Running: ci vuole cuore… e non solo!

Cosa c'è di meglio che condividere la passione con la persona del cuore? Il running, la corsa e la fatica in due sono più piacevoli. Come dice il proverbio… mal comune mezzo gaudio!

Runners

C’è nulla di più romantico che festeggiare il San Valentino con la propria metà nella città più romantica del mondo?

A Verona ogni anno è possibile, basta scegliere, staffetta o mezza maratona con arrivo in Piazza Bra e passerella sul palcoscenico della celeberrima Arena. What else? Io ricordo di averla corsa un paio di volte con le amiche e lo scorso anno sotto una pioggia a dir poco torrenziale e sono perfino riuscita a fare il mio PB, 1 ora e 53 e se non avessi avuto la vocina di Valeria al mio fianco, che mi diceva di prenderla con calma perché 21 sono tanti, allora avremmo tirato e fatto anche di meglio. Non importa, si può sempre migliorare e soprattutto non dimenticare mai di divertirsi.

Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, la mezza maratona di Verona è in programma domenica 18 Febbraio è organizzata da Veronamarathon Eventi in collaborazione con il Comune di Verona.

Gara podistica di livello internazionale di 21,097km, giunta ormai alla undicesima edizione e che rientra nei calendari della Federazione Italiana dove tra l’altro è tra le sole tre gare in Italia a godere dell’onorificenza Gold Label Fidal e nel calendario gare Iaaf, la federazione mondiale di atletica leggera. Ufficialità organizzativa e di percorso che unita a una splendida città dal forte appeal turistico sia nazionale che internazionale fanno sì che ad oggi vi siano iscritti alla gara competitiva più di 5.500 persone provenienti da tutta Italia e da decine di nazioni estere.

Insieme alla Duo Half Marathon e alla nuova Lidl Monument Run sulle strade veronesi domenica 18 febbraio ci saranno almeno 10mila podisti.

Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon che è stata presentata ai media e agli sponsor presso la sede della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Verona che per questa edizione  ha concesso il patrocinio ufficiale all’evento.

Ed è proprio Silvia Nicolis, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona ad aver aperto gli interventi: “Tra le nuove funzioni delle Camere di Commercio vi è quella relativa alla promozione di turismo e cultura. All’interno di questa funzione, diventa sempre più rilevante l’indotto creato dal turismo sportivo (3 milioni di pernottamenti in Italia nel 2015). Ecco perché oggi ospitiamo con grande piacere la conferenza della Gensan Giulietta & Romeo Half Marathon: siamo convinti che Verona debba continuare ad investire in questa direzione, sia accogliendo i grandi eventi relativi allo sport guardato sia, come nel caso odierno, lo sport praticato. Nei mesi scorsi la Camera di Commercio ha voluto sottolineare trait d’union tra turismo, cultura, dieta mediterranea e sport, ospitando il direttore generale della FIGC, Michele Uva, nel convegno inaugurale dell’Assise nazionale di MIRABILIA, la rete che collega 13 grandi siti Unesco tra cui Verona”.

Per il Comune di Verona è intervenuto l’Assessore allo Sport Filippo Rando: “I turisti sportivi godono della città. Grazie a tutti coloro che verranno a Verona. La brutta notizia è che l’ingresso in Arena è interdetto e non sarà possibile far passare la gara come spesso avvenuto in questi ultimi anni. Alcuni lavori di manutenzione straordinaria dell’Arena sono stati anticipati per non compromettere la stagione lirica. Gli organizzatori non hanno colpa e li sollevo da ogni responsabilità così come, permettetemi di dirlo, non ce l’ha neanche il Comune. Purtroppo sono lavori non più procrastinabili, a rischio è la stagione lirica  estiva. L’Arena di Verona è il bene più prezioso della città e ha bisogno di manutenzione totale e continua come fosse una figlia da coccolare”.

Anche il Vicepresidente di Veronamarathon Eventi, Matteo Bortolaso,  ha toccato l’argomento Arena oltre ad altri fondamentali aspetti: “Il Patrocinio della Camera di Commercio ci inorgoglisce. Significa che anche noi stiamo facendo la nostra parte per l’economia e lo sviluppo della città. Oggi abbiamo un numero di partecipanti molto interessante, superiore a quello dell’anno scorso. Siamo a 5500 iscritti ad oggi, obiettivo è quota 7mila e stiamo lavorando affinché il più gente possibile arrivi a correre e conoscere Verona. Il non passaggio in Arena ci dispiace e ci penalizza, la notizia ufficiale è arrivata proprio questa mattina perché se n’è discusso in giunta comunale e questa è stata la decisione. Andiamo avanti lo stesso dando il meglio che possiamo dare con tre gare e distanze, dando la possibilità a tutti di partecipare. Il mio grazie va a tutti gli sponsor che oggi sono qui riuniti perché è grazie alla loro vicinanza e costanza che possiamo fare così bene.”

La forza della Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon sta nel fatto anche di dare la possibilità a tutti di poter partecipare in maniera attiva, anche chi non è tesserato o non ha il certificato medico agonistico. Per questo da anni esiste la Agsm Duo Marathon, la corsa in staffetta aperta a tutti che si corre in contemporanea alla mezza maratona dove la partecipazione è libera, basta formare un team composto da due persone e iscriversi. Ma non è tutto, la grande novità per questo 2018 è la nascita della Lidl Monument Run 5km.

Lidl sarà Main Sponsor di tutti gli eventi firmati Veronamarathon del 2018 e in particolare il title sponsor della Monument Run, 5 km non competitiva che si è “ritagliata” un percorso artistico nel cuore di Verona. Si toccheranno 5 monumenti storici e artistici che hanno fatto la storia della città scaligera: Castelvecchio, l’antica fortezza della città, Porta Borsari, il principale ingresso cittadino in epoca imperiale, Piazza Erbe, la piazza più antica, e ovviamente l’Arena, con il trionfale passaggio all’interno, e l’arrivo in Piazza Bra.

Lidl, catena di supermercati leader in Italia da sempre vicina al territorio, è il nuovo main sponsor di Veronamarathon Eventi. Un’unione che si estende a tutti gli eventi di running che si svolgeranno nel corso del 2018. L’Azienda, che conta più di 600 supermercati in tutta Italia, scende in strada per sostenere il fitto programma di manifestazioni sportive organizzate da Veronamarathon Eventi, condividendone mission e valori. Educare a uno stile di vita sano, che passa prima di tutto attraverso una sana alimentazione e una corretta attività fisica: sono concetti che Lidl promuove ogni giorno e che grazie a queste occasioni è possibile consolidare e veicolare concretamente. Obiettivi che si riflettono anche nell’assortimento di Lidl, sempre più votato ad un’alimentazione salutare e sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale.

La collaborazione parte il 18 febbraio, quando Lidl sarà presente in tutti i momenti salienti della 11a Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, della AGSM Duo Marathon e della Lidl Monument Run. Quest’ultima corsa non competitiva, rivolta a chi non ama le lunghe distanze, alle famiglie e ai bambini, porta in particolare la firma di Lidl. Non solo il pettorale sarà impreziosito dallo scudetto dell’Azienda, ma è stato predisposto anche un pacco gara per tutti gli iscritti che contiene un prodotto di punta dell’Insegna: la polpa di pomodoro “BIO ORGANIC – ITALIAMO”, un’eccellenza alimentare interamente biologica, perfetta per accompagnare una gustosa pastasciutta post corsa.

Dalla linea di partenza, fino al traguardo, Lidl accompagnerà i podisti in tutto l’itinerario cittadino. Oltre alla visibilità del brand lungo il tracciato e sui canali di comunicazione della manifestazione, i partecipanti potranno recuperare le energie con i prodotti a marchio Lidl offerti nei numerosi punti ristoro. Da sana e nutriente frutta a energetiche crostate: tutti i pit stop saranno, infatti, gradita occasione per ricaricarsi assaporando bontà e freschezza. La catena di supermercati, da sempre attenta alle esigenze dei propri consumatori, ha pensato anche ai runner che seguono diete alimentari differenti, inserendo nel grande buffet finale in Piazza Bra i propri prodotti senza glutine “Free From”.

JOMA sono le T-shirt ufficiali che andranno nel pacco gara, maglia Joma, sponsor tecnico. “Prima volta che ci confrontiamo con la Gensan Giulietta e Romeo Half Marathon – le parole di Mirko Annibale direttore Italia di Joma – Ci siamo legati per tre anni perché stiamo parlando di eventi internazionali tra questa mezza maratona e la maratona di Novembre. Verona è una città splendida e vendibile all’estero e stiamo creando un contatto anche con la maratona di Valencia. Abbiamo bisogno di questi eventi internazionali e siano contenti di questa organizzazione”.

E per chi ha voglia di correre, e per un febbraio da favola, c’è LA GARA AMICA ovvero LA NAPOLI CITY HALF MARATHON. Prima tutti a correre il 4 Febbraio la 5aNapoli City Half Marathon, due settimane dopo, direzione Gensan Giulietta&Romeo Half  Marathon. Due tra le mezze maratone più importanti d’Italia. A Napoli si corre con una temperatura media di 10° C, in condizioni ottimali. Singolare e in un contesto unico il percorso che dal lungomare al Castel dell’Ovo porta al Teatro San Carlo e a Piazza del Plebiscito, attraverso le aree più affascinanti della città, in uno dei più caratteristici panorami del Mediterraneo. Inoltre Sabato 3 febbraio, tutti in strada per la Family Run&Friends, la non competitiva di 2 km.

La 5a Napoli City Half Marathon, mezza maratona agonistica che si correrà domenica 4 Febbraio con ritrovo alle ore 7.30 all’interno del polo fieristico della Mostra d’Oltremare e partenza alle ore 8.30 da viale J. F. Kennedy.
L’evento organizzato da Asd Napoli Running con il patrocinio del Comune di Napoli sarà di livello internazionale e renderà Napoli capitale del running mondiale per un giorno grazie anche al concreto e vitale sostegno di 640 volontari che garantiranno tutti i servizi necessari per lo svolgimento. Ben tre le distanze previste: la mezza maratona, la nuova Napoli 5km Gran Prix solo a inviti e la Family Run da 1.9km aperta a tutti il sabato mattina alle ore 11.00.

Alla conferenza ha presenziato per conto del Comune di Napoli l’Assessore allo Sport Ciro Borriello: “Crediamo fortemente in questo evento sportivo, promuovere la Napoli City Half Marathon significa promuovere la città di Napoli nel mondo con messaggi positivi. La maratona è uno sport vero e reale ed è quello che piace a noi”. Presenti anche Sylvain Bellenger, direttore Museo e Real Bosco Capodimonte: “Puntiamo ad una sinergia sempre più forte ed importante tra il Bosco ed il Museo, tra le varie iniziative intanto abbiamo aperto da tempo il Bosco alle 6 del mattino per permettere a quante più persone possibili di correre e allenarsi prima di andare al lavoro”.

Intervento anche da parte di Donatella Chiodo, Presidente della Mostra d’Oltremare: “Anno dopo anno siamo sempre di più e ci prepariamo ad avere numeri ancora superiori per il futuro. La Mostra ha sempre di più un ruolo importante e centrale nella vita della città di Napoli. Siamo pronti a sfide future tra le quali anche le Universiadi 2019”. Al seguito anche le parole di Giuseppe Oliviero, Consigliere Delegato della Mostra D’Oltremare: “La Mostra è sempre più al centro di tanti eventi nazionali ed internazionali. Siamo contenti che questa mezza maratona rafforzi la collaborazione con l’Ente Mostra”.

Infine Fidal Campania con il presidente Sandro Del Naia: “Questa gara rafforza il movimento dell’atletica in Campania. Abbiamo 7mila tesserati, 130 società sportive e più di 145 gara tra le quali un paio davvero quotate. Napoli City Half Marathon è tra queste e si distingue per l’eccellente organizzazione”.

NAPOLI RUNNING – Presidente di Asd Napoli Running è Carlo Capalbo, responsabile della Commissione delle Corse su Strada per la Iaaf e già presidente di RunCzech, società che organizza da anni la Maratona e la mezza maratona di Praga e altre half marathon e 10km in Europa centrale che sono diventate eccellenza mondiale.
“Abbiamo disegnato un percorso con diverse finalità – ha detto il Presidente Capalbo – rispettare i cittadini garantendo la viabilità il più possibile e nel contempo difendere la sicurezza dei podisti. Questa è sicuramente un banco di prova importante per la Napoli Seaside Marathon del futuro. Con questa gara Napoli entra di diritto nella mappa internazionale dell’atletica e il mio ringraziamento va a tutti coloro che si stanno impegnando a fondo per l’ottima riuscita di questa avvincente sfida”.

Napoli Running coordina un sistema di gare podistiche nell’area metropolitana di Napoli (Sorrento-Positano Ultramarathon da 54km e Panoramica 27km) unendo sport, salute e turismo in una cornice che per valore storico e naturalistico non ha pari al mondo. Si avvale dell’esperienza di un team, locale ed internazionale, che ha l’obiettivo di creare degli eventi in grado di coinvolgere, in un clima di festa, cittadini e corridori provenienti da tutto il mondo.

L’obiettivo è quello di determinare una ricaduta positiva in termini economici, sociali e di immagine per il territorio, le istituzioni e le imprese ed incoraggiare uno stile di vita sano promuovendo il running a livelli mondiali, in termini di qualità organizzativa, servizi agli atleti, partecipazione alle sue gare.

L’accoglienza alla presentazione è stata affidata ai ragazzi dell’Istituto Superiore di II grado Francesco Saverio Nitti che ha siglato un patto di alternanza scuola-lavoro con Napoli Running. Ragazzi che saranno protagonisti insieme ad altre scuole napoletane nell’organizzazione della Napoli City Half Marathon.

I NUMERI – La distanza della Napoli City Half Marathon è quella ufficiale da 21,097km, competizione inserita nei calendari della Iaaf (Federazione Mondiale), dell’Aims (Associazione Mondiale corse su strada) e della Fidal (Federazione italiana di atletica leggera), un percorso modificato rispetto al passato che oggi è molto più veloce e nel contempo spettacolare, ingredienti che hanno fatto sì che alla gara ad oggi vi siano poco meno di 6mila iscritti, 700 dei quali provenienti da 42 Nazioni estere (15%) e 2200 da fuori della Regione Campania. Numeri importanti, praticamente raddoppiati rispetto ai 2800 registrati nel 2016 e notevolmente aumentati rispetto ai 4212 dell’anno passato. Rilevante anche la ‘quota rosa’, al via vi saranno più di 1200 donne, quasi un quarto del totale. Numeri non ancora definitivi, le iscrizioni sono ancora aperte, si punta alle 6.200  presenze per confermarsi tra le più importanti mezze maratone d’Italia e d’Europa.

NAPOLI 5KM GRAN PRIX – LA NUOVA GARA SOLO PER ELITE RUNNER – Migliaia di atleti, tanti partenti e tifosi che potranno anche assistere ad un altro grande evento agonistico che si svolgerà in contemporanea. Vedrà il via alle 9.00 sempre da viale Kennedy la prima Napoli 5km Grand Prix, lo spettacolo nello spettacolo. Una gara tutta da vedere, da gustare, da ammirare e tifare. In ‘pista’ ci saranno solo selezionati atleti di livello mondiale e i più forti atleti under 23 della Campania, le giovani speranze campane, che si sfideranno sulla velocissima distanza di soli 5km sia al maschile che al femminile. Un’adrenalinica gara solo a inviti che potrà avere rilevanza mondiale anche a seguito della nuova possibilità di primato mondiale sulla distanza da 5km emanata dalla Federazione Mondiale di Atletica Leggera. Sarà questo un altro appuntamento da non perdere organizzato da Napoli Running che nel progetto ora annovera oltre alle Family Run, gare con distanze dai 5km ai 54km della Sorrento Positano, passando per la mezza maratona e, grande novità, la maratona prevista per marzo 2019.

In via di definizione gli atleti invitati a questa Napoli 5km Grand Prix , ma saranno senz’altro il keniano Geoffrey Kimutai Koech, classe 1993 che vanta un record sui 5km di 13’28” e sui 10km di 27’51” che sarà sfidato dall’etiope Telahun Haile, giovanissimo classe 1999, che ha già un primato personale di 13’35” sui 5km e 27’52” sulla 10km. Ancora già confermato Mustapha Tachfit, 14’17” e 28’45 i suoi primati sempre sulle due distanze. Gli atleti campani selezionati che potranno prendere parte a questa gara che lascerà il segno e dove potranno recitare da protagonisti e fare grande esperienza sono Alessandro Lombardi (classe 1998), Domenico Falace (1995) e Raffaele Giovannelli (1995).

Tra le donne presente l’ucraina Yuliya Shmatenko, primato personale di 15’22” sui 5km fatto in occasione della vittoria del titolo nazionale ucraino e 33’11” sulla distanza da 10km. Spazio anche per la keniana Daisy Jepkemei, classe 1996, debuttante sui 5000 metri. Nel suo palmares il titolo di campionessa mondiale Junior a Barcellona 2012 nei 3000 siepi e il bronzo nella stessa gara a Eugene 2014, nonché il quarto posto ai campionati mondiali Junior di cross in Cina nel 2015. Per le italiane Filomena Palomba.

FAMILY RUN&FRIENDS – Iscrizioni ancora aperte e convenzionate anche per le società sportive per la Napoli City Half Marathon che è un evento per tutti, perché il giorno di vigilia, il 3 febbraio, c’è la Family Run&Friends, una non competitiva di 2 km, con partenza alle 11, bambini fino ai 10 anni e over 65 iscrizione gratuita, per tutti gli altri costo pettorale di 5 euro.

LA MEDAGLIA – A poche settimane dal via il comitato organizzatore ha il piacere di presentare la medaglia, il simbolo e il premio più atteso da ogni partecipante. La medaglia è la splendida testimonianza che si è tagliato il traguardo e l’obiettivo è stato raggiunto. Ma non è “solo” questo. Perché sia uno splendido ricordo, la medaglia deve incarnare il carattere e l’anima della città in cui si ha corso. Per questo alla Napoli City Half Marathon si è scelto di inserire il ‘cuore’ della città, Piazza del Plebiscito che, con la Basilica Reale Pontificia di San Francesco di Paola e le sue colonne a semicerchio sembrano accogliere e abbracciare tutti i runner, e con una delle due statue equestri che la dominano, quella di Carlo III di Borbone, realizzata da Antonio Canova e commissionata dal figlio Ferdinando I delle Due Sicilie, fonde insieme autorevolezza e trionfo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp