Fendi Primavera-Estate 2021 e l’eleganza della leggerezza

Un patchwork di ricordi. La famiglia e i suoi legami. I colori tenui, il lino e la formalità destrutturata.
fendi spring summer 2021

È un patchwork di ricordi quello che traccia, delinea e sottolinea le Collezioni Fendi Donna e Uomo per la Primavera Estate 2021.

E il patchwork – disegnato da Silvia Venturini Fendi – visto attraverso una lente di ingrandimento rievoca – in passerella- ogni più puro riferimento alla famiglia… rievoca quello speciale ed intimo legame affettivo che si tramanda di generazione in generazione.

fendi spring summer 2021

Una famiglia – le Fendi –  coinvolta in toto – appunto generazione dopo generazione – con la moda, con i tessuti, lo stile, i materiali, il disegno e soprattutto – nonostante il successo internazionale (e il coinvolgimento francese) – con un legame autentico e strettissimo con Roma.

E il calore e l’intimità della famiglia rivive nella purezza del lino – che in collezione ha un ruolo essenziale – accarezzato dal cotone, dalle piume, dalla pelliccia e dalle trapunte in piumino, per evocare immagini di biancheria da letto e di tavola ricamata, ricordi tramandati di madre in figlia.

fendi spring summer 2021

Ora con una pedana con donna e uomo assieme – siamo all’ultima collezione prima dell’arrivo di Kim Jones a seguire creativamente la collezione donna, prendendo il posto che fu di Karl Lagerfeld – le tradizioni Fendi sono messe a nudo: dalle trapunte satin boutis ai ricami lineari jour d’echelle, sino alle fioriture ajouré, che rendono visibile la pelle, creando sovrapposizioni di luce e ombra.

Louis Vuitton Collezione Uomo Primavera-Estate 2021

La formalità? Si destruttura: il retro dei cappotti e le maniche delle camicie si sbottonano, i dettagli sartoriali si “imprimono” in maglia trompe l’oeil, le vestaglie ricamate e le tuniche svasate elevano il comfort della vita domestica.

fendi spring summer 2021

Tutto è leggerezza, fluidità che si fondono nella biancheria con stampa floreale délavé, nelle pellicce traforate, nell’intricata lavorazione dei grembiuli in duchesse di seta, tulle ricamato e gazar.

La palette? Guarda alle naturali sfumature del grano, del latte e del miele, all’azzurro del cielo e del rosso cardinale… ma molto al bianco e… a volte al nero.

Le Collezioni accessori? Giocano con le costruzioni e gli ornamenti. Bellissimi i veli di seta ricamati che fluttuano sulle borse Baguette e Peekaboo in pelliccia floreale e cotone ajouré o il logo FF in pelle trapuntata. Così come le texture intrecciate: panieri in PVC riciclato, tote con struttura stretch traforata, cestini da picnic e valigie in tela sono soluzioni pratiche e spensierate per la vita quotidiana.

fendi spring summer 2021

Focus sul bel progetto Baguette Hand in Hand che celebra una collaborazione unica con le eccellenze dell’artigianato italiano, tra cui le regioni Abruzzo e Marche. La Baguette fatta a mano in Abruzzo è realizzata in merletto a tombolo aquilano inamidato nello zucchero, una tecnica perfezionata dalle monache benedettine sin dal XV secolo. La Baguette strutturata, proveniente dalle Marche, è tessuta in fili di salice naturale, ispirata alle ceste dei pescatori locali.

Fonte foto: press office Fendi

Commenti

comments