di dubbia provenienza, che potrebbero mettere a rischio la nostra privacy e i nostri dati (ad esempio registrando il traffico prodotto, per gli scopi più vari). Prima di iniziare a utilizzare una rete VPN free, quindi, sarebbe utile e necessario leggere tutti i termini di servizio pubblicati sul sito ufficiale, in modo tale da evitare situazioni in cui la società, che mette a disposizione la rete, non svolga anche attività di profilazione per analisi dati o pubblicità.

Ultimo avvertimento prima di conoscere alcune delle migliori VPN free da provare. L’anonimato e la privacy garantiti da tali reti private non deve dare il via libero all’utilizzo illegale delle stesse. Occhio quindi alla tipologia dei dati che trasmettiamo e scambiamo perché l’anonimato e il diritto alla privacy non sono sinonimo di impunità davanti alla legge. Le reti VPN vanno utilizzate con coscienza e sempre nel rispetto di tutte le normative vigenti.

Migliori reti VPN gratis

Chiariti tutti gli aspetti che ci premeva sottolineare, andiamo a scoprire quali sono le migliori reti VPN free da provare.

La prima alternativa gratis è Opera VPN, integrata all’interno del browser internet Opera. Molto semplice nel suo utilizzo e di poche pretese, Opera VPN viene impiegata essenzialmente per mascherare l’indirizzo IP mentre navighiamo sul web. Utile se abbiamo necessità di accedere a siti esteri che nel nostro Paese sono bloccati.

Tra le migliori VPN free c’è anche TunnelBear, che fino a 500 MB di traffico VPN al mese offre un servizio completamente gratuito. Tra i vantaggi di TunnelBear ci sono la garanza di anonimato e di protezione dei dati, la possibilità di mascherare i soli dati relativi alla navigazione su web oppure l’intero traffico internet che passa dal dispositivo al server. TunnelBear ha inoltre il vantaggio di essere disponibile per sistema Microsoft Windows e macOS ma anche per iOS e Android mobile.

Tra le migliori VPN gratis segnaliamo infine Windscribe. Fino a 10 GB di traffico mensile si usufruisce gratuitamente del servizio ed è inoltre possibile utilizzarlo con molti dispositivi. Oltre ai sistemi Windows e macOS, iOS e Android, Windscribe è disponibile, ad esempio, per la FireTv di Amazon, Nvidia Shield oppure per DD-WRT e Tomato router.

Migliori reti VPN a pagamento

Come abbiamo già chiarito, alcune reti VPN che offrono servizi free sono disponibili anche a pagamento. TunnelBear, ad esempio, consente di eliminare il limite di 500 MB di traffico VPN al mese pagando un abbonamento di 10 dollari al mese oppure un abbonamento annuale di 60 dollari. Windscribe, per contro, permette di eliminare il limite pagando 4,50 dollari al mese oppure 45 dollari all’anno.

Tra gli altri servizi VPN a pagamento da provare troviamo NordVPN, consigliato in quanto è uno dei più utilizzati e noti al mondo. Gli utenti lo apprezzano soprattutto per gli elevati standard di sicurezza, semplicità e convenienza che è in grado di offrire. NordVPN si può utilizzare scegliendo uno dei numerosi piani che propone agli utenti.


Fonte foto: Kevin Paster da Pexels

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp