“Il coccodrillo come fa” e altre canzoni famose per bambini: testo e video

Il coccodrillo come fa? La domanda sulla bocca di tutti grazie allo Zecchino d'Oro. Le canzoni per bambini più famose con testo e video.

il coccodrillo come fa testo video canzone per bambini zecchino d'oro

Se stai cercando canzoni da cantare e ballare insieme ai tuoi bambini, questo è l’articolo giusto, perché oltre a trovare i testi e i video delle canzoni più famose per bambini, potrai scoprire tante curiosità e aneddoti legati a questi brani e balletti per bambini che sono diventati celebri in Italia e nel resto del mondo grazie alla loro simpatia e musicalità.

Canzoni famose per bambini: da “Il coccodrillo come fa” a tanti altri successi dello Zecchino d’Oro

Una delle canzoni per bambini più famose al mondo, se non la canzone per bambini più famosa in assoluto, è proprio “Il coccodrillo come fa” interpretata allo Zecchino d’Oro edizione 1993 da Carlo Andrea Masciadri e Gabriele Patriarca (oggi noto doppiatore di film e cartoni animati) che all’epoca bambini, hanno vinto il 36° Zecchino d’Oro proprio con questo brano scritto da Oscar Avogadro con musica di Pino Massara.

Yoga per bambini: una disciplina che diventa stile di vita

Una delle canzoni più divertenti presentate nella storia dello Zecchino d’Oro che risuona facilmente in testa sia a grandi che a piccini grazie alla semplicità e all’immediatezza di un testo geniale accompagnato con ad una musica che riesce a dare quel ritmo che trasmette energia e vitalità.

Indicatissima per i bambini, perché lungo il testo della canzone “Il coccodrillo come fa” vengono passati in rassegna, uno ad uno, i versi degli animali più famosi, fino al famosissimo coccodrillo, che nessuno sa come fa… e ammettetelo, è impossibile non sorridere dinanzi a questa domanda cantata da due bambini che improvvisamente si rendono conto che uno degli animali più famosi non ha un linguaggio riconoscibile, un verso da ripetere come succede per la rana, il gatto, il cane e la mucca, solo per citare qualche animale con versi famosi.

Testo ufficiale de “Il coccodrillo come fa”

Oggi tutti insieme
Cercheremo di imparare
Come fanno per parlare
Fra di loro gli animali.
Come fa il cane? Bau!
E il gatto? Miao!
L’asinello? Hi! ho!
La mucca? Muuu…!
La rana? Cra!
La pecora? Beee…!
E il coccodrillo?
E il coccodrillo?

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si dice mangi troppo,
Non metta mai il cappotto,
Che con i denti punga,
Che molto spesso pianga,
Però quando è tranquillo
Come fa ‘sto coccodrillo…

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si arrabbia ma non strilla,
Sorseggia camomilla
E mezzo addormentato se ne va.

Guardo sui giornali,
Non c’è scritto niente:
Sembra che il problema
Non importi alla gente.
Ma se per caso al mondo
C’è qualcuno che lo sa,
La mia domanda è ancora questa qua…

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si dice mangi troppo,
Non metta mai il cappotto,
Che con i denti punga,
Che molto spesso pianga,
Però quando è tranquillo
Come fa ‘sto coccodrillo…

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si arrabbia ma non strilla,
Sorseggia camomilla
E mezzo addormentato se ne va.

Adesso ripetiamo
Se vogliamo ricordare
Come fanno per parlare
Fra di loro gli animali.
Come fa il cane? Bau!
E il gatto? Miao!
L’asinello? Hi! ho!
La mucca? Muuu…!
La rana? Cra!
La pecora? Beee…!
E il coccodrillo?
E il coccodrillo?

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si dice mangi troppo,
Non metta mai il cappotto,
Che con i denti punga,
Che molto spesso pianga,
Però quando è tranquillo
Come fa ‘sto coccodrillo…

Il coccodrillo come fa
Non c’è nessuno che lo sa.
Si arrabbia ma non strilla,
Sorseggia camomilla
E mezzo addormentato se ne va.

Avete capito come fa il coccodrillo?

Lui mezzo addormentato se ne va!

Video canzone “Il coccodrillo come fa?”

Oggi questa canzone è uno dei brani più famosi per bambini, ma andiamo a vedere quali sono le altre canzoni per bambini famose che hanno trionfato allo Zecchino d’Oro.

Canzoni per bambini che hanno vinto lo Zecchino d’Oro in ordine di data

  • Quartetto
  • Fiaba
  • Le stelle
  • La giacca rotta
  • Non lo faccio più
  • Il pulcino ballerino
  • Dagli una spinta
  • I fratelli del far west
  • Popoff
  • Quarantaquattro gatti
  • Tippy, il coniglietto hippy
  • La nave Gelsomina Dirindirindina
  • Il caffè della Peppina
  • Tre scozzesi
  • La sveglia birichina
  • Cocco e drilli
  • La figlia del re di castiglia
  • La Teresina
  • Gugù, bambino dell’età della pietra
  • Nozze nel bosco
  • I pescatori del Canada
  • Cheki! Cecki!… aih!
  • Un bambino
  • Ho visto un rospo
  • A mosca cieca
  • Farfalla in città
  • O che bella balla
  • Evviva noi
  • Per me cantare è un gioco
  • Riprendiamoci la fantasia
  • Siamo tutti re
  • Parla tu che parlo io
  • Amor di tamburello
  • Canzone amica
  • Cane e gatto
  • Corri topolino
  • E nelle onde che baraonde
  • Nonno superman
  • Monta in montain-bike
  • Un giallo in una mano
  • Il coccodrillo come fa?
  • Metti la canottiera
  • Il sole verrà
  • È meglio Mario
  • Un bambino terribile
  • La torreluna
  • La mia bidella Candida
  • Il cuoco pasticcione
  • Il singhiozzo
  • Lo stalliere
  • Le tagliatelle di nonna Pina
  • Il gatto puzzolone
  • Il pistolero
  • Wolfango Amedeo
  • Ma che mondo l’acquario
  • Le piccole cose belle
  • La doccia col cappotto
  • Un topolino, un gatto e…. un grande papà
  • Il contadino
  • Un punto di vista strambo
  • Il mio nasino
  • Quel secchione di Leonardo
  • Due nonni innamorati
  • Chi ha paura del buio
  • Prendi un’emozione
  • Quel bulletto del carciofo
  • Una parola magica
  • La rosa e il bambino
  • Acca

Canzoni per bambini e personaggi come Cino Tortorella e Topo Gigio che hanno fatto la storia della televisione italiana

Le canzoni di questo lunghissimo elenco hanno attraversato oltre 60 anni di tv italiana e visto sul palco personaggi che hanno fatto la storia della tv in Italia, come il grande Cino Tortorella, primo presentatore dello Zecchino d’Oro e considerato il papà del festival musicale per bambini anche grazie ai suoi personaggi impersonificati durante sul palco, come il simpaticissimo Magi Zurlì che “litigava” scherzosamente con un altro personaggio immaginario entrato di diritto nell’immaginario di noi tutti, l’indimenticabile Topo Gigio.

Su Topo Gigio si potrebbe aprire un capitolo a parte, ma ci limiteremo a dire che per la prima volta è apparso nel 1959 e che la sua prima voce fu quella di Domenico Modugno, sostituito nel 1961 da Peppino Mazzullo che per 45 lunghissimi anni presterà la voce al simpaticissimo topo antropomorfo.

Oggi a dare la voce a Topo Gigio è Leo Valli dal 2010, dopo una breve parentesi di Davide Garbolino.

Topo Gigio è anche un cartone animato e nella versione cartoon, a dare la voce al famosissimo topo è Claudio Moneta.

Il successo di Topo Gigio non si è limitato solo al pubblico italiano ma ha raggiunto picchi di massima notorietà tra i bambini sudamericani, dove è diventato anche mascotte di una squadra di calcio in Uruguay, in Germania, Giappone, Portogallo, Spagna e l’allora Jugoslavia.

I testi delle 3 canzoni per bambini più famose

Tra tutte le canzoni che hanno trionfato allo Zecchino d’Oro ne abbiamo scelte alcune, secondo noi le più famose, per condividere con voi il testo del brano e il video ufficiale della canzone.

Una delle più vecchie e famose canzoni per bambini è sicuramente “Quarantaquattro gatti” del 1968 è sicuramente al livello di “Il coccodrillo come fa” perché quando ti entra in testa è difficile scacciarla via prima di averla canticchiata per un po’.

Testo canzone per bambini “Quarantaquattro gatti”

Nella cantina di un palazzone
Tutti i gattini senza padrone
Organizzarono una riunione
Per precisare la situazione.

Quarantaquattro gatti, in fila per sei col resto di due,
Si unirono compatti, in fila per sei col resto di due,
Coi baffi allineati, in fila per sei col resto di due,
Le code attorcigliate, in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue, più due quarantaquattro.

Loro chiedevano a tutti i bambini
Che sono amici di tutti i gattini
Un pasto al giorno e all’occasione
Poter dormire sulle poltrone.

Quarantaquattro gatti, in fila per sei col resto di due,
Si unirono compatti, in fila per sei col resto di due,
Coi baffi allineati, in fila per sei col resto di due,
Le code attorcigliate, in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue, più due quarantaquattro.

Naturalmente tutti i bambini
Tutte le code potevan tirare
Ogni momento, e a loro piacere
Con tutti quanti giocherellare.

Quarantaquattro gatti, in fila per sei col resto di due,
Si unirono compatti, in fila per sei col resto di due,
Coi baffi allineati, in fila per sei col resto di due,
Le code attorcigliate, in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue, più due quarantaquattro.

Quando alla fine della riunione
Fu definita la situazione,
Andò in giardino tutto il plotone
Di quei gattini senza padrone.

Quarantaquattro gatti, in fila per sei col resto di due,
Marciarono compatti, in fila per sei col resto di due,
Coi baffi allineati, in fila per sei col resto di due,
Le code dritte dritte, in fila per sei col resto di due.

Quarantaquattro gatti, in fila per sei col resto di due,
Marciarono compatti, in fila per sei col resto di due,
Coi baffi allineati, in fila per sei col resto di due,
Le code dritte dritte, in fila per sei col resto di due…
Col resto di due…!

Video canzone “Quarantaquattro gatti”

Un’altra canzone per bambini che ha vinto lo Zecchino d’Oro che merita di essere citata è “Il caffè della Peppina” ecco il testo ufficiale del 1971.

Testo canzone per bambini “Il caffè della Peppina”

Il caffè della Peppina
Non si beve alla mattina
Né col latte, né col tè
Ma perché, perché, perché…

La Peppina fa il caffè
Fa il caffè con la cioccolata
Poi ci mette la marmellata
Mezzo chilo di cipolle

Quattro o cinque caramelle
Sette ali di farfalle
E poi dice: «Che caffè!»…

Il caffè della Peppina
Non si beve alla mattina
Né col latte, né col tè
Ma perché, perché, perché…

La Peppina fa il caffè
Fa il caffè col rosmarino
Mette qualche formaggino
Una zampa di tacchino
Una penna di pulcino
Cinque sacchi di farina
E poi dice: «Che caffè!»…

Il caffè della Peppina
Non si beve alla mattina
Né col latte, né col tè
Ma perché, perché, perché…

La Peppina fa il caffè
Fa il caffè con pepe e sale
L’aglio no, perché fa male
L’acqua sì, ma col petrolio
Insalata, aceto e olio
Quando prova col tritolo
Salta in aria col caffè…

Il caffè della Peppina
Non si beve alla mattina
Né col latte, né col tè
Ma perché, perché, perché…

Il caffè della Peppina
Non si beve alla mattina
Né col latte, né col tè
Ma perché, perché, perché…….!!!

Un altro grande successo dello Zecchino d’Oro difficile da ignorare è molto più recente, perché stiamo parlando della canzone per bambini che ha vinto l’edizione del 2003, per poi diventare un successo nazionale, ballata anche in discoteca!

Video canzone “Il caffè della Peppina”

L’autore della canzone è Gian Marco Gualandi, interprete anni prima del brano “Il pulcino ballerino”.

Testo canzone per bambini “Le tagliatelle di Nonna Pina”

La sveglia sta suonando
Ma fatela tacere
Perché di andare a scuola
Proprio voglia non ne ho.
Alzarsi così presto
Non è poi salutare
Ragazzi prima o poi mi ammalerò.

Invece oltre la scuola
Cento cose devo far
Inglese, pallavolo e perfino latin-dance
E a fine settimana
Non ne posso proprio più
Mi serve una ricarica per tirarmi su.
Ma un sistema rapido, infallibile e geniale
Fortunatamente io ce l’ho.
Se me lo chiedete per favore
Il segreto io vi svelerò
Ma sì, ma dai! E diccelo anche a noi

Sono le tagliatelle di nonna Pina
Un pieno di energia, effetto vitamina
Mangiate calde col ragù Col ragù!
Ti fanno il pieno per sei giorni ed anche più
Wo wo wo wo
Perché le tagliatelle di nonna Pina
Son molto più efficaci di ogni medicina
Sensazionali a pranzo, a cena e credi a me
Son buone anche al mattino al posto del caffè!
Yeah!

La situazione è grave
Ed anche i miei amici
Son tutti un po’ stressati
Per il troppo lavorar.
Il tempo pieno a scuola
Non lo vogliamo fare
Vogliamo star con mamma e papà

Ma intanto mi hanno iscritto
Anche a un corso di kung-fu
Sfruttando l’ora buca fra chitarra e ciclo-cross
È veramente troppo
Io non ce la faccio più
Mi serve una ricarica per tirarmi su
Ma un sistema rapido, infallibile e geniale
Fortunatamente io ce l’ho
Se me lo chiedete per favore
Il segreto io vi svelerò

Ma sì, ma dai! E diccelo anche a noi
Sono le tagliatelle di nonna Pina
Un pieno di energia, effetto vitamina
Mangiate calde col ragù Col ragù!
Ti fanno il pieno per sei giorni ed anche più
Wo wo wo wo
Perché le tagliatelle di nonna Pina
Son molto più efficaci di ogni medicina
Sensazionali a pranzo, a cena e credi a me
Son buone anche al mattino al posto del caffè
Viva le tagliatelle di nonna Pina
Un pieno di energia, effetto vitamina
Sensazionali a pranzo, a cena e credi a me
Son buone anche al mattino al posto del caffè
E allora forza, dai! Ma che problema c’è
Ci pensa nonna Pina a toglierti lo stress!
Yeah!

Video canzone “Le tagliatelle della Nonna Pina”

Curiosità sullo Zecchino d’Oro: da Cristina d’Avena a Maria Sole Tognazzi

La cantante Cristina d’Avena, nota per aver interpretato le sigle dei cartoni animati della nostra infanzia,  partecipò allo Zecchino d’Oro nel 1968 con “Il valzer del moscerino” ma non riuscì a vincere perché quell’anno venne premiata la canzone per bambini “Quarantaquattro gatti”. La canzone cantata da Cristina d’Avena arriva comunque sul podio, al terzo posto.

Il testo della canzone per bambini “Il valzer del moscerino”

Beppone russava
Nel grande giardino
E sul suo nasone
Volò un moscerino…
Il vento suonava
Un bel valzerino
Così il moscerino
Si mise a ballar…

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Nel sonno Beppone
Che più non russava
Il naso arricciava
Rideva, sognava…
Sognava una piuma
Un fiocco di neve
Un petalo rosa
Caduto dal ciel…

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Ma un gatto birbone
E pazzerellone
Colpì il moscerino
Graffiò il suo nasone….
E il valzer finiva
E il gatto fuggiva
Così per Beppone
L’incanto svanì…

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà

Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer del moscerino
Un lalla un lalla un lallallà
Questo è il valzer che fa lallallà…!

Video canzone “Il valzer del moscerino”

Cristina D’Avena ci racconta la prima volta con Disney

Tra i concorrenti, nel 1976 ci fu anche una figlia d’arte, Maria Sole Tognazzi, figlia dell’attore Ugo Tognazzi.

La piccola Maria Sole all’epoca aveva 6 anni e sul palco ha interpretato il brano “Show nella foresta” e venne presentata sul palco senza citare il cognome, per evitare favoritismi.

Qualche anno prima, Valter Brugiolo saliva sul palco dello Zecchino d’Oro per cantare Popoff e divenne un personaggio molto popolare e richiesto nelle reclame del Carosello, recitando anche in qualche pellicola dell’epoca, come “Lisa dagli occhi blu” e “Mezzanotte d’amore”.

E le tue canzoni preferite quali sono?

Fonte foto: Clker-Free-Vector-Images da Pixabay 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp