Bloody Mary: leggenda, storia, ingredienti e ricetta

Il bloodymary è un cocktail classico per tutti quelli a cui piace il gusto piccante, caldo e salato, anche in un bicchiere con ghiaccio.

bloodymary leggenda storia nome ingredienti ricetta preparazione

Oggi vi parliamo di uno dei cocktail americani più famosi nel mondo, il Bloody Mary.

Perché ve ne parliamo proprio oggi, perché l’1 gennaio è il #BloodyMaryDay per via delle sue proprietà da cocktail dei cocktail, perfetto per chiudere le lunghe serate di bevute insieme ad amici e parenti, soprattutto dopo la notte di Capodanno, quando è facile esagerare con i drink. Il nostro consiglio? Chiudete la serata (o la nottata) proprio con un bloodymary!

Bloody Mary: il cocktail classico e sostanzioso anti-hangover

Soprattutto negli Stati Uniti, il Bloody Mary è considerato un drink di benvenuto per il brunch ed è il perfetto drink da banco dopo una lunga notte di bevute.

In Europa, questo cocktail è spesso sottovalutato: la maggior parte delle persone tende ad associare il succo di pomodoro a cure legate al digiuno, mentre se mescoli il succo 100% di pomodoro con dell’ottima vodka fine, limone fresco, salsa Worcestershire speziata (e dolce) e aggiungi un pizzico di tabasco, otterrai un ottimo aperitivo che dovresti assolutamente provare.

Come combattere l’hangover in bellezza?

Da dove prende il nome: la leggenda del Bloody Mary

Il nome del “cocktail insanguinato” risale a diverse storie, ma la più credibile è quella che coinvolge l’attore americano George Jessel.

Nel 1927, dopo una lunga serata di festa in un bar della Florida, quest’ultimo mescolò la bevanda da una bottiglia aperta di vodka per poter offrire ai suoi ospiti un drink da sbornia. Dopo che un’amica di nome Mary vide il suo vestito bianco con la bevanda rossa, George lo chiamò “Bloody Mary”.

L’altra storia vede Fernand Petiot, un famoso barista, considerato come il vero inventore del classico Bloody Mary, realizzato in un bar di Manhattan dal 1934.

Un’altra leggenda narra che il nome venne preso direttamente dai libri di storia, per celebrare o ricordare la Regina Maria I Tudor d’Inghilterra, soprannominata “Maria la Sanguinaria”.

Bloody Mary: ingredienti per fare il cocktail al succo di pomodoro

Gli ingredienti per fare questo famoso cocktail sono molto interessanti perché nel 99% dei casi è possibile trovare tutto in una normale cucina. Forse l’unica cosa che non avrete sarà la salsa Worcestershire, quindi affrettatevi a trovarla!

bloodymary leggenda storia nome ingredienti ricetta preparazione

Ecco tutti gli ingredinti per fare un ottimo cocktail Bloody Mary:

  • 5cl di Vodka
  • 10 cl di succo di pomodoro
  • 1 pizzico di salsa Worcestershire
  • 1-2 pizzichi di Tabasco
  • Un po’ di sale e pepe
  • Un buon pizzico di succo di limone
  • Sedano (facoltativo)
  • Spicchio di limone (facoltativo)

Come preparare un Bloody Mary in 2 minuti

La preparazione è ancora più semplice: ecco spiegato passo dopo passo come realizzare in modo facile e veloce un buonissimo Bloody Mary da offrire agli amici.

Mettete tutti gli ingredienti in un barattolo di frullatore pieno di cubetti di ghiaccio e mescolate bene per qualche secondo.

Mettete tutto il contenuto del frullatore in un bicchiere freddo con altri cubetti di ghiaccio.

Guarnire il tutto con un gambo di sedano (bastoncino di cuore) e con uno spicchio di limone e servire ai vostri amici più cari.

Bloody Mary: varianti della ricetta originale del cocktail rosso

Come ogni cocktail famoso in tutto il mondo, nel paese che vai, variante che trovi, così, in base a dove ti troverai potranno servirti il Bloody Mary con birra messicana, rum scuro, sharry, whiskey e addirittura tequila… ovviamente i nomi di questi cocktail vengono storpiati e visto che siamo dei puri conservatori, non vogliamo nemmeno citarveli, per non farvi cadere nella tentazione di ordinarli.

La modifica più famoso fatta al cocktail venne pensata da un barman canadese che offrì ai suoi ospiti un Bloody Mary con purea di vongole, successivamente sostituito con un più o meno allettante (dipende dai gusti) brodo di vongole pronto, mescolato con tutti gli altri ingredienti originali del cocktail rosso.

Anche per quanto riguarda la guarnizione, la fantasia ha aiutato e imbarazzato più di un barman, con la presenza di gamberi e pancetta croccante… cose insomma, da non credere e (per cortesia) non ripetere.

Per gli amanti del gusto, irrinunciabile anche a tavola, è arrivato anche il momento di svelarvi che da qualche parte nel mondo vendono anche il ketchup a gusto Bloody Mary…. a soli 9,90 Euro per 500 ml, un vero affare per chi intende berlo (anche se non lo consigliamo).

Fonte foto: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp