La corsa è una cosa meravigliosa

Correre per una giusta causa ti riempie il cuore di gioia.

RunForEmma

La corsa mi rende felice, mi ha aiutato a tirare le fila della mia vita in un periodo in cui non sapevo da che parte girarmi né come muovermi. La corsa mi fa sentire libera ogni volta che la pratico, le endorfine sono miracolose.

La sensazione che provo ogni volta che finisco di correre è come quella di buttarsi sotto la doccia dopo essersi rotolati nel fango, una sensazione di pulizia, di rigenerazione, con il fango fai scivolare tutte le cose brutte e negative che ti attanagliano e ritrovi la serenità per pensare e affrontare i problemi uno alla volta e risolverli senza panico, nella giusta maniera.

E’ un cerchio, più corri più ti liberi più hai voglia di correre!

La corsa mi ha portato tanti nuovi amici e altri ancora, lo so, ne arriveranno. La corsa mi ha dato equilibrio e fiducia in me stessa, la corsa mi infonde energia.

Corsa

Aprile è il mese che ricordo con maggiore affetto, il mese in cui ho corso per la mia prima volta i 10 kilometri, è il mese in cui correrò la mia prima Maratona di Londra, ed è anche il mese in cui correrò la staffetta con tre amici fantastici.

Adoro correre la staffetta, mi diverte, mi carica, non c’è nulla di più bello che correre gli stessi kilometri di una maratona divisi per quattro, lo spirito di gruppo e di competizione che si crea, l’attesa del compagno che ti passerà il chip, la solidarietà e le chiacchiere nelle gabbie con gli altri concorrenti mentre aspetti di iniziare a correre la tua tappa. Quasi mi è spiaciuto lo scorso anno non averlo fatto, ma ero impegnata nella maratona e vi assicuro che anche in quella occasione le emozioni non sono mancate.

La staffetta della Milano ha un posto speciale nel mio cuore, la prima volta l’ho corsa per la Fondazione PUPI di Paula e Javier Zanetti, ed è stato grazie a quella sfida che mi sono innamorata della corsa ed è stato grazie alle emozioni che ho provato in quella gara che ogni giorno scelgo di infilare le scarpe e andare correre per continuare a provare quelle emozioni.

E anche quest’anno 2017, il mio mese di Aprile avrò un che di speciale perché correrò per la associazione #run4emma&friends. Il 2 io, Erika, Emilio e Savino saremo lì con le nostre maglie fucsia. (colore che adoro peraltro) per correre la nostra staffetta.

Corsa

Cosa significa correre una staffetta? QUATTRO CUORI, UN OBIETTIVO

Correre come un corpo solo, rinnovare il vigore e la potenza ad ogni tappa.

La squadra è una cosa unica, condivide ogni secondo guadagnato, ma anche ogni posizione persa.
Quando la combinazione è perfetta, il risultato è bruciante, la vittoria unica, un ricordo indelebile per quattro runners uniti in un solo obiettivo per un unico scopo. Superarsi significa essere migliori, nel fisico come nel cuore.

Ogni passo, ogni curva superata è un passo, una svolta per le piccole e le grandi Onlus che rendono questo mondo un posto migliore.

Corsa

Il Charity Program è il grande progetto di solidarietà creato e sostenuto da Milano Marathon che permette a tutti i runner di correre per un’Organizzazione Non Profit e di aiutarla a raccogliere donazioni. Maratoneti e staffettisti hanno l’opportunità di sostenere una delle Organizzazioni Non Profit, tantissime, aderenti al Charity Program, aggiungendo così al piacere della corsa anche quello di fare del bene. Complessivamente dalla sua nascita nel 2010, il programma ha raccolto oltre 3.000.000 € e ha visto la partecipazione di quasi 350 Organizzazioni Non Profit.

L’edizione 2016 si è confermata ancora una volta un punto di riferimento per il mondo del Non Profit italiano. Quest’anno, infatti, il Charity Program si è ispirato al virtuoso “modello anglosassone” ed è stato riservato solo a 98 Organizzazioni Non Profit. Il modello prevede l’acquisto di pacchetti di iscrizioni da parte delle Non Profit e la loro cessione alle squadre sostenitrici a fronte di una donazione minima o del raggiungimento di un obiettivo di raccolta fondi su Rete del Dono, piattaforma di crowdfunding e personal fundraising leader in Italia.

Questo approccio coinvolge attivamente e direttamente sia le singole Non Profit sia i sostenitori, rendendoli protagonisti e promotori della raccolta fondi.

E noi, io e i mie 3 specialissimi compagni di avventura, lo faremo per Gabriele.

Gabriele è un bellissimo bambino di 8 anni, sveglio, intelligente e curioso. Lui sa di essere “speciale” perché affetto da Sma tipo 2, una malattia che colpisce i bambini in tenera età, indebolendo tutti i muscoli volontari, e che gli impedisce di camminare e svolgere anche le azioni più semplici, come alzare una bottiglia d’acqua o dare un abbraccio.

Gabriele
Gabriele

Ma Gabriele è un piccolo eroe e affronta tutto “correndo” con la sua inseparabile carrozzina elettronica, che lui chiama “Spider” dall’età di 3 anni.

Gabriele tutte le mattine arriva a scuola con il suo papà, che con pazienza posiziona manualmente due scivoli metallici per farlo scendere dall’auto… manovra impegnativa e poco sicura.

Gabriele frequenta la terza elementare a tempo pieno! Ha tanti amici e una vita intensa.

“Gabriele” racconta la mamma “ci da la forza di andare avanti a testa alta, di rialzarci quando cadiamo, ci dà la luce che ci indica la strada giusta quando la smarriamo. Gabriele ci ha donato la “sensibilità” e la gioia di conoscere tante persone speciali, ha allontanato da noi le persone false unendoci di più ai veri amici. Gabriele “vorrebbe crescere” e noi vorremmo che lo facesse nel migliore dei modi possibili per questo ogni giorno lottiamo, ci impegniamo ad affrontare le mille difficoltà con sacrifici. Sappiamo, più o meno, cosa ci riserva il futuro…ma stringiamo i denti e cerchiamo di vivere il presente prendendo tutte le cose belle che ci dà. Ogni giorno che passa per noi è una vittoria”.

Corsa

Il progetto Run4Emma&friends 2017 (www.runforemma.it) si è dato l’obiettivo di regalare a Gabriele una pedana automatizzata e, se possibile, un mezzo di trasporto più sicuro e più adatto.

Noi siamo solo 4 dei tantissimi runners che ormai affollano le strade ed i parchi di Milano a tutte le ore del giorno e della notte, correre ci rende felici e vogliamo che anche gli altri lo siano, per questo, quale migliore occasione della Milano Marathon Relay 2017 per unire la nostra passione ad un bellissimo gesto di amore e solidarietà?

Non chiediamo la luna, bastano pochi euro per migliorare la vita di Gabriele, in attesa che la ricerca dia nuove speranze ai bambini affetti da questa terribile malattia.

Bastano solo pochi passaggi e qualche minuto di buona volontà, il costo di un caffè, di una pizza, di un cinema, di un libro, perché ora, in questa occasione come non mai l’unione fa la forza! Non siate timidi!

In anticipo un Grazie di cuore per quelli che ci sosterranno

Greta, Erika, Savino ed Emilio

Per donare con pochi click al link:
https://www.retedeldono.it/it/iniziative/ventizero8-cresciamo-insieme/emilio.fidone/4-x-gabriele

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp