Era ora… La Redoute dice “NO” alla sabbiatura dei jeans. Per tutelare la salute dei propri dipendenti e fornitori, LA REDOUTE e tutto il gruppo Redcats ha annunciato che, dalla prossima stagione, non utilizzeranno più per la produzione di capi in jeans la tecnica della sabbiatura, processo chimico per il quale il denim assume un aspetto scolorito e invecchiato. Una decisione del Comitato Esecutivo che riguarderà tutti i marchi Redcats, che conferma l’impegno del gruppo verso i Diritti Umani, le condizioni di lavoro e la sicurezza dei lavoratori.

L’inalazione di polvere di silicio, prodotta da questo trattamento, può provocare silicosi ai polmoni e portare gravissimi danni irreparabili e talvolta mortali all’apparato respiratorio. Per questo motivo Redcats ha messo in atto tutte le misure di sicurezza necessarie per garantire che la sabbiatura sia eliminata dalla filiera produttiva e per cessare la vendita di jeans trattati. Nessun prodotto dei marchi di Redcats, pertanto, sarà più fabbricato utilizzando il metodo di sandblasting.

Una decisione fondamentale che forse sarebbe dovuta arrivare un po’ prima… ma che intanto è arrivata. Speriamo che molti altri seguiranno il buon esempio. E.L.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

“Clean clothes campaign“Clean clothes campaign