3 menu facili e veloci per fare colpo a San Valentino

Niente cene in ristoranti stellati e piatti gourmet, per questo San Valentino stupisci il tuo partner con un menù alternativo fatto in casa. Ve ne suggeriamo 3 diversi tra cui scegliere, tutti facili e di sicuro successo: piccante, speziato e raffinato.

Oggi vi parliamo di San Valentino e ovviamente di food. Ecco qualche idea interessante per menu facili e veloci per una cena in casa che vi farà fare colpo sul vostro partner. Provare per credere.. Ecco le ricette:

MENÚ “PICCANTINO”

Cominciamo con un drink che sia per il colore sia per il gusto è perfetto per dare il via a una cena “appassionata”: il Bloody Mary.

Drink Bloody Mary
Ingredienti per 1 bicchiere (quindi raddoppiate le quantità)
2 parti Vodka
3 parti succo di pomodoro
6 gocce salsa Worcester
5 gocce tabasco
sale
qualche goccia di succo di limone
pepe nero
1 gambo di sedano
Procedimento
Versate la vodka dentro lo shaker con il succo di pomodoro e il succo di limone. Agitate vigorosamente e aggiungete il Tabasco, la salsa Worcester, sale e pepe. In mancanza di uno shaker, mescolate lentamente gli ingredienti sempre rispettando quest’ordine di ingredienti: ci vorrà più tempo, ma il risultato finale sarà lo stesso. Insieme al classico gambo di sedano come guarnizione potete aggiungere altre verdure e un paio di foglie di menta fresca. Servite il drink in un bicchiere alto con qualche cubetto di ghiaccio sul fondo.

Antipasto: gamberi su crema di menta e zenzero
Ingredienti
gamberi
menta fresca
radice di zenzero fresco
pinoli
olio evo
sale e pepe
Procedimento
In un bicchiere da mixer a immersione, mettete qualche foglia di menta, un po’ di succo di zenzero grattugiato, qualche pinolo che avrete tostato in padella molto calda, olio evo, sale e pepe. Frullate ottenendo una crema densa. Pulite poi i gamberi (facendo molta attenzione a togliere perfettamente il filetto nero sul dorso), sciacquateli sott’acqua corrente, asciugateli e metteteli a marinare per una mezz’ora in un po’ di olio evo e qualche fettina di zenzero. Nel frattempo avrete acceso una bistecchiera/griglia e quando ben calda scottate i gamberi un minuto per lato. Impiattate mettendo un cucchiaio di crema di menta al centro del piatto, adagiate qualche gambero, mettete un paio di foglie di menta per guarnizione, un filo d’olio e una grattugiata di pepe nero.

Primo: vellutata di carote arrosto con zenzero e peperoncino
Ingredienti
250gr carote (possibilmente piccole)
½ peperoncino fresco
un paio di foglie d’alloro
1 spicchio d’aglio
½ Limone
un pezzetto di radice di Zenzero fresco
1 rametto di prezzemolo fresco
1 patata
1 scalogno
brodo vegetale (fatto con acqua, sedano, carota e cipolla, una presa di sale)
olio evo e sale
Procedimento
Accendete il forno per scaldarlo. Preparate il brodo. Pelate le carote e lasciatele intere. Prendete una placca rivestita di carta forno, mettete un filo d’olio e disponete le carote; irroratele con il succo di limone, aggiungete le foglie di alloro, il peperoncino fresco tagliato a rondelle, metà dello zenzero tagliato a listarelle, lo spicchio d’aglio in camicia schiacciato, il prezzemolo lavato e grossolanamente strappato con le mani. Aggiungete un po’ di sale e altro olio. Infornate a 220° per circa 25 minuti. In un padella mettete a soffriggere olio, scalogno tritato, patate a cubetti e lo zenzero rimasto. Appena appassisce lo scalogno, aggiungete le carote arrosto (avendo cura di togliere l’aglio, i pezzi di zenzero e qualche rondella di peperoncino. Fate tostare le carote a fiamma vivace, dopodiché copritele con il brodo. Lasciate cuocere senza coperchio a fiamma media per una ventina di minuti, dopodiché frullate il tutto con un mixer ad immersione; rimettete la vellutata in padella e fate cuocere ancora 5 minuti poi siete pronti per impiattare e decorare a piacimento con peperoncino, una foglia di alloro, un filo d’olio e qualche crostino di pane croccante.

Secondo: manzo alle 5 spezie con salsa di finocchi e arance
Ingredienti
200gr di filetto di manzo
100gr di finocchi
1 cipollotto
1 arancia non trattata
aceto bianco
zucchero
olio d’oliva extravergine
1 cucchiaino di mix di spezie in polvere: anice stellato, cannella, pepe, semi di finocchio, bacche di ginepro
Procedimento
Pulite e tagliate a pezzi i finocchi, poi stufateli in padelli con un filo d’olio, il cipollotto affettato e un po’ di scorza di arancia grattugiata. Cuocete a fuoco basso finché risulteranno morbidi, regolate di sale e frullate il tutto. Tenete la salsa ottenuta da parte. Tagliate il filetto di manzo a pezzi abbastanza grandi e di dimensioni uniformi e lasciateli marinare per 2ore circa nel mix di 5 spezie con olio. Nel frattempo pelate a vivo l’arancia. In un padella ben calda e antiaderente cuocete la carne velocemente girandola su tutti  i lati. Servite impiattando un po’ di salsa di finocchio, i cubotti di carne, gli spicchi di arancia e accompagnate con dell’insalata fresca.

Dolce: sorbetto allo zenzero con sciroppo al frutto della passione
Ingredienti
Per il sorbetto:
200gr zucchero
1 limone
4 cucchiai zenzero in polvere
Per lo sciroppo:
4 passion fruit
80gr zucchero di canna integrale
1 mango
1/2 ananas
Procedimento
Scaldate mezzo litro di acqua con lo zucchero per 5 minuti. Aggiungete il succo e la scorza grattugiata del limone e lo zenzero. Mescolate. Lasciate raffreddare e mettete nel congelatore mescolando ogni ora per evitare che al posto del sorbetto vi ritroviate una granita. Nel frattempo preparate lo sciroppo estraendo la polpa dai frutti della passione e unendola allo zucchero. Mescolate bene e lasciate riposare il composto per 24 ore. Il giorno successivo, a fine cena, mettete la polpa macerata in un pentolino, potate a bollore, spegnete il fuoco, e servite il sorbetto allo zenzero accompagnato da ananas e mango tagliate a bastoncini e irrorate il tutto con lo sciroppo di frutto della passione.

MENU SPEZIATO

Antipasto: tartare di salmone con crema di robiola e salsa d’avocado
Ingredienti
200gr filetto di salmone
1 avocado maturo
20gr robiola
un goccio di panna fresca
1 limone
olio evo
qualche foglia di basilico fresco
aneto fresco
sale e pepe
Procedimento
Tagliate in piccoli dadini il salmone e create la tartare. Mettete il pesce in una ciotola e conditelo con un cucchiaio di succo di limone, regolate di sale e pepe. In una ciotolina lavorate la robiola con la panna fino a ottenere una crema omogenea, salate e pepate. Tagliate a fettine sottili l’avocado e irrorate con il succo di limone rimasto. Frullatene 3/4 con dell’olio e alcune foglie di basilico, quindi aggiustate di sale. Impiattate mettendo sul fondo un po’ di purea di avocado e componete la tartare di salmone, aiutandovi con un coppapasta per ottenere una forma rotonda e definita. Decorate con le fettine di avocado tenute da parte, una quenelle di crema di formaggio e qualche ciuffo di aneto fresco.

Primo: spaghetti alle verdure con curcuma e ricotta
Ingredienti
160gr spaghetti integrali
1 broccolo
1 zucchina
1 melanzana
1 carota
qualche pomodorino datterino
1 spicchio aglio
1/2 peperoncino
curcuma in polvere
vino bianco
olive di Gaeta
1 rametto maggiorana
1 rametto timo
ricotta stagionata
basilico fresco
olio evo
sale
Procedimento
Soffriggete le verdure, lavate e tagliate, in una padella con un filo d’olio, l’aglio in camicia, il peperoncino tritato a coltello e un cucchiaino di curcuma. Cuocete a fuoco vivo, sfumate con un po’ di vino bianco e continuate a cuocere per alcuni minuti. A questo punto unite anche i pomodorini datterini tagliati in quarti e qualche oliva. Aggiustate di sale e aggiungete foglie di timo e maggiorana. Lessate gli spaghetti e conservate una tazza di acqua di cottura prima di scolarli. Quando pronti fateli saltare in padella con le verdure, aggiungete l’acqua di cottura e a fiamma spenta completate con un filo d’olio, ricotta stagionata grattugiata al momento e foglie di basilico.

Secondo: spiedini di capesante, limone e bacon
Ingredienti
100gr fette di bacon
10 capesante
2 limoni non trattati tagliati a spicchi
10 gamberi
sale e pepe
olio evo
Procedimento
Pulite i gamberi e le capesante, arrotolate le fettine di bacon e infilzate su ogni spiedino prima una capasanta, poi uno spicchio di limone, un gambero e un rotolino di bacon. Procedete fino a completare lo spiedino. Spennellate ogni spiedino con un po’ d’olio, salate e pepate e su una griglia ben calda cuoceteli, girandoli, per circa 3 minuti.

Dolce: torta al rabarbaro
Ingredienti
250gr burro
6 cucchiai latte intero
4 uova
60gr farina di mandorle
400gr farina 0
75gr farina di farro
250gr zucchero
250gr rabarbaro
2-3 cucchiai avena in fiocchi
1 cucchiaio lievito in polvere
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di zenzero in polvere
olio
zucchero a velo
Procedimento
Riscaldate il forno a 180° ventilato. Ungete lo stampo, preferibilmente da plum cake, con uno scottex bagnato di olio, spolverizzate con i fiocchi d’avena leggermente tritati e toglietene l’eccesso capovolgendo lo stampo (come si fa con la farina). Lavate e sbucciate il rabarbaro e tagliatelo in pezzetti di circa 2 cm di lunghezza. Mescolatelo con 2 cucchiai di farina e tenetelo da parte. Mixate la farina rimanente con la farina integrale, il lievito in polvere, il sale e lo zenzero. In un pentolino fate sciogliere il burro a fiamma bassa senza farlo assolutamente soffriggere e quando sciolto versatelo un una ciotola insieme al latte e alle uova: frullate il tutto (la frusta a mano è più che sufficiente). Versate il composto ottenuto con il mix di farine e impastate fino a ottenere un impasto omogeno e appiccicoso. Incorporate poi le mandorle e il rabarbaro. Versate l’impasto nello stampo, lisciate la superficie e mettete in forno per 45-50 minuti. Una volta pronta fate riposare e raffreddare la torta e servitela ben fredda e con una spolverata di zucchero a velo.

MENU RAFFINATO

Antipasto: capesante con bottarga e caviale di salmone
Ingredienti
4 capesante
1,5dl brodo di pesce
½ kg sale grosso
1 cucchiaio sherry
2 cucchiaini uova di salmone
2 uova
1 cucchiaio bottarga di muggine
1/2 lime
sale e pepe
Procedimento
Disponete le capesante pulite con il loro guscio su una placca con 1 kg di sale grosso. In una ciotola mettete uova, il brodo di pesce, la bottarga e lo sherry e mescolate il tutto con una frusta a mano. Riempite i gusci di capesante con il composto di uova, coprite con un foglio di alluminio e passate in forno caldo a 200° C per 10-12 minuti. Servite accompagnando ogni guscio con le uova di salmone, la scorza di lime e fettine di bottarga.

Primo: orzotto con barbabietola e spirale di gorgonzola piccante
Ingredienti
200gr orzo
100gr gorgonzola piccante
50ml panna fresca
3 cucchiai parmigiano
1 barbabietola lessata
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
burro q.b.
olio evo
sale
timo fresco
Procedimento
Mettete in ammollo l’orzo per 2 ore. Tagliate la barbabietola a cubetti e frullatela con un mixer a immersione con un filo d’olio, un pizzico di sale e un mestolo di brodo vegetale fino a ottenere una consistenza cremosa. Scolate e sciacquate l’orzo, tostatelo in una pentola con un filo d’olio e un pizzico di sale, mescolando continuamente. Dopo qualche minuto aggiungete il vino e, quando sarà sfumato, versate altro brodo caldo. Cuocete l’orzo come un risotto e 10 minuti dalla fine della cottura unite la crema di barbabietola. Frullate metà del gorgonzola con la panna e create una fonduta leggera. Una volta cotto, togliete l’orzo dal fuoco e mantecate con il parmigiano grattugiato, il gorgonzola a dadini rimasto e qualche fiocco di burro. Impiattate mettendo sul fondo la fonduta, poi l’orzotto e foglioline di timo.

Secondo: carpaccio di aragosta con zucchine e agrumi
Ingredienti
1 aragosta
2 zucchine
1 arancia
1 limone
1 sedano costola
1 carota
1 cipolla
1 dl vino bianco secco
1 pomodoro secco
1/2 cucchiaino pepe rosa bacche
olio evo
sale
Procedimento
In una pentola mettete acqua, cipolla, carota, sedano, scorza d’arancia, di limone e portate a ebollizione; unite il vino, un po’ di sale e, dopo 5 minuti, immergete l’aragosta. Coprite e lasciate cuocere per 10 minuti, scolate e lasciate raffreddare. Portate a ebollizione un po’ d’acqua salata in una nuova pentola, pulite le zucchine, tagliatele a nastri con un pelapatate e scottatele per qualche secondo; scolatele e raffreddatele in acqua ghiacciata. Sbucciate al vivo l’arancia e il limone, tagliateli a dadini, spremete la parte dei frutti rimasta e raccogliete il succo in una ciotolina insieme a olio, sale, il pomodoro secco tagliato a pezzetti e le bacche di pepe rosa pestate. Emulsionate bene il tutto. Staccate la polpa dell’aragosta dal guscio, tagliatela a fette, mettetela nei piatti insieme ai nastri di zucchina e alla polpa di agrumi e condite il tutto con l’emulsione di olio aromatizzato.

Dolce: baci di Alassio
Ingredienti
500gr nocciole tostate
300gr zucchero
30gr cacao amaro
30gr miele di acacia
2 albumi
Per la crema
50gr panna fresca
100gr cioccolato fondente
Procedimento
Montate a neve ferma gli albumi. Tritate finemente le nocciole e amalgamatele insieme allo zucchero, al cacao, al miele e agli albumi, facendo attenzione a mescolare dall’alto verso il basso per non smontare l’impasto. Mettete il composto in una sacca da pasticcere e su una teglia create delle piccole fiammelle. Infornate a 200°C per 10 minuti. Nel frattempo tritate grossolanamente il cioccolato, in un pentolino scaldate la panna e al primo bollore spegnete e fuori dal fuoco unite il cioccolato. Quando pronte le fiammelle, sulla base della metà realizzate mettete un po’ di crema e unitele con la metà restante creando una coppia dolce come un bacio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp