5WAY Chats | Abbigliamento sostenibile con fibre naturali: la risposta di Gunda Hafner

5WAY Chats è la rubrica di Fashion Times che racconta, intervista e mostra i nuovi talenti internazionali di moda e lifestyle.
gunda-hafner

Filosofia, ispirazione e mood del brand? Ci sforziamo di essere inclusivi, contemporanei e versatili. Tutti i nostri pezzi sono eticamente realizzati nel Regno Unito e possono essere ricondotti all’inizio della nostra catena di approvvigionamento sostenibile. La nostra ispirazione proviene in gran parte dall’ambiente e da come possiamo lavorarci per produrre capi di grande impatto ma con conseguenze ambientali minime.

Chi è il cliente ideale del tuo brand? La nostra cliente ideale è una donna che ama essere impegnata, cerca uno stile semplice e un guardaroba che possa vederla da casa, in ufficio, e poi direttamente alle uscite serali.

Perché hai deciso di lanciare il tuo brand? Ho deciso di lanciare Gunda Hafner Ltd nel 2016 dopo aver sperimentato diverse intolleranze. È diventato fondamentale per me possedere quanta più libertà possibile nelle mie scelte di guardaroba perché ero così limitato nella mia dieta. È stato solo durante la ricerca su questo che mi sono reso conto che c’era una lacuna nel mercato per il marchio da cui desideravo acquistare: abbigliamento sostenibile realizzato con fibre naturali che aveva in mente quelli con allergie. Questo mio sogno è diventato presto realtà e quattro anni dopo, sono così felice e grato di aver osato seguire il mio sogno, che ho ricevuto supporto per progettare e produrre insieme al mio team a Londra. Semplicemente amo quello che faccio e spero che sia palpabile nelle mie collezioni.

Qual è il tuo pezzo preferito dell’ultima collezione? Una domanda complicata. La nostra ultima collezione è stata l’Autunno/Inverno e ho adorato i miei jeans, camicie e cappotti in seta e tinti a mano, così come i vestiti e le gonne. Ogni articolo che appare sul sito web di Gunda Hafner è stato accuratamente selezionato da me per dare al cliente la massima flessibilità e capacità di lavorare con il resto del proprio guardaroba. Sono tutti i miei preferiti! In questo modo decidiamo quali campioni devono essere riprodotti ed elencati per il consumo pubblico.

Quali sono i tuoi pezzi d’autore, che non mancano mai nelle tue collezioni? A Gunda Hafner, amiamo il fatto di avere una gamma molto ampia di articoli. Le caratteristiche fondamentali comuni sono versatilità e bellezza pratica. Li vedrai in tutte le nostre collezioni ma con adattamenti per ogni stagione. Il mio team direbbe che i nostri pezzi distintivi sono le nostre giacche, poiché possono essere vestite su o giù e stratificate.

Come si è evoluto il tuo stile? E la filosofia che guida il tuo lavoro? È stata una curva di apprendimento ripida. Recentemente, abbiamo stretto collaborazioni con l’attivista, modella e utilizzatrice di sedia a rotelle, Samanta Bullock. Questo ha sicuramente significato che il nostro stile si è evoluto per essere più inclusivo poiché siamo diventati consapevoli, con la guida di Sam, delle difficoltà che le persone con disabilità devono affrontare quando fanno scelte di moda. È così interessante e stimolante vedere il tuo lavoro da un aspetto diverso perché alla fine progetto non per me ma per il mio cliente. Abbiamo sempre in mente il nostro ethos sostenibile, quindi il nostro stile continua ad evolversi in linea con il nostro desiderio di sperimentare costantemente anche nuovi materiali etici.

Come definisci l’estetica delle tue collezioni? Sofisticato, senza tempo, sportivo-elegante, indossabile, piacevole, disinvolto, versatile e internazionale influenzato dal mio background.

gunda-hafner

Cosa ti ispira nella vita? La mia infanzia in Austria: è qui che è iniziato il mio amore per l’ambiente quando sono cresciuto circondato dalla natura e con mio nonno che allevava le api. Mia nonna aveva dieci figli e quindi tutto doveva essere pratica e senza complicazioni. Direi anche che sono ispirato dalle persone che incontro, che possono essere viste attraverso collaborazioni come quella con Sam e il Vineyard Community Center di Richmond. Voglio contribuire dove posso.

Ci parli del processo creativo dietro la tua ultima collezione? Il processo creativo per me è in gran parte ispirato dai tessuti. Sono molto sensibile. Se sento un tessuto posso immaginare quello che dovrebbe essere. Ovviamente inizio con la ricerca, sia di persona che osservando le tendenze, per poi tradurla in potenziali idee di abbigliamento. È importante lasciare che i miei materiali e il taglio si uniscano per trasformarsi in qualcosa di unico.

Qualche progetto in arrivo? Senza rivelare troppo, abbiamo una nuova ed eccitante svolta nella nostra collezione da presentare. Il nostro pubblico “ideale” sta per espandersi in nuovi dati demografici…

Chi è la tua icona di stile? Non ho davvero un’icona di stile e invece ammiro la qualità e lo stile degli stilisti. Trovo che le icone di stile possano significare che i designer sono inconsciamente influenzati e voglio assicurarmi che i miei progetti non siano una copia di quelli di qualcun altro.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro? Nessun giorno è uguale. Sono attivo in ogni fase del processo di produzione. Ogni giorno ci sono sempre compiti diversi che richiedono la mia attenzione e io sono sempre pronto per la sfida e la creatività che derivano da tale libertà.

Il tuo più grande sogno nella moda? Il mio più grande sogno in questo settore è che le persone apprezzassero gli abiti sostenibili e la creatività e l’artigianato che caratterizzano ogni capo. Immagina di esserti seduto, di aver deciso cosa fare, di averlo sviluppato, di aver raccolto i materiali e di aver dedicato molto tempo alla produzione di questo capo. Se facessi tutto questo da solo, lo getteresti così facilmente via dopo un utilizzo? Non è solo un maglione o un paio di jeans, ma piuttosto un’intera squadra e un processo. Allora come mai alcuni di questi capi fast fashion costano solo 5 Euro? In ogni fase della catena di fornitura, la manodopera dovrebbe essere rispettata e i lavoratori pagati con un salario dignitoso.

Dove puoi acquistare il marchio? Attualmente puoi acquistare Gunda Hafner online su gundahafner.com, in store presso Rawluxe Fashion Boutique, Richmond e su 5Way, Milano anche online.


Fonte foto: 5WAY press office

Commenti

comments