Guida al femminile: scelta dell’auto perfetta

Scegliere una nuova auto?? Ecco i bisogni in rosa per la scelta dell’auto perfetta per la neo-patentata o la mamma indipendente.

Partiamo dal presupposto che scegliere una macchina è difficile… ma soprattutto quali sono i bisogni in orsa perché questa diventi la macchina perfetta per noi? Cercare di scoprirli, capirli e trovare qualcosa che ci soddisfi sarà una impresa ardua, ma non impossibile!!

Partendo dal concessionario tour quale sono le richieste??

1) La neopatentata: sceglie una macchina in base a quanti accessori di Hello Kitty sono compatibili con il nuovo bolide, normalmente intorno ai 15.000€ – 20.000€, ma molte volte la dividono con la mamma (il vero problema inizia quando la dividete con il papà e lui deve adattarsi alle vostre esigenze)

2) La post 25: donna in carriera e ha bisogno di “accettazione automobilistica”, si interessa per un mese a Top Gear, compra una cittadina sportiva e poi va a distruggere la frizione.

3) Mamma: la parola d’ordine è 5 porte e seggiolone, per questo motivo alcune macchine quadrate( terribilmente brutte dal punto di vista estetico ) vengono proposte sul mercato e naturalmente vendute.

In primo luogo c’è il bisogno iniziale: la donna capisce che la borsetta non si abbina più alla cucitura interna dei sedili. Segue il secondo step, il “RACCATTAMENTO” delle informazioni: l’uomo si droga di configurazioni e preventivi, la donna strappa le pubblicità dalle riviste, naturalmente riviste di moda!

L’acquisto avviene un sabato pomeriggio soleggiato, perché entrare nelle concessionarie di nuova generazione, che sono arredate meglio di uno showroom, inforcando un paio di occhiali da fare invidia a Jackie Kennedy può far guadagnare uno sconticino mica male (e se non funzionasse facciamo comunque un figurone).

Come accessoria un’auto una donna, in termini di colori, optional e infotainment (Info cheeeee? Stiamo parlando di radio, Usb, Bluetooth ecc)? l’impianto audio è essenziale…soprattutto per chi guida e nel frattempo canta, volete far ridere il vostro vicino di semaforo oppure no??

Pratica femminile, sempre ai semafori, è il ritocco del rossetto, quindi sono necessari specchietti e vani porta oggetti come se non ci fosse un domani. Perché ognuno sarà sempre pieno ed allo stesso tempo vi mancherà proprio quella cosa che avete lasciato in camera visto che vi sembrava superflua.

Il tocco in piu?? Le ragazze girano sempre con un paio di scarpe di ricambio, non si sa mai: un aperitivo inaspettato, un tacco fastidioso o semplicemente una passeggiata quindi un vano porta scarpe sotto il sedile non sarebbe affatto male.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp