Ecco le scuse più usate per giustificare lo shopping compulsivo!

“Non ho niente da mettermi!”: questa la scusa più ricorrente in Europa per gli shopping-compulsivi. E voi che scusa usate?

Chi è pazzo per lo shopping lo sa bene: c’è sempre una buona ragione per fare acquisti. Vente-privee.com ha indagato e ha raccolto le scuse più usate per giustificare lo shopping compulsivo.

Tra gli europei vi è una preferenza a ricorrere a scuse per giustificare le proprie spese folli. Al primo posto “Me lo meritavo” (citata dal 32% delle intervistate), seguito da “Non potevo lasciarmi sfuggire questa occasione” (25%), “Non avevo nulla da mettermi” (23%), “Ho bisogno di tirarmi su di morale” (20%), “Sono invitata a un matrimonio, una festa, un compleanno” (19%).

ecco le scuse per fare shopping

Alcune scuse sono più diffuse in alcuni paesi per giustificare gli acquisti di impulso: in Italia “Me lo meritavo” oppure “Avevo bisogno di tirarmi su di morale”, in Spagna e in Francia “Non potevo resistere a questo affare”, in Germania “Ho bisogno di rinnovare il guardaroba per il mio nuovo lavoro“, in Austria “Mi serviva per una serata speciale”, nei Paesi Bassi “Non avevo niente di questo colore”… Ma la scusa più ricorrente, che accomuna tutti i paesi, è “Non avevo niente da mettermi!”.

La ricerca evidenzia anche che, come da previsione, sono le donne a lasciarsi tentare di più. E crisi o non crisi, non si dice mai di no ad una buona occasione. Complici la sempre maggior diffusione dell’e-commerce, e in particolare del mobile commerce, l’ampissima scelta e i prezzi particolarmente vantaggiosi proposti dal sito, oltre alla diffusione di tablet e smartphone, che abbattono le barriere spazio-temporali. A.R.

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

ecco le scuse per fare shopping

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp