Back to school: come rassicurare i bambini?

Le vacanze sono ormai un lontano ricordo. E' tempo di rientro e piano piano le scuole stanno aprendo per il più grande piacere... delle mamme! Scherzi a parte, comincare la scuola, tornarci, oppure soltanto vivere l'esperienza "da spettatore" porta spesso qualche scombussolamento. Come affrontarli al meglio?

Il rientro a scuola è una tappa. Un passo necessario nella vita e nel quotidiano di ogni bambino, un momento da vivere e far vivere per quanto possibile con la più grande serenità. Pochi, ma buoni, sono i nostri consigli.

Consigli che non sono rivolti soltanto al piccolo scolaretto o alla sua mamma. Consigli che vanno indirizzati a tutta la famiglia, fratelli compresi.

A casa nostra quest’anno si è giusto inaugurato il secondo anno di scuola materna. Un rientro sereno, senza intoppi, e pure col sorriso. Un rientro che però ha richiesto all’intera famiglia uno sforzo nell’organizzazione. Finito il dolce far niente e i ritmi lunghi da vacanze estive. Quando l’orologio brontola, quando il campanello chiama, bisogna essere pronti. Punto. Fratellino compreso. I secondi geniti infatti devono adattarsi. E non hanno scelta.

I loro ritmi vengono talvolta calpestati. Non ce n’è.

Come fare per garantire maggiore serenità a tutti?

  • Prepararsi. Giocare d’anticipo. ORGANIZZARSI. I vestiti per l’indomani saranno pronti alla sera. Scarpe e zainetto compreso. Una “rogna” in meno per il mattino.
  • Dedicare momenti “privilegiati” a tutti. Che sia un gioco da fare tutti assieme, un disegno, qualche canzone, la favola della buonanotte, ecc.
  • Dettare POCHE regole ma BUONE. Anche se la tentazione è forte non si “sgarra”. I bambini amano la routine, le ripetizioni. Danno loro sicurezza e aiutano ad affrontare le giornate e persino gli imprevisti con più tranquillità.
  • Puntare su un oggetto transizionale, un doudou. Per entrambi i fratelli, qualsiasi sia l’età, sarà meglio prevedere un piccolo compagno di avventure. Gli specialisti dell’infanzia sono unanimi: il doudou aiuta il bambino a superare il distacco della mamma. Una presenza rassicurante fondamentale per vivere i primi episodi di autonomia. Nel nostro caso, non solo per la “grande” che dovrà lasciare la mamma per la scuola materna, ma anche per il piccolo che dovrà lasciare il suo “comfort” e una mamma quasi “full time” per doversi adattare alla quotidianità.

pic_sos_noukies

 

Noi abbiamo scelto i doudou di Noukie’s perché oltre ad essere tenerissimi, morbidi e molto maneggievoli per le manine più piccole, il marchio belga ha avuto un’idea favolosa: il servizio SOS Noukie’s che garantisce di poter ritrovare un altro doudou identico (in caso di scomparsa, per esempio) sulla boutique online, questo persino trattandosi di collezioni passate. Il marchio conserva infatti anche i doudou delle precedenti collezioni, minimo due anni dopo la fine produzione.

doudou-noukies

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp