La pizza di montagna di Denis Lovatel è sbarcata da poco a Milano e ha già ricevuto prestigiosi premi; ispirato dalle amate Dolomiti, la sua filosofia green è all’insegna della sostenibilità e del rispetto del territorio.

Fare le pizze è come amare qualcuno. Deve venire facile. E probabilmente Denis Lovatel è molto innamorato, perché la sua pizza di montagna è unica. Ma andiamo con ordine: Denis è il nuovo locale aperto a Milano, in via Statuto (Moscova) dal pizzaiolo bellunese, già titolare di Da Ezio ad Alano di Piave (BL) e della pizzeria interna al Rosa Alpina, insieme al St Hubertus di Norbert Niederkofler (3 stelle Michelin).

denis lovatel pizza di montagna

Con la sua filosofia green, Denis sbarca finalmente nel capoluogo meneghino per far conoscere ai pizza lovers di tutto il mondo la sua inimitabile pizza di montagna, nata da un’idea che abbraccia sostenibilità e rispetto del territorio.

“Arrivo a Milano dopo un lungo corteggiamento con questa città – spiega Denis Lovatel – che amo particolarmente perché qui ho iniziato la mia precedente carriera lavorativa, prima di dedicarmi alla pizzeria di famiglia tra le Dolomiti. Il progetto è stato sviluppato con il gruppo Food Partners e con imprenditori che da subito hanno condiviso la mia idea di pizza e che credono fortemente nel progetto”.

Classe 1975, Denis Lovatel cresce sin da piccolo tra le montagne bellunesi all’interno della pizzeria di famiglia aperta nel 1977 dal padre. A 14 anni già si diletta in cucina preparando le sue prime creazioni e aiutando concretamente l’attività di famiglia.

denis lovatel pizza di montagna

La vita lo porta successivamente lontano dal luogo natale per intraprendere una carriera come manager di una multinazionale a Milano, periodo durante il quale ha la fortuna di frequentare molti ristoranti di alto livello, alimentando la sua passione per il cibo di qualità.

Un episodio in particolare segna la vita di Denis e lo lega per sempre alla montagna: una pericolosa esperienza lo ha visto rimanere bloccato su una parete di roccia per alcuni giorni, nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi. Grazie a questa esperienza, Denis si lega sempre di più al suo territorio, fino a decidere di abbandonare la carriera da manager nel 2009 e tornare ad Alano di Piave, la sua vera casa.

Qui prende in mano le redini della Pizzeria del padre, dando una svolta e scegliendo di realizzare le sue pizze di montagna.

La pizza di montagna di Denis Lovatel

Ispirata dalle Dolomiti e dai prodotti che questo territorio Patrimonio dell’Unesco offre, Denis porta nel suo nuovo locale quelle stesse pizze che lo hanno reso celebre a livello nazionale e internazionale. Realizza le sue pizze partendo da un impasto unico: croccante e leggero, a basso apporto calorico, nella cui preparazione il sale viene sostituito e compensato dalla sapidità delle erbe di montagna e dal bilanciamento degli ingredienti scelti.

denis lovatel pizza di montagna
Denis Lovatel e la sua pizza di montagna

Si dice che il segreto della pizza sia l’acqua. Quella adoperata da Denis per l’impasto è acqua di montagna, opportunamente filtrata, proveniente da una sorgente di natura carsica, che esce da una frattura di roccia, a circa 400 metri sopra il livello del mare; ha un basso residuo fisso e proprietà fondamentali per donare croccantezza alla pizza.

A questo impasto, la cui lievitazione dura almeno 52 ore, vengono aggiunti topping ricercati, con l’idea di realizzare una pizza che abbia una forte identità, che rappresenti il territorio e che rispetti la natura circostante, dando il giusto valore alle piccole produzioni agricolo-casearie delle Dolomiti. A questo proposito, molti degli ingredienti da “Denis” saranno prodotti da aziende agricole partner, accuratamente selezionate.

La pizza di Denis Lovatel porta con sé una nuova concezione di una pietanza, solitamente considerata un fast food, che viene nobilitata ad un pasto sano ed equilibrato, ed è comunicata con un linguaggio pop, con l’obiettivo di insegnare alle nuove generazioni una corretta alimentazione.

denis lovatel pizza di montagna

L’ambiente, omaggio alle Dolomiti

Il locale è composto da una veranda con 60 coperti e dehors, una sala interna di 68 coperti e una seconda sala sotterranea, che verrà utilizzata per eventi privati, e una veranda con altri 60 coperti. Al piano inferiore la cantina con una bella selezione di etichette realizzate da vignaioli indipendenti.

Gli arredi sono realizzati con legno di recupero, la cui differente colorazione si deve al tempo passato naturalmente al sole; la pietra dei tavoli proviene dalle Dolomiti. Il risultato è un vero e sincero omaggio alle amate montagne di Denis e alla natura.

Vini naturali e amari alle erbe alpine

La drink list rispecchia pienamente la filosofia di montagna di Denis: gli ospiti possono concludere il pranzo o la cena con amari, grappe e distillati (ottimo quello al lampone) realizzati partendo da un’accurata selezione di erbe alpine. Vini naturali, biodinamici e orange-wines arricchiscono la variegata cantina della pizzeria, accanto a importanti referenze italiane e francesi.

Denis Lovatel e i premi ricevuti

La pizza di montagna di Lovatel ha ricevuto numerosi riconoscimenti: ha ottenuto la 48esima posizione nella classifica 50 Top Pizza World e la 24esima posizione per 50 Top Pizza Italia, guadagnando nel 2019 il premio S.Pellegrino & Acqua Panna Innovazione e Sostenibilità Ambientale.

denis lovatel pizza di montagna

Ha inoltre guadagnato i 3 Spicchi Gambero Rosso nella Guida Pizzerie d’Italia 2023 per la sua storica sede di Alano di Piave e si è aggiudicato il massimo punteggio anche presso il Wine Bar & Grill dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano (unico Tre Spicchi del Trentino Alto Adige), a fianco della proposta gastronomica tristellata di Norbert Niederkofler.

Ha ricevuto lo speciale riconoscimento per la Carta delle Bevande in abbinamento alle sue pizze d’autore, merito della collaborazione tra Denis e la sommelier Aiko Malipung, che cura la ricerca delle migliori eccellenze vinicole, dalle etichette più blasonate alle chicche scoperte qua e là per l’Italia (e non solo), nella pizzeria di Alano di Piave dal 2015.

Nel 2020 è la sua Rivoluzione Vegetale ad essere decretata la Migliore d’Italia per l’edizione 2021 della Guida Pizzerie del Gambero Rosso.

È “Performance dell’Anno 2022 Birrificio Fratelli Perrella Award”, fra tutte le pizzerie giudicate dai curatori della guida Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro per l’edizione di quest’anno. Denis entra infatti deciso in classifica e conquista la 24esima posizione, un risultato incredibile a pochissimo tempo dall’apertura.

“Denis” è la prima pizzeria a Milano ad essere riconosciuta Forno Verde: questo premio riflette una spiccata attenzione all’ecosostenibilità in diversi ambiti, partendo dal locale e dal lavoro ed estendendosi fino all’approvvigionamento delle materie prime e alla valorizzazione della filiera locale. Il rispetto per la filosofia Lovatel è fondamentale da sempre.

A questi riconoscimenti, infine, Denis Lovatel può aggiungere la prestigiosa partecipazione all’evento irlandese Food On The Edge, che coinvolge chef di caratura internazionale legati da un’attenzione alla sostenibilità e al movimento no waste nel contesto dell’alta cucina. Denis è stato il primo pizzaiolo ad aver partecipato come speaker all’importante meeting internazionale, raccontando la sua speciale visione della pizza, ed è stato chiamato ad intervenire in entrambe le più recenti edizioni, una tenutasi nel 2019 e l’ultima nel 2021.

In qualità di Affiliato Amazon FASHION TIMES (DRAWERS MEDIA SRL) riceve un guadagno dagli acquisti idonei.