Il principio ispiratore della collezione Andy Richardson autunno-inverno 2011/2012 è il binomio tra il dandismo di un giovane Robert Redford nei “Tre Giorni del Condor” e lo spirito più ironico del personaggio di Richie nei “Tenembaum“. Da qui nasce un concetto di naturalezza che si esprime nei colori e diventa way of wearing, casuale e un po’ newyorkese anni ‘70. La collezione è completa di capi spalla in lane, flanelle e tessuti operati con preziose fodere, una variegata gamma di maglieria, camicie in cotone e felpe con o senza zip accompagnate da stampe effetto vintage.

I tagli della collezione sono decisamente slim fit, molto divertente l’abbinamento di tessuti sportivi con filati pregiati.
La gamma colori, pur ampia, si dispiega tra le sfumature dei blu e dei naturali come il verde inglese e i toni del marrone.
Anche per questa stagione si replica con una special edition per le t-shirt in cotone: dopo JFK è il turno di un fuoriclasse storico del Manchester United: “The Belfast Boy” (parte del ricavato della vendita sarà devoluta alla George Best Foundation).

Grazie al successo ottenuto la linea JFK è stata ora arricchita da un pantalone in quattro colori; è previsto un ulteriore sviluppo di questo tema nelle prossime stagioni. A.R.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Andy Richardson A-I 2011/2012
Andy Richardson A-I 2011/2012
Andy Richardson A-I 2011/2012
The Belfast Boy by Andy RichardsonThe Belfast Boy by Andy Richardson
The Belfast Boy by Andy RichardsonThe Belfast Boy by Andy Richardson