Cristiano Ronaldo: a volte vorrei essere invisibile

Essere una star del calcio nonché adorato da milioni di donne (e non solo). Il sogno di tutti? Non proprio quello di Cristiano Ronaldo aka CR7 che durante loshooting della nuova campagna underwear che porta il suo nome confessa: a volte vorrei essere totalmente invisibile.

Apparel, profumo, underwear… Cristiano Ronaldo è pieno di risorse ed è già diventato un brand a tutti gli effetti.

Oltre al pallone c’è molto di più, oltre alla plastica dello sportivo, pure. CR7 posa quindi per la nuova campagna della linea underwear che porta il suo nome e si lascia andare a qualche confessione.

Cristiano Ronaldo sembra finto tanto la sua plastica è perfetta. Liscia, patinata. Un corpo che non solo gli ha permesso di entrare nell’olimpo dei calciatori più riconosciuti ed amati di sempre, ma che ha anche architettato una personalità di rubacuori, e di padre di famiglia dedito alla famiglia.

Neo papà per la seconda volta e questa volta di due gemelli, Cristiano Ronaldo è chiaramente sempre più al centro del gossip.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo presto padre (di nuovo)

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo Legacy Private Edition: la nuova fragranza firmata Cristiano Ronaldo

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo sceglie Brandsdistribution per l’underwear CR7

Una vita “fuori dal normale” che se fa sognare molti potrebbe anche molto spesso non essere semplice da gestire. Il calciatore spagnolo ammette: mi piacerebbe ogni tanto essere completamente invisibile. Cammuffare tutto me stesso, e magari fare qualche scherzo ad amici e compagni di squadra”

Il riferimento al camouflage non è certo casuale. Questo è il tema della nuova collezione di underwear firmata CR7 per l’autunno-inverno 2017 di cuila star del calcio è ovviamente protagonista.

“La nuova collezione è piena di stampe geometriche, e dettagli coloratissimi molto interessanti. Amo gli imprimé e i colori e mettere insieme questi due elementi rende il risultato molto speciale” dichiara Ronaldo “faccio sempre spazio al gioco e all’audacia che sia a livello personale o professionale. Nella vita come in campo. E questa collezione li racchiude entrambi”.

Sul coneccetto di invisibilità, lo sportivo aggiunge 2se potessi esserlo per un giorno andrei a visitare posti nuovi, provare cose nuove con la consapevolezza di poterlo fare in tutta spontaneità e naturalezza. Essere me stesso e fare tutto ciò che voglio” senza occhi indiscreti, si presume.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp