Lanieri lancia il Gruppo Reda a pieno titolo nel mondo digitale

Il marchio tailor-made acquisito dal Gruppo che diventa il primo lanificio nel mondo digital.

Lanieri

Lanieri ovvero il sarto digitale che ha rivoluzionato l’acquisto di abiti su misura online.

E ancora Lanieri – con il suo tocco innovativo e coraggioso nelle strategie e nello stile – che annuncia oggi l’acquisizione da parte del Gruppo Reda, già socio minoritario e partner industriale.

L’operazione? Rappresenta un tassello fondamentale per il consolidamento della divisione digitale Reda Consumer e fa sì che Reda sia il primo lanificio che entra a pieno titolo nel mondo digitale.

“Siamo fermamente convinti che la digitalizzazione del settore tessile rappresenti un processo imprescindibile e uno strumento strategico indispensabile per affrontare le sfide future, che sempre più richiederanno di porre un’attenzione particolare alle esigenze del consumatore. Il nostro obiettivo è quello di rispondere a queste esigenze in maniera ancora più puntuale, personalizzata e soprattutto sostenibile.” ha dichiarato Luca Martines, CEO della divisione Consumer del Gruppo Reda.

Un bel colpo per Simone Maggi e Riccardo Schiavotto – co-founder Lanieri – per un’operazione che contribuirà a rafforzare entrambe le parti, grazie a un perfetto connubio di risorse fra loro complementari.

Entrando a far parte del gruppo Reda, Lanieri potrà così trarre vantaggio da grandi capacità operative e di relazioni con fornitori mentre Reda invece avrà accesso alla tecnologia, alle competenze avanzate del team digital del marchio di alta sartoria e all’esperienza acquisiti nell’offerta omnichannel.

Scarpe Su Misura? Da oggi online grazie allo scanner Your Shoe Fit

Da 7 anni Lanieri infatti – attraverso la sua vetrina digitale lanieri.com – ha innovato la modalità d’acquisto del su misura italiano con tecnologia e algoritmi sviluppati in house, che permettono di personalizzare un capo tailor made grazie all’inserimento delle misure anatomiche prese seguendo un semplicissimo videotutorial.

E Lanieri – dal tocco tecnologico – significa anche 100% omnicanalità con gli store di Milano, Roma, Torino, Bologna, Parigi e Bruxelles che completano (e aiutano) i clienti nell’esperienza d’acquisto. Il marchio ha così raggiunto una quota export pari al 48%, spedendo almeno un prodotto in 67 nazioni in tutto il mondo.

“Siamo entusiasti che il nostro lavoro permetta a Lanieri di entrare a far parte operativamente di uno dei più grandi gruppi sul mercato tessile di alta gamma che sta investendo nella trasformazione digitale: realizzare questa exit rappresenta un importante riconoscimento per il team al grande lavoro svolto nell’aver creato in questi 7 anni un punto di riferimento tecnologico per l’abbigliamento su misura. La nostra tecnologia può essere ora utilizzata per accelerare la digitalizzazione di un’intera filiera.” hanno commentato Simone Maggi e Riccardo Schiavotto, co-founder Lanieri.

Questa acquisizione rappresenta per il Gruppo Reda il primo tassello di un progetto più ampio che ha l’obiettivo ambizioso di attuare una rivoluzione digitale del settore tessile, attraverso lo sviluppo di una piattaforma di servizi altamente tecnologici a disposizione dell’intero comparto della moda.

Fonte foto: Lanieri press office

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp