La Redoute debutta nella moda sposa avvalendosi del talento della stilista francese Delphine Manivet. La designer ha rivisitato pezzi iconici del suo archivio per la sposa e per le damigelle d’onore separandoli in due mondi: “Couture” in vendita online da marzo e “Bohème” disponibile da aprile.

Nella collezione “Couture” la sposa classica viene rivisitata in chiave contemporanea. Nascono così due modelli. Il primo è un lungo abito bustier stile impero da indossare con un top di pizzo, l’altro un abito corto in crêpe senza spalline con gonna a ruota stile anni Cinquanta. Da abbinare ad entrambi un completo lingerie rigorosamente in seta e pizzo. Per la damigella invece uno scamiciato.

Come indica il nome della collezione “Bohème“, l’ispirazione per questa seconda linea è una donna con i capelli sciolti e a piedi nudi nel prato. Anche qui due modelli. Il primo è un lungo abito fluido con maniche a tre quarti totalmente realizzato in pizzo; il secondo è corto con maniche a sbuffo e un’ampia scollatura sulla schiena con una sottoveste in pizzo. Pantaloni sarouel e blusa ricamata per la damigella. A.R.

Diventa Fan di Fashion Times su Facebook e seguici suTwitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Delphine Manivet per La Redoute
Delphine Manivet per La Redoute
Delphine Manivet per La Redoute
Delphine Manivet per La Redoute
Delphine Manivet per La Redoute