Laura Pausini racconta “Simili”: primo album da mamma di Paola

Esce "Simili" il primo album di Laura Pausini realizzato dopo la nascita della figlia. 15 tracce firmate anche da Jovanotti, Biagio Antonacci e Giuliano Sangiorgi.

laura pausini_simili

Laura Pausini presenta a Miami il suo ultimo lavoro dal titolo “Simili”, composto da 15 tracce che esce il 6 novembre ed è distribuito in 60 paesi.

Si tratta del primo album realizzato dopo la nascita della figlia Paola, avvenuto due anni e mezzo fa, che ha cambiato radicalmente la vita e la consapevolezza della cantante.

“L’essere diventata mamma ha cambiato la mia vita, anche lavorativa. Ora ho una responsabilità e un’apertura mentale che prima non avevo afferma con gioia Laura Pausini.

L’album, sottolinea la cantante, è diverso da tutti quelli realizzati in precedenza, perché ora ha scelto di lasciare spazio al desiderio di sperimentazione.

“Simili è il meno autobiografico tra i miei dischi. Delle 15 tracce che compongono l’album 12 le definisco Simili e le ultime tre, quelle più intimistiche, più Simili”. L’idea di Laura è anche quella di fare un video per ogni brano del disco; al nuovo album seguirà Simili European Tour 2016 e il #PausiniStadi tour.

Molte canzoni raccontano storie arrivate dai fan, altre sono state create ad hoc da alcuni colleghi come Jovanotti, Giuliano Sangiorgi e Biagio Antonacci: “Lorenzo era 10 anni che provava a propormi dei pezzi, che poi si rivelavano non adatti a me. Con “Innamorata” è stata la volta buona. C’è anche una parte rap che io ho inserito nel provino per convincerlo a essere della partita e che invece lui ha voluto che tenessi: è convinto che sono entrata bene in un nuovo mondo musicale”.

Per Laura, la canzone più bella del disco è “Sono solo nuvole” scritta da Giuliano Sangiorgi.
Biagio Antonacci firma per lei 3 brani tra cui la ballad “Lato destro del cuore” che è stata lanciata come anticipazione del disco e la ninna nanna dedicata alla piccola figlia della cantante.

Laura Pausini sarà anche ospite al Festiva di Sanremo, dopo aver rinunciato al ruolo di co-conduttrice perché non avrebbe avuto il tempo di prepararsi adeguatamente.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp