Questo è stato il mio incontro con un artista che mi ha travolto con le sue #opere dall’aspetto #esile, allungato, la cifra della sua produzione più matura, una bellezza leggera e pesante allo stesso tempo, per l’espressività potente dell’assoluto.

Non è un caso se al mio rientro in Italia ho iniziato ad interessarmi ad Alberto Giacometti, al suo originalissimo PENSIEROARTISTICO, che ancora oggi mi conduce verso il suo mondo, con le sue #FIGUREALLUNGATE, surreali, oniriche, armoniche… musicali… #MATERICHE. Guardandole ho sempre pensato al cielo, alla loro aura magica, alla loro essenza incorporea che le rende fantastiche, surreali appunto.

Sono opere che riconosci subito per la loro ORIGINALEFRAGILITA’, la firma di Giacometti è proprio questa, un’espressività unica che difficilmente ho individuato in altri artisti. Sono totalmente affascinato dal potere della percezione visiva offerta dall’arte, dall’arte che possiede una forza espressiva intensa e coinvolgente.

stefani chiassai studio london calling alberto giacometti (1)

Giacometti è un maestro in questo, è riuscito a creare il suo mondo, autenticamente originale, al punto da essere #contemporaneo alle diverse epoche che ha attraversato, senza lasciarsi influenzare da altre correnti storiche e culturali (o meglio dai corsi e ricorsi dell’arte moderna!).

CELESTIALI è così diventato il nome che ho attribuito ad una mia Collezione P/E ispirata a GIACOMETTI ed alle sue esili figure, amo da sempre attribuire dei NOMIISPIRATIVI ad un nuovo progetto o ad una collezione appunto, come amo attingere idee da quell’immensa fucina che è l’arte.

C’è una domanda che viene sempre fatta ai direttore creativi di un brand, alla fine di una sfilata o alla presentazione di un progetto, ti chiedono cosa vuol dire trovare l’#ISPIRAZIONE o quale è l’ispirazione, io domanderei invece quale è il processo CREATIVOREALIZZATIVO?

stefani chiassai studio london calling alberto giacometti (3)

Considerando che anche il nostro è un Lavoro costruito sulla Sensibilità e sull’#Emozione, non è difficile per me entrare nei mondi Creativi di un artista, entrare da spettatore nelle sue Atmosfere, nei sui sottili dettagli emotivi, nei sui delicati colori, nella sua manualità materica, coglierne il SENTIMENTOEMOTIVO e trasformarlo in un Impulso e in una scintillante IDEACREATIVA che poi si trasforma nel percorso progettuale di una #COLLEZIONE.

Sono molti i terreni artistici a cui attingere: il modo di usare i colori e le Tonalità, oppure certi dettagli per un’idea GRAFICA, il modo di vedere le figure o di percepirle, come viene usata la Materia, la vita dell’Artista ed il suo percorso, insomma ci sono mille Modi per ispirarsi a qualcosa che in quel momento ti piace e produce in te un reale PIACEREEMOTIVO.

Ciò che conta, quello che veramente è importante quando si parla di ispirazione, è riuscire a dare un senso a quello che poi si mette in atto, a come si trasforma l’idea in realtà (nel nostro caso in abiti o accessori), dando un senso a tutto il processo, non alla sola citazione di un artista o alla celebrazione di un’opera.

stefani chiassai studio london calling alberto giacometti (4)

L’#ispirazione è impulso, è riflessione, è ricerca, è l’interruttore che accende il tuo mondo e lo trasforma in qualcosa di nuovo, di unico, di riconoscibile, di autentico.

Seguici su Facebook