Metabolismo energetico: ecco di cosa hai bisogno

Il metabolismo energetico è la velocità con cui il nostro corpo brucia le calorie per soddisfare i suoi bisogni vitali è il dispendio energetico dovuto all’attività fisica cioè al lavoro che compiamo per spostare il corpo, fare movimenti, sollevare un peso.

metabolismo energetico

La somma del metabolismo energetico, del metabolismo basale e della termogenesi indotta dagli alimenti, corrisponde al nostro dispendio energetico totale, e in una corretta dieta alimentare dev’essere sempre pari, o superiore se si desidera dimagrire, al nostro fabbisogno calorico che assumiamo con il cibo.

Per accelerare il nostro metabolismo dobbiamo semplicemente aumentare i bisogni vitali del nostro corpo, incrementando il dispendio energetico

Il metabolismo basale è il minimo dispendio energetico necessario a mantenere le funzioni vitali e lo stato di veglia. In un individuo sano e sedentario il metabolismo basale rappresenta circa il 75% del dispendio energetico totale.

L’incremento della massa magra e dell’esercizio fisico rappresenta un forte stimolo per le attività metaboliche.

Più muscoli abbiamo e più calorie consumiamo nel corso della giornata, indipendentemente dall’età, dalla funzionalità tiroidea e dal livello di attività fisica. Il muscolo, infatti, è un tessuto in continuo rinnovamento e con richieste metaboliche nettamente superiori rispetto al tessuto adiposo (quasi dieci volte).

Per quale motivo quando si parla di dieta si sente sempre parlare anche di metabolismo? Il motivo è semplice: è proprio quest’ultimo che va a determinare la possibilità di riuscire a dimagrire.

Ecco perché non tutti otteniamo gli stessi risultati con la stessa dieta e con lo stesso tipo di allenamento.

Di base ciascuno di noi acquista peso nel momento in cui le calorie ingerite superano il fabbisogno giornaliero.

Quest’ultimo viene calcolato sommando il metabolismo basale alle energie realmente spese durante la giornata.

Ad esempio, la dieta di uno sportivo non potrà mai essere valida per una persona che al contrario segue uno stile di vita sedentario. Di conseguenza, è proprio una cattiva informazione sui propri bisogni energetici che procura molte forme di sovrappeso.

Spesso le persone in sovrappeso tendono a giustificarsi adducendo la scusa di avere un metabolismo lento. Ma quanto c’è di vero in questa affermazione?

 

In realtà, escluse determinate patologie che effettivamente rallentano il nostro metabolismo, come l’ipotiroidismo, non vi sono fattori che causano direttamente il metabolismo lento.

Bisogna considerare questa condizione come la conseguenza di un insieme di scelte errate a livello alimentare. Tutto inizia dalla dieta: quante volte avete provato a perdere peso per poi mollare tutto dopo qualche settimana?

Il classico effetto yo-yo non fa che rallentare il consumo di energia, stressando l’organismo e finendo con il farvi riacquistare anche i kg persi in precedenza. Per poter riattivare il metabolismo bisogna impostare una dieta equilibrata e seguire alcune accortezze.

Per accelerare il metabolismo bisogna intervenire su più fronti:

  • ridurre le calorieintrodotte con l’alimentazione, seguendo il proprio fabbisogno giornaliero;
  • aumentare le attività di dispendio energeticograzie all’attività fisica;
  • incrementare la massa magra.

Uno degli errori che inoltre viene commesso più spesso è quello di non mangiare quando si ha fame. Questo invia al corpo un messaggio sbagliato, lasciando intendere che sia necessario rallentare il consumo di energia per compensare l’assenza di cibo. Di conseguenza si finisce con l’ottenere l’effetto opposto!

Mentre facciamo sport il nostro metabolismo aumenta notevolmente e permane elevato anche fino a 12 ore dopo. Questo significa che continua a bruciare le calorie, facilitando così la perdita della massa grassa. Subito dopo l’attività fisica utilizzo i prodotti della linea H24 che apportano le proteine che contribuiscono alla crescita e al mantenimento della mia massa muscolare.

Per accelerare al massimo il metabolismo sono da preferire gli esercizi di tonificazione che consentono di far crescere la massa magra, responsabile del consumo delle calorie.  Difficilmente questi ti trasfomeranno in un/a culturista, ma contribuiranno ad accelerare notevolmente il tuo metabolismo.

Subito dopo vanno eseguiti esercizi aerobici come la corsa, il ciclismo o il nuoto di durata.

Per ottenere buoni risultati bisognerebbe praticare sport almeno 2-3 volte alla settimana, per non meno di 30 minuti. Se hai poco tempo da dedicare allo sport o non hai la possibilità di andare in palestra, adotta delle soluzioni intelligenti: concediti delle lunghe passeggiate (sarebbe sufficiente muoversi a piedi in città).

Io personalmente amo andare con la mia amica a fare passeggiate nel bosco. Camminare fa bene alla salute e aiuta anche l’umore!

Il mio personal trainer mi consiglia di fare minimo 10.000 passi al giorno. Parcheggia qualche centinaio di metri più lontano, fai le scale a piedi anziché prendere l’ascensore, usa la scopa anziché l’aspirapolvere. Sono trucchetti semplici, ma anche loro aiutano ad accelerare il metabolismo.

Fonte foto: Pexels

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp