Biglietto aereo: 8 cose a cui pensare prima di partire

Pronti, partenza, via! Anzi, forse no. Non andiamo così di fretta. Anche se viviamo in un’era in cui prenotare il biglietto aereo e organizzare i propri viaggi in autonomia è sempre più semplice, ci sono poche ma fondamentali accortezze che vanno tenute a mente prima di partire.
biglietto aereo cosa ricordare prima di partire

Per tutti i viaggiatori che non vedono l’ora di imbarcarsi sul prossimo volo, ecco 10 cose a cui pensare mentre si acquista un biglietto aereo.

Comprare il biglietto aereo solo da siti e rivenditori autorizzati

Può sembrare un consiglio banale, ma mai dare niente per scontato. Ci sono numerosissimi motori di ricerca sofisticati e semplici da usare per prenotare i propri biglietti aerei, ma altrettanto numerosi sono i siti che tentano di truffare i clienti con offerte extra low-cost o addirittura viaggi regalati.

Avere costantemente voglia di partire, ma senza sapere dove andare

Affidatevi sempre a siti per prenotazioni online accreditati e dei quali potete tracciare l’affiliazione con le diverse compagnie aeree di cui vendono i biglietti. Nel caso in cui fatichiate a trovare un motore di ricerca affidabile, prenotate direttamente sul sito della compagnia: le tariffe potrebbero risultare un po’ più elevate, ma spesso avrete accesso a servizi extra e potrete usufruire dell’accumulo di punti e bonus da scontare su viaggi futuri.

Partenze infrasettimanali o nel weekend?

Se potete permettervi di prenotare il vostro viaggio con un minimo di flessibilità, perché non scegliere di partire e tornare quando conviene di più?

Spesso le partenze infrasettimanali hanno tariffe più basse rispetto a quelle nel weekend, una strategia delle compagnie aeree per distribuire i passeggeri in maniera omogenea durante la settimana ed evitare gli overbooking il sabato e la domenica.

Prima di comprare il vostro biglietto, date dunque uno sguardo ai prezzi nei giorni limitrofi a quelli designati e valutate se spostare le date del vostro viaggio.

Comodità dell’aeroporto di partenza e di arrivo

È probabile che consideriate solo le partenze dall’aeroporto più vicino alla vostra abitazione. Vi consigliamo però di controllare anche le partenze da altri aeroporti più distanti, magari raggiungibili in auto o con i mezzi pubblici. Potreste trovare tariffe molto più vantaggiose e scoprire che il costo di un parcheggio presso l’aeroporto o del trasporto da e verso casa è comunque inferiore rispetto al costo complessivo di un volo dal vostro “aeroporto di fiducia”. Se invece cercate la comodità e la velocità di spostamento, l’aeroporto più vicino è sempre la risposta migliore.

Lo stesso ragionamento può essere applicato all’aeroporto di arrivo. Le grandi città sono spesso dotate di più aeroporti: se possibile, selezionate quello più conveniente in termini di tariffe, distanza dalla vostra destinazione e comodità nel raggiungere il vostro alloggio.

Voli diretti o viaggi con scalo: orari e soste

Nel caso dei voli diretti, gli unici orari che dovrete controllare sono quelli di partenza e atterraggio, nonché di apertura e chiusura del check-in e dell’imbarco. Per i voli con scalo, invece, la situazione può essere più complessa.

Assicuratevi sempre di avere tempo sufficiente per effettuare lo scalo, soprattutto se dovete uscire dall’Unione Europea o avete una destinazione intercontinentale. Il passaggio da un aereo all’altro è sicuramente più veloce quando volate con la stessa compagnia o se le diverse compagnie vi permettono di effettuare un unico check-in dei bagagli in stiva. Ma se lo scalo prevede anche il ritiro bagaglio fra i due voli ed il successivo reimbarco, il tempo a vostra disposizione dovrà essere abbondante. Tenete poi conto che i grandi aeroporti internazionali sono…davvero enormi, e dovrete camminare a lungo a piedi per spostarvi fra i gate. Altro fattore da considerare sono eventuali ritardi del primo aereo, che condizioneranno grandemente le vostre tempistiche di scalo.

Non esiste un’unità temporale univoca da consigliare per essere sicuri di non perdere il volo successivo in caso di scalo, ma tenete sempre conto di questo: se avete solo un’ora per ritirare i bagagli, rifare il check-in e reimbarcarvi in un aeroporto internazionale, rischierete seriamente di rimanere a terra!

I viaggi con scalo possono anche causare disagio nella situazione opposta: avete troppo tempo fra un volo e l’altro. Quando prenotate il vostro biglietto aereo, fate attenzione alle tariffe troppo basse: spesso dipendono dal fatto che fra i due voli ci sono interi pomeriggi o notti di differenza, che vi costringeranno a dormire in aeroporto o a vagabondare per ore nelle hall e anche ad arrivare con un giorno di ritardo a destinazione. Meglio allora pagare un po’ di più, ma godendosi un viaggio lineare e senza perdite di tempo.

Dimensioni del bagaglio: cosa posso portare a bordo?

Negli ultimi anni le compagnie aeree hanno spesso modificato dimensioni, pesi e tariffe per bagagli a mano e bagagli in stiva. Alcune compagnie low-cost non accettano addirittura a bordo trolley di piccole dimensioni se non è stato prima pagato un prezzo aggiuntivo.

La maggior parte delle compagnie di linea include comunque nel prezzo del biglietto un bagaglio a mano di dimensioni 55x40x20 e che non superi gli 8/10kg, mentre i bagagli in stiva possono essere gratuiti a seconda della tariffa selezionata o da pagare separatamente in base al peso.

Qualsiasi sia la compagnia aerea con cui viaggiate, assicuratevi di aver ben compreso la natura del bagaglio che potete portare con voi e gli eventuali costi aggiuntivi, in maniera da non incorrere in spiacevoli sorprese al momento del check-in.

Assicurazioni e cancellazioni

Al momento dell’acquisto del biglietto aereo, la maggior parte delle compagnie e dei motori di ricerca propone assicurazioni aggiuntive di qualche genere per il vostro viaggio. Il biglietto di per sé non include infatti quasi mai particolari coperture, che invece possono essere molto utili in caso di eventi come smarrimento bagagli, cancellazione del volo o annullamento della prenotazione.

Viaggiare assicurati vi permette di essere maggiormente rilassati e non farvi prendere dal panico in caso di intoppi. Potete dunque selezionare una delle assicurazioni proposte dal sito in fase di prenotazione, oppure affidarvi ad un’agenzia esterna specializzata in polizze di viaggio all-inclusive.

Particolarmente raccomandata è l’assicurazione sull’intero viaggio in caso dobbiate effettuare scali: perdere un volo per cause di forza maggiore e avere la certezza di poter prenotare il successivo senza costi aggiuntivi è già di per sé una motivazione valida per assicurarsi.

Selezione dei posti e tariffe aggiuntive

Nel caso in cui stiate prenotando i biglietti per due o più persone, fate attenzione al momento della selezione dei posti a sedere. Diverse compagnie infatti NON assegnano i posti vicini a meno che non venga pagata una tariffa aggiuntiva. Tale pagamento può avvenire o in fase di prenotazione o al momento del check-in online.

Se decidete di non pagare un sovraprezzo e finite per avere posti separati, potete provare a chiedere al personale di volo di cambiarvi di posto al momento dell’imbarco. Quando il volo non è pieno e ci sono diversi posti liberi, hostess e steward potrebbero decidere di accontentare la vostra richiesta, ma non dovete comunque considerare questo procedimento uno standard regolare per tutte le compagnie.

Documenti per viaggiare

Ultima raccomandazione mentre comprate il vostro biglietto aereo e prima di partire: assicuratevi di avere tutti i documenti necessari per il viaggio regolari e non scaduti. Nel caso in cui viaggiate frequentemente con il passaporto, controllate le pagine e verificate che ce ne siano ancora alcune vuote per eventuali timbri e visti. Se dovete richiedere un nuovo documento, fatelo per tempo in maniera da non ritrovarvi sprovvisti al momento della partenza.


Fonte foto: Photo by Nicole Geri on Unsplash

Commenti

comments