#WORLDBOOKDAY: e tu che libro stai leggendo?

Il 4 marzo si festeggia la Giornata Mondiale del Libro e, in piena pandemia, il libro torna più che mai a essere un fedele compagno per evadere, crescere ed emozionarsi. Una scelta valida per scovare un nuovo titolo è quella di affidarsi a dei book influencer. Ma attenzione che siano fidati!
giornata mondiale dei libri

Quante cose possiamo apprendere dai libri? Quante frasi e passaggi degli stessi libri annotiamo su agende e post-it che popolano il frigorifero?

Gli aforismi sui libri e sul piacere della lettura sono tantissimi. “Sapeva leggere – affermava SepùlvedaFu la scoperta più importante della sua vita. Sapeva leggere”.

In un momento tanto singolare quanto quello attuale, tra lockdown, smartworking e DAD, il tempo speso in casa è sempre di più e il #WorldBookDay assume un significato speciale, di coccola e di evasione. Istituita dall’UNESCO per promuovere la lettura, fin dai primi anni di vita, la Giornata mondiale del libro è celebrata in oltre 100 paesi di tutto il mondo.

Libri imprenditori: 39 libri da leggere per raggiungere il successo in 1 anno

Io faccio ancora fatica ad abbandonarmi alla versione e-book (ma è una preferenza tutta personale), ma ho sempre amato leggere. Da piccola ascoltavo le favole, abituato l’orecchio alla lettura, in bagno leggevo Topolino prima e i classici nella mia cameretta poi. Oggi la casa è un tripudio di storie e di colori con i libri che riempiono le mensole, eppure non è facile orientarsi tra i tanti titoli in uscita.

Un “escamotage” che ho trovato molto utile e prolifico (del resto i soldi spesi in buoni libri sono sempre soldi ben spesi) è quello di affidarmi e seguire alcuni cosiddetti book influencer su Instagram.

Sia chiaro, delegare la scelta di un libro a qualcun altro non è cosa semplice e scontata. Per questo motivo, vanno studiati prima, osservati con cura, compresi i gusti e le affinità, quasi fossero degli amici. Io oggi posso contare sul consiglio di queste tre:

    • Francesca Crescentini, meglio conosciuta come Tegamini. La seguo da anni ed è una garanzia. Ha un blog omonimo ed è una traduttrice, motivo per cui è utile anche per i libri in lingua inglese. È colorata, positiva, piena di energia. Con lei, ho arricchito la mia libreria di diversi romanzi (ma anche scovato brand di gioielleria e piccole gioie)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesca Crescentini (@tegamini)

    • A proposito di colore e di gran stile, è impossibile non perdersi tra i post di Zelda was a writer. Zelda, al secolo Camilla, scrive, disegna, adorna tutto ciò che fa. È ideale per (ri)scoprire dei grandi classici lasciati tra la polvere, ma è anche una valida consigliera per i libri per i bambini. L’attenzione alle belle copertine è un suo punto di forza: come darle torto!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Camilla Ronzullo (@zeldawasawriter)

    • Marina di Interno Storie, come dice lei, ha la montagna nei piedi e il mare nel nome. Racconta e fotografa tanti libri. Non mancano Calvino, la Ginzburg, ma anche talenti dei giorni nostri come la Di Pietrantonio che ho scovato con lei. Un consiglio in più: non perdersi su Instagram la sua originale rubrica #vestitiperilibri. Perché oltre armocromia e palette, ci si può vestire come in un libro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marina (@internostorie)

Vi ho convinto? Per il World Book Day spulciate tra i loro profili, cercatene anche altri.

La rete è un’enorme risorsa. Capite se ci sono affinità con voi e le vostre letture abituali, ma lanciatevi anche in romanzi che avreste disdegnato (quante volte ho snobbato un libro solo per una copertina “sbagliata” o per un titolo arrangiato!) La prossima volta che vi chiederanno “qual è l’ultimo libro che hai letto?”, forse avrete la risposta pronta.

P.S Il mio è Proprio come te di Nick Hornby. Per la recensione, però, cercate quella di un book influencer!


Fonte foto: cottonbro da Pexels

Commenti

comments