Falafel ricetta: ingredienti e preparazione guidata

Fare in casa le gustose polpette speziate a base di ceci è facile. Provare per credere.
falafel ricetta semplice veloce preparazione e ingredienti

Se non avete mai assaggiato i falafel, è ora di cominciare. E farli in casa è l’opzione migliore: più buoni, più sani e più economici.

I falafel sono delle saporite polpettine fritte a base di ceci, cipolla e cumino, croccanti fuori e soffici dentro, per una vera esplosione di gusto in perfetto vegan style.

Humus di ceci: come farlo con la ricetta originale vegana

La cucina mediorientale sfrutta moltissimo i legumi, le verdure, la frutta secca, le spezie e i falafel ne sono il perfetto emblema.

Potete servirli come antipasto, finger food o come secondo insieme a un contorno di verdure.

Tradizionalmente, i falafel vengono avvolti nel pane caldo israeliano chiamato pita, insieme a prezzemolo tritato, pomodori a cubetti, sottaceti e una salsa allo yogurt, che arricchisce di gusto e freschezza questo fantastico piatto.

Quali ceci usare per i falafel?

L’errore più grosso se fate i falafel a casa è utilizzare i ceci già cotti in scatola.

Il secondo errore è lasciare troppo poco i ceci secchi in ammollo in acqua: vanno lasciati per almeno 24 ore, meglio 36, e l’acqua deve essere cambiata spesso, minimo due volte.

Solo in questo modo otterrete la consistenza ideale dei falafel e non si disferanno durante la cottura restando croccanti fuori e soffici dentro.

Ricetta originale falafel (ceci e fave)

Nella ricetta originale libanese i falafel sono fatti con ceci e fave.

Ingredienti

  • 150gr fave secche decorticate
  • 80gr ceci secchi
  • 2 spicchi d’aglio
  • ½ cipolla bianca
  • 1 manciata di prezzemolo fresco
  • 2 cucchiaini sale
  • ½ cucchiaino coriandolo in polvere
  • 1 cucchiaino pepe
  • 1 cucchiaino paprika
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1/2 cucchiaino cumino in polvere
  • ¼ cucchiaino bicarbonato
  • olio per frittura

Preparazione

  • Sciacquate e scolate fave e ceci che avrete lasciato in ammollo almeno una notte.
  • Metteteli in un mixer insieme all’aglio, la cipolla e il prezzemolo. Tritate bene il tutto, aggiungete le spezie, azionate nuovamente il mixer dopodiché mettete il bicarbonato, mescolate e trasferite l’impasto in una ciotola: lasciatelo riposare in frigo per un’ora.
  • In un pentolino capiente scaldate bene abbondante olio di semi.
  • Nel frattempo date la forma di polpettine ai falafel, possibilmente della stessa dimensione e friggeteli.
  • Quando sono belli dorati scolateli, metteteli su un foglio di carta assorbente e serviteli caldi insieme a salse, pane e verdura fresca.

Ricetta falafel classica (solo ceci)

Ingredienti

  • 400gr ceci secchi
  • 1 cipolla dorata
  • 2 spicchi aglio
  • 1 cucchiaio cumino in polvere
  • coriandolo e prezzemolo freschi q.b.
  • scorza grattugiata 1 limone
  • olio di semi per friggere q.b.
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe nero q.b.

Preparazione

  • Dopo aver scolato e sciacquato i ceci dall’ammollo notturno, metteteli in un frullatore insieme alla cipolla, all’aglio, al prezzemolo, al coriandolo e al cumino.
  • Frullate versando a filo l’olio extravergine di oliva.
  • L’impasto deve risultare liscio e omogeneo con una consistenza quasi pastosa.
  • Condite con sale, pepe e la scorza del limone, mescolate e mettete il composto in una ciotola coperto con pellicola e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora.
  • Riprendete l’impasto dal frigorifero e, con le mani bagnate, premete un cucchiaio dell’impasto nel palmo della mano fino a ottenere una pallina.
  • Modellate delle polpette di medie dimensioni e tutte possibilmente uguali.
  • Nel frattempo, fate scaldare abbondante olio di semi e quando ben caldo friggete i falafel per circa 4 minuti tenendoli girati.
  • Quando i falafel saranno belli dorati toglieteli dall’olio, scolateli e metteteli su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
  • Serviteli caldi accompagnati da una salsa a vostro piacimento.
  • Qui sotto qualche spunto gustoso adatto all’occasione.

Falafel al forno

Per una versione più light potete cuocere i falafel al forno, anche se rimarranno un po’ meno soffici all’interno. Per cercare di evitarlo è meglio se modificate leggermente l’impasto aggiungendo un po’ di bicarbonato e lasciate riposare la miscela per una notte prima di fare le polpette e cuocerle.

Una volta pronti, disponete i falafel su una teglia rivestita di carta forno e spennellateli con un po’ d’olio. Cuoceteli in forno a 180° per 20 minuti.

Se si crepano leggermente è normale: la cottura al forno tende a seccare un po’ di più i falafel. Potete mantenerli più morbidi mettendo nel forno anche una ciotola resistente al calore piena d’acqua.

Quando saranno leggermente dorati, sono pronti per essere gustati.

Le salse per i falafel

  • Salsa tarator

tahin (pasta di sesamo), limone spremuto, spicchio d’aglio schiacciato.

  • Salsa alla yogurt

yogurt bianco intero, succo di limone, un pizzico di sale e foglie di menta tritate al coltello.

  • Babaganoush

polpa di melanzane arrostite, tahin, paprika, menta, aglio, olio d’oliva, succo di limone, sale e pepe.

  • Salsa tzatziki

aggiungete cetrioli freschi grattugiati alla salsa allo yogurt e sostitute la menta con l’aneto fresco.

  • Hummus

piuttosto che fare il classico di ceci, preparate un hummus a base di barbabietola o zucca.

  • Salsa tahin aromatizzata

alla pasta tahin aggiungete un trito di aglio e prezzemolo, il succo di limone, un pizzico di paprika, sale e pepe; se necessario per una consistenza più cremosa aggiungete a filo poca acqua fredda.


Fonte foto: Anton on Unsplash

Commenti

comments