Il Natale degli Italiani? Sicuramente virtuale ma sempre tradizionale

Dati e abitudini del nostro paese nel momento più speciale dell’anno.

Veepee_Natale virtuale ma tradizionale

Come vivranno gli italiani questo Natale? E – nello specifico – come sta cambiando il periodo più magico dell’anno?

Ecco che Veepee, e-commerce sito leader nell’ambito delle flash-sales, lo ha chiesto ai suoi oltre 12 milioni di soci.

E a questo proposito c’è da sottolineare, che resta sempre molto vivo il bisogno di mantenere le tradizioni – e le consuetudini – che fanno del Natale la festa più magica e importante dell’anno.

Qualche esempio? Il classico “…auguri anche a te e famiglia”, sarà quasi esclusivamente virtuale. Il 66% degli intervistati dichiara infatti che farà gli auguri tramite chat che sia un semplice messaggio, un vocale o una GIF, mentre il 50% utilizzerà invece le video chiamate per sentirsi più vicino ad amici e parenti. Resiste poi il 13% con i tradizionali biglietti di auguri cartacei, che lasciano spazio alla creatività nella loro realizzazione di grandi e piccoli.

Gli italiani poi? Amano le tradizioni e l’eleganza tipica delle feste e, se la tecnologia sta cambiando il nostro modo di vivere, non intacca le nostre scelte in fatto di abiti.

I Christmas lover (36%) rimangono fedeli alla tradizione del maglione natalizio, celebrata da cinema e moda, oramai diventato il must have da indossare con fierezza per tutta la famiglia. Mentre il 40% ha dichiarato che sfoggerà un look assolutamente chic – perché anche se a tavola saremo in pochi, anche l’occhio vuole la sua parte – il 23% si è abituato in questi mesi a stare comodo in casa, e non ci rinuncia neanche a Natale, dando la priorità a capi d’abbigliamento caldi e pratici come pigiama o tuta.

Ma le nostre tradizioni più forti, da Nord a Sud? Ecco che si vedono  – e si vivono – a tavola e per il dolce delle feste, quest’anno il primo posto è occupato a pari merito: il 33% va al panettone – il miglior dolce artigianale a lievitazione naturale – e la stessa percentuale non rinuncia al pandoro (33%). I più golosi (34%), nel dubbio, non rinunciano e nessuno dei due. Perché “two is meglio che one!”.

Becca x Barbie Ferreira: la collezione must-have per Natale

 Ora più che mai poi, restano al centro le tradizioni benaugurali per guardare al nuovo anno con un sorriso e con tanta speranza: il 50% dichiara infatti che metterà in tavola al cenone di Capodanno uva e lenticchie, e attesi da grandi e piccini, che li fanno e li ricevono, i regali quest’anno sono stati organizzati con precisione ed anticipo.

L’arma vincente? Un sapiente mix di web e negozi fisici.

Il 53% degli italiani ha infatti affermato che quest’anno li comprerà on line, approfittando soprattutto delle promozioni speciali, ma anche in negozio, approfittando dei momenti di pausa in smart working e principalmente durante la settimana. Niente corse all’ultimo momento quindi, abbiamo già iniziato a pensarci, dedicandoci un budget uguale a quello dell’anno precedente (49%). E un regalo, per essere apprezzato, deve arrivare dal cuore. Quest’anno il 62% punterà su abbigliamento e accessori, seguiti da prodotti Food&Beverage per creare poi dei cesti natalizi hand-made (19%) e beauty (13%). Ma il 2020 è anche l’anno in cui si pensa a se stessi: il 52% degli intervistati ha dichiarato di volersi fare un self-gift, un piccolo auto-regalo da comprare online, lasciandosi ispirare dalla vasta offerta, per coccolarsi e dedicarsi un momento speciale. C’è anche chi preferisce dedicarsi solo agli affetti più vicini, che siano parenti (74%), amici (49%) o la dolce metà (67%), per far nascere un sorriso e rendere ancora più magico il prezioso tempo trascorso insieme.

E per l’ultimo dell’anno…. In un anno così particolare? Ecco che il 30% dichiara di organizzare un cenone virtuale per rispettare il social distancing e in videochiamata, con tanto di countdown finale alla mezzanotte tutti insieme. E i buoni propositi per l’anno nuovo? Nella to-do list degli Italiani al primo posto c’è quello di organizzare un bel viaggio (39%), in Italia ma anche all’estero on the road, visitando città, oppure concedendosi un po’ di relax al mare o in montagna. C’è anche chi, invece, si è ripromesso di voler tornare alle cose semplici (26%), come le lunghe chiacchere tra amici, una buona cena, una lunga passeggiata nella natura e, sicuramente, passare più tempo con la propria famiglia (20%), per riassaporare i veri e semplici valori.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp