I migliori vini italiani a Verona: apre Vinitaly

Dal 10 al 13 aprile 2016 Verona è la capitale del vino con la 50° edizione di Vinitaly, inaugurata dal Presidente Mattarella, atteso anche Matteo Renzi.

A Veronafiere dal 10 al 13 aprile in scena la 50° edizione della più prestigiosa manifestazione internazionale dedicata al vino e tra le prime a livello mondiale: 4mila gli espositori, 150mila i visitatori attesi.

Per la prima volta a tagliare il nastro di Vinitaly, è stato il Presidente della Repubblica – Sergio Mattarella, un segnale d’attenzione rilevante delle istituzioni verso questo settore così importante per l’economia e la cultura italiana.

Gli obiettivi di questa edizione speciale? Promuovere l’eccellenza vitivinicola nazionale e conquistare nuovi spazi di mercato all’estero (con il sostegno del ministero delle Politiche Agricole, di quello dello Sviluppo economico e dell’Ice, l’Istituto per il commercio estero).

L’edizione 2016 di Vinitaly è dedicata infatti al tema dell’e-commerce e il momento da seguire sarà martedì pomeriggio con l’incontro tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il fondatore del colosso delle vendite online cinesi Alibaba, Jack Ma.

Anche forse per questa forte presenza di istituzioni, quest’anno gli accessi ai semplici appassionati saranno però limitati e ci sarà più attenzione all’aspetto business della manifestazione, per facilitare gli incontri fra operatori e buyer. Ma tranquilli, se siete dei “wine lover” Verona ha comunque pensato a voi con moltissimi eventi sparsi per la città.

keep calm drinkwine

Eventi che ovviamente saranno tantissimi e più diversi anche all’interno della fiera, dai classici convegni, alle analisi di mercato interno ed estero per sommelier, importatori ed enologi, dalle degustazioni tematiche, agli incontri con chef stellati, party esclusivi, occasioni per scoprire vini “di moda” come il Bolle di Borro – il sorprendente rosé Metodo classico da uve Sangiovese, firmato dalla famiglia Ferragamo, oppure fare incontri con personaggi dello spettacolo come Sting – che presenta il suo “Sister Moon” prodotto in Toscana, nella Tenuta il Palagio – o Miriam Leone, l’attrice ex Miss Italia che arriverà nello spazio di Santa Margherita, il gruppo della famiglia Marzotto famosa nel mondo per il Pinot grigio. Ma sarà possibile anche volare in elicottero sulle vigne del Prosecco e del Cartizze grazie alla casa vinicola Villa Sandi e in ultimo magari scoprire la top 100 dei nomi più influenti del vino in Italia grazie al magazine Cronache di gusto.

arena

“Il settore del vino nel 2015 ha segnato un export di 5,5 miliardi di euro, ma per crescere è necessario fare sistema pur preservando e valorizzando le specificità regionali. In futuro bisognerà concentrare le energie sull’Est asiatico, Cina in primis. Nell’immediato occorre però ridare vitalità anche al mercato interno, che purtroppo langue, promuovendo sul territorio la conoscenza di questo prodotto” – ha commentato Ottavio Cagiano, direttore generale di Federvini – “L’esercente di bar e ristoranti si fa così promotore di una cultura del buon bere, basata su responsabilità e moderazione nei confronti dei propri clienti – conclude Cagiano – grazie a corsi di formazione riservati al personale”.

Degustazione "I grandi produttori italiani: Ciacci Piccolomini d'Aragona, Toscana" organizzata da FISAR
Degustazione “I grandi produttori italiani: Ciacci Piccolomini d’Aragona, Toscana” organizzata da FISAR

Info:
Dove _ presso Veronafiere, viale del Lavoro 8, a Verona
Quando _ dal 10 al 13 aprile 2016, h9.30 – 18
Quanto _ 80euro – ingresso riservato solo ai professionisti di settore

Commenti

comments