Milan Fashion Week

In occasione di Milano Moda Donna, Laura Biagiotti presenta la sua collezione Autunno-Inverno 2013/2014. Alla base di questa collezione una voglia di sperimentare nuove tecniche senza tralasciare le proprie radici.

Che cosa è la moda? Quintessenza dell’effimero o profumo di eternità? Certamente è un segno ineliminabile della storia, marcatore dell’appartenenza sociale, foriero di modernità, costante esercizio sul futuro prossimo”, riflette Laura Biagiotti.

La stilista, dopo 40 anni di carriera, continua a sperimentare, e con la collezione Autunno-Inverno 2013/2014 si spinge oltre ogni limite. I capi diventano “sperimentazioni polimateriche” e possono essere indossati al rovescio. Una collezione che viene sintetizzata in cinque punti importanti.

Iniziamo con ‘la maglia’, sempre fil rouge per Laura Biagiotti, che questa volta la rende impalpabile come lussuose ragnatele. Non manca la treccia, sua firma per eccellenza, che viene impiegata per scolpire la silhouette dell’abito e si arrampica sinuosa nella cappa. Il cashmere è anche l’anima regale della giacca di pelle che, con interventi laser, si fonde al tricot e ne assorbe le trecce, trasformando il chiodo da bad girl in giubbotto neo-romantico.

‘Il pizzo’ viene mischiato ad altri materiali come quello che ritroviamo nel tubino o nella giacca. Quello di pelle viene applicato su fantasie maschili come il principe di Galles e il pied de poule.

‘Il nuovo tartan’ invece viene stampato su satin, chiffon e panno e rivisitato per dargli un mood used per capi quotidiani. Motivi scozzesi si intrecciano nella maglia jacquard di giacche, cappe e plaid avvolgenti.

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

‘Lavorazioni double per cappotti & Co’ ovvero l’eleganza reversibile del tessuto double-face che questa volta ritroviamo sui pantaloni, giacche doppiopetto e abito a portafoglio. Protagonista assoluto è il paltò da indossare tutto il giorno.

Infine ‘colori e accessori’ con una palette cromatica che si espande dal bianco al nero passando per l’antracite, il burgundy, l’ottanio, l’ocra e accenni di oro e argento. Le borse sono obbligatoriamente di maglia, lavorata ad uncinetto e rifinita con catene, da indossare in twin set con l’abito. Come gli occhiali, che riproducono sull’asta la stampa tartan della collezione. Non dimentichiamo le calze che diventano pesantissime nella versione tricot. A.R.

NEWS MODA SULLA TUA MAIL

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

Laura Biagiotti Fall-Winter 2013/14

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp