Tempo di fare i bagagli. La vacanza estiva, che per tanti italiani è sempre e solo in agosto e al diavolo le partenze intelligenti, finalmente sta arrivando. E allora si parte con la bicicletta o no?

Ostia, Fregene, Rimini e Riccione, come cantava Jovanotti quando eravamo ancora spensierati, sono lì a promettere ore cocenti sotto all’ombrellone e pigre passeggiate in pineta o sul bagnasciuga. E il ciclista sa già che sarà immancabilmente oggetto di scherno per la sua abbronzatura interrotta. Dai cosciali che sembrano aver concentrato tutti i raggi del sole sul ginocchio, nerissimo, all’abbronzatura del muratore che sfoggia spalle lucenti neppure con una stola di visone albino, fino alle più inquietanti mani bianche causa mezzi guantini, con metà indice nero, che ricordano una certa fantascienza da B movies anni ’70. Insomma, la certezza è che con il sole non si riusciranno mai a pareggiare veramente i conti, nemmeno se si dovesse usare un mix di creme solari, con protezione dai 10 ai 50, per ogni singola fettina di corpo.

Ma è proprio l’abbronzatura il vero problema dell’estate del ciclista o c’è dell’altro? C’è… c’è… ed è ancora più tosto. La vacanza può a volte tramutarsi in un vero incubo per chi è costretto a separarsi dalla sua adorata.
C’è comunque chi lo fa per scelta e chi è costretto. Mentre c’è chi finalmente ha modo di godersi la bicicletta senza vincoli d’orario e con infiniti panorami a disposizione.

Ma se non ci fosse quindi alcun ostacolo a portare la bici in vacanza e invece si avesse solo il dubbio se la vacanza è vera vacanza con o senza bicicletta ecco un classico test da “sotto l’ombrellone” studiato appositamente per decidere cosa è meglio per te.

TEST: scopri se sei tipo da vacanza con o senza bici

1 Quando fai la valigia per le vacanze il tuo primo pensiero è per:
A. Il costume da bagno
B. Le creme solari
C. La paperella gonfiabile

2 Potendo scegliere, la tua meta preferita è:
A. Mare
B. Montagna
C. Campagna/laghi

3 Appena in vacanza cosa ti piace di più fare:
A. Leggere
B. Mangiare un gelato
C. Giocare con le biglie dei ciclisti

4 Nelle calde serate d’estate cosa sogni di fare:
A. Una passeggiata romantica
B. Una bella mangiata al tuo ristorantino preferito
C. Una scorpacciata di film su Netflix

5 Il giorno prima della partenza scopri che tua moglie/fidanzata (o tuo marito/fidanzato) ti chiede di lasciare la bici a casa. Come reagisci:
A. La/lo uccidi e parti solo con lei (la bici)
B. Porti la bici e sai già che il tuo carma prevede un po’ discussioni con la tua dolce metà
C. Pensi che abbia ragione e tutto sommato ti riposerai un po’

 

Ok, scherzavo! Questo test farlocco si gioca tutto e solo nell’ultima domanda!

Ebbene ecco il responso.

Chi ha scelto la 5-A è:
Il Ciclista Imbruttito
Per te non c’è altro astro fulgente che la bicicletta. Scegli l’albergo che te la fa portare in camera, hai la valigia soltanto piena di tutine/integratori e hai già scaricato da Strava le tracce gpx che farai partendo ogni mattina alle 6.30 per non prendere troppo caldo. Quale diversivo, proprio perchè sei in vacanza, farai anche una notte fuori, giusto per testare il nuovo kit di bikepacking. Tua moglie (o tuo marito) lo vedrai ancor meno di quando sei al lavoro, ma tanto, visto che hai scelto la risposta 5.1 il problema non sussiste più…

Chi ha scelto la 5-B è:
Il Ciclista Innamorato
Amore per la bicicletta o… amore per “Amore”? Brutta domanda, fanne un’altra! È un po’ come quando ti chiedevano se preferivi la mamma o il papà? Forse. Tuttavia è certo, e ne sei consapevole, che dovrai lottare come sempre per incastrare qualche ora e qualche chilometro, ma saprai anche compensare la tua compagna o il tuo compagno con tante amorose corrispondenze. Le giornate sono lunghe e le sere ancor di più. Ci sarà qualche litigata? Può darsi, ma può anche essere che qualche giretto si riesca a farlo in due, per una volta viaggiando a 15 km/h e godendosi il panorama.

Chi ha scelto la 5-C è:
Il Ciclista Arrendevole
Hai appena risposto che sì, si-può-fare, e già il pentimento si è acceso come una lampadina che inevitabilmente attirerà tutte le zanzare del rimorso. Ad ogni passeggiata in pineta o tra i rifugi ci sarà sempre l’idea: ecco, ora avrei potuto fare un’oretta a tutta per sciogliere le gambe. E per ogni ciclista incrociato, mentre arranchi in sandali o scarponi come se fossi un pinguino nel deserto del Sahara, ti sembrerà di sentirne il commento di scherno “ah ah non sai cosa ti perdi, da queste parti assolutamente da fare c’è…”. Inutile dire che un Ciclista Arrendevole appena tornato a casa sarà un Ciclista Imbruttito. Mogli e mariti non-ciclisti avvisati!

Il consiglio di cui fare tesoro? In vacanza cerchiamo tutti un po’ di equilibrio. Il surplace, la vecchia tecnica dei pistard che stavano fermi su pedali, è un ottimo esercizio ed è poi sempre l’ideale preludio di una bella vittoria. Con se stessi, prima di tutto.

La rubrica settimanale dedicata al ciclismo va in vacanza anche lei. Ci si rivede a fine agosto, buone vacanze (con bici) a tutti!

Per seguire Laura o iscriverti a Strava e condividere con milioni di ciclisti, corridori e cicloamatori di tutto il mondo le tue escursioni, clicca qui sotto il pulsante arancione:

Strava