Giorgio Armani sfila in diretta TV: la moda diventa democratica

Sempre un passo avanti, Giorgio Armani pensa ad un futuro più democratico per le sfilate delle prossime collezioni primavera-estate.
giorgio armani sfilata

Il covid ha messo in ginocchio famiglie e aziende gravando molto sull’economia del paese. Come ripartire al meglio? Scrivendo la storia, inventendo nuove regole e dimostrando di aver la capacità di prendere spunto degli eventi per reinventarsi, sempre.

E se, per ora, sarà impossibile recarsi ad una sfilata, sarà la sfilata a venir verso il suo pubblico. Così, per presentare le sue nuove collezioni uomo e donna primavera-estate 2021, Giorgio Armani ha pensato a due modalità differenti, entrambe senza la presenza di pubblico.

Giorgio Armani converte i propri stabilimenti produttivi per l’Emergenza Covid-19

Sfilata in diretta per Emporio Armani e Giorgio Armani

Giovedì 24 settembre alle ore 11.30 verrà trasmessa la sfilata delle collezioni uomo e donna Emporio Armani su emporioarmani-buildingdialogues.com, il mini sito dedicato al progetto, sui canali social del marchio e sulla piattaforma di Camera Nazionale della Moda Italiana.

Il video della sfilata, girato nel headquarter generale di Armani in via bergognone metterà in scena, o meglio, in passerella, modelli ma anche attori, cantanti, ballerini e altri personaggi legati al mondo Emporio Armani, tutti con la nuova collezione spring-summer 2021 del brand.

Per quanto riguarda le collezioni uomo e donna Giorgio Armani invece, la sfilata sarà più che mai “democratica” e verrà presentata al grande pubblico per la prima volta nella storia, integralmente in televisione e in prima serata.

Sabato 26 settembre su La7 andrà quindi in onda la sfilata delle collezioni uomo e donna primavera-estate 2021 di Giorgio Armani, e in contemporanea su armani.com, sui canali social del marchio e sulla piattaforma di Camera Nazionale della Moda Italiana.

Entrambe le sfilate tenutasi a porte chiuse potranno così raggiungere in modo immediato il grande pubblico proponendo per la prima volta un concetto di moda e sfilata “democratico”.

Fonte foto: Giorgio Armani press office

Commenti

comments