È tempo di tartufi! Ad Acqualagna la 51° fiera internazionale

Acqualagna (nelle Marche) capitale del tartufo fresco tutto l’anno, crocevia internazionale della produzione, del commercio e della degustazione del prezioso tubero, celebra il suo bene più prezioso fino al 13 novembre.

Annoverata tra gli appuntamenti più importanti del settore a livello internazionale, sostenuta dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e dalla Regione Marche, la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco torna per il 2016 con tantissime novità.

Acqualagna si apre all’Italia e al modo e invita i visitatori italiani e stranieri a immergersi in una tradizione secolare attraverso la grande mostra mercato, il salotto da gustare tra cooking show con chef stellati, esibizioni, sfide tra vip in cucina, spettacoli e degustazioni, percorsi, mostre, laboratori didattici e creativi per adulti e bambini, esperienze sensoriali, visive e olfattive insieme a momenti di grande passione nell’assaggio di un sapore unico, il più prezioso di questa terra e tanto amato (o tanto odiato) in tutto il mondo.

Nel cuore dell’Appennino marchigiano, in provincia di Pesaro e Urbino, nella splendida cornice della Riserva naturale della Gola del Furlo, Acqualagna è un vero giacimento tartufigeno: detiene il primato italiano nella vendita del tartufo, patrimonio fondamentale dell’economia e della cultura gastronomia dell’area. Qui si concentrano, infatti, i due/terzi della produzione nazionale, destinati nei luoghi più lontani e diversi del mondo: si contano duecentocinquanta tartufaie coltivate (di tartufo nero e una decina di tartufaie sperimentali controllate di Bianco pregiato), dieci punti vendita specifici di tartufo e otto aziende (la prima del 1961, l’ultima del 2014).

Piazza Enrico Mattei sarà l’anima dell’evento con gli stand dei commercianti di tartufo fresco e dei ristoratori alle prese con ricette prelibate. Il Palazzo del Gusto sarà utilizzato invece come base per gli itinerari del gusto, degustazioni enologiche e birre artigianali da abbinare all’Olio DOP di Cartoceto, il Prosciutto di Carpegna, la Casciotta di Urbino, i salumi del Nino e, ovviamente, l’immancabile tartufo.
E poi il Salotto da gustare, un palcoscenico esclusivo con cooking show di superstars italian chef oppure attraverso “sfide” ai fornelli di personaggi noti che vestiranno per un giorno i panni del cuoco. Tra gli ospiti d’onore hanno brillato le stelle Michelin di Massimo Bottura, Mauro Uliassi, Davide Oldani, Carlo Cracco e Alessandro Borghese.

14882128_1137845049627914_8379583124465743955_o

Ed è proprio quest’ultimo ad aver ricevuto l’importante riconoscimento “Ruscella d’oro” (il vanghino con il quale si estrae il tartufo), premio che l’anno sorso era stato conferito a Gualtiero Marchesi;
Ma non sarà il solo volto noto dell’edizione 2016:
– Max Mariola, uno degli ambasciatori di Gambero Rosso con il programma “I panini li fa Max” creerà una ricetta imprevedibile “il Faraone di Acqualagna”: petto di faraona, crema di pecorino, guanciale, erbe di campo e tartufo;
– Giancarlo Magalli sarà speciale ospite protagonista dei principali Cooking Show;
– Fede di Decanter di Radio2 condurrà i cooking show più esclusivi con i grandi Maestri della Cucina Italiana.

14883587_1136956086383477_5682809910485665971_o

Tra le novità dell’edizione di quest’anno e i grandi classici di sempre:
– la nascita de “Il profumo di Acqualagna”, una nuova fragranza con note di tartufo bianco per prolungare la scia del profumo intenso e penetrante
– la lezione “Alla ricerca del tartufo”, un’esperienza a stretto contatto con la natura e con il magico mondo dei tartufai e dei loro segreti, metodi di addestramento dei cani e tecniche di raccolta
– la presentazione ufficiale di “Dig it out”, il primo gioco al mondo dedicato al prezioso tubero che ha ricevuto i premi di Miglior gioco da tavolo e Master Game 2016. A esporre tecniche e strategie di gioco saranno i tre giovani ideatori della Startup (THM Games) produttrice di giochi da tavolo.
– il cooking show “Buio in padella”, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti onlus, guidato dallo Chef non vedente Antonio Ciotola, per sperimentare una gustosa degustazione al buio, multisensoriale unica e davvero coinvolgente
– e non poteva mancare la “Gara di ricerca al tartufo”, la competizione tra tartufai alla ricerca del tartufo più grande dove appassionati cercatori, insieme ai loro fedeli amici a quattro zampe e ad un vasto pubblico, si danno appuntamento ad Acqualagna l’ultima domenica di fiera, il 13 novembre.

14876467_1138007749611644_8657134841813134538_o

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp