Avere costantemente voglia di partire, ma senza sapere dove andare

Chiedere consiglio ad amici e parenti che in realtà non fanno altro che confonderti. Sapere di dover scegliere un posto sicuro ma che allo stesso tempo ti regali avventura, magico e che sappia farsi scoprire pian piano, lontano ma anche un po’ facilmente vicino.

Ripassare bene a mente – chissà che non arrivi l’illuminazione – tutti i posti del mondo che hai solo studiato in geografia ma che non hai mai visto.

Devo essere sincera: sono sempre stata fortunata nella scelta della meta delle mie vacanze, un po’ perché mi sono affidata ai miei compagni di viaggio del momento e un po’ perché in effetti non ho mai scelto destinazioni così difficili.

Fatto sta che, non so voi, ma io quando penso di dover selezionare una meta tra le altre, inizio un po’ a perdermi, vorrei andare dappertutto, mi immagino la frenesia di una grande città metropolitana ancora per me sconosciuta ma ho davanti agli occhi una spiaggia a sabbia bianca e un mare incredibile.

Insomma…converrete con me che dover decidere a volte è troppo complicato, soprattutto se poi non si è nemmeno viaggiatori così esperti! Ho deciso perciò di fermarmi a pensare se esiste un modo per scegliere la giusta destinazione del prossimo viaggio, capire come si possa selezionare il luogo giusto per far si che le proprie vacanze siano indimenticabili e portare per sempre con sé il ricordo piacevole di un pezzettino di mondo.

Avere tempo. Il primo fattore se non quello fondamentale è il tempo: è importantissimo avere il giusto tempo a disposizione da dedicare al luogo che sceglierete. Se pensate di andare molto lontano, assicuratevi di poter diluire bene il vostro tempo in base alle cose che andrete a vedere, perché saranno molte – e tutte bellissime! – e perché di certo non vi ricapiterà di tornarci facilmente.

Fuso orario e lunghezza di viaggio. Si ricollega al punto precedente ma semplicemente perché più ore ci sono di volo e meno tempo si potrà spendere a vivere la vacanza pianificata, senza considerare che se si hanno a disposizione pochi giorni, tra scali, cambi orari e sballi psicofisici, si rischia di passare l’intera durata del viaggio a trovare un equilibrio che forse si raggiungerà solo sulla via del ritorno.

Scegliere il periodo giusto. C’è chi preferisce spendere le proprie ferie estive, chi invece quelle natalizie, l’importante è avere bene chiara la stagione in cui si vuole partire e di conseguenza il clima della destinazione da scegliere. Per esempio, i luoghi come la Thailandia e le sue isolette sono sconsigliati tra agosto e settembre perché pieno periodo di monsoni, si rischierebbe perciò di incappare in un clima troppo caldo ma con piogge torrenziali. Sebbene per alcune destinazioni valga la pena tentare, per altre, dove si sa già che il tempo non sarà favorevole, sarebbe meglio trovare una valida alternativa.

Definire il proprio budget. Direi che è l’unica, vera ed essenziale regola alla quale attenersi. La sola Condicio sine qua non per far si che si riesca partire (meno male che almeno il latino studiato al liceo ogni tanto da i suoi frutti!).

Sapere bene l’attività che si vuole svolgere. È semplice: per esempio, perché prenotare un last minute a Sharm el-Sheikh con tanto di snorkeling incluso nel pacchetto, se in realtà quello che hai sempre voluto è una passeggiata in montagna sulle rive del lago di Braies? Ecco. Spero di aver reso bene l’idea.

Scegliere la compagnia giusta di viaggio. Per godere a pieno di quello che la meta da selezionare può offrire, è importante sapere con chi si vuole partire. Inutile scegliere di viaggiare con una coppia di amici che vogliono solo mare, tranquillità e relax se la tua idea iniziale era invece festa e sano divertimento, giusto?
Tenere bene a mente la propria capacità d’adattamento. Io ho imparato ad adattarmi nel tempo, man mano che la mia attitudine al viaggio si rivelasse naturalmente e senza troppi sforzi. Fate in modo perciò di optare sempre per il viaggio che più vi somiglia, evitate di sacrificarvi per qualcosa che non vi farà vivere le vostre vacanze come una bell’avventura ma, piuttosto, come un trauma da dimenticare.

Saper scegliere anche attraverso le immagini. È una cosa che faccio spesso quando sono indecisa su più destinazioni: navigo, cerco, trovo. Una bella foto trovata sul web desterà la vostra attenzione e magari farà scattare la scintilla che alimenterà la vostra sete di viaggio.

Lasciarsi trasportare dalle proprie ispirazioni e desideri, andando anche un po’ a sensazione, non è mica sbagliato!

Leggere, instancabilmente. D’amore, d’attualità, di viaggi, di storia. Qualunque cosa desti il vostro interesse, leggete e approfondite. Potrà essere fonte d’ispirazione nella scelta della prossima meta di viaggio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp