Gioco horror: i migliori giochi di paura su pc

Nonostante abbiano attraversato un periodo non proprio felice, nel corso del tempo i giochi horror non hanno mai perso appeal e più di recente hanno recuperato qualche punto nel cuore degli appassionati di questo filone.

giochi di paura pc gioco horror

In effetti tra i migliori giochi di paura su pc figurano titoli che hanno fatto la storia dei videogames e che tutti i cultori del genere hanno provato. Chi ama le atmosfere cupe, i personaggi e i rumori sinistri, chi non ha timore di farsi prendere dall’ansia e dal terrore, di certo amerà in particolare i giochi horror. Dalla letteratura alla cinematografia, l’horror può contare su una vasta schiera di appassionati e il settore del videogaming non è da meno. Andiamo dunque a scoprire quali sono i migliori giochi horror su pc.

I 4 migliori giochi horror per pc

Outlast

Il primo dei migliori giochi di paura per pc che ci preme segnalare è senza dubbio Outlast. Si tratta, in effetti, di un titolo che ha fatto la storia del genere horror nel mondo dei videogames. La particolarità di Outlast, che lo rende molto interessante, è l’assenza totale delle armi. Il protagonista del gioco è infatti un giornalista, Miles Upshur, che si introduce all’interno di un ospedale psichiatrico abbandonato (almeno nell’apparenza) con lo scopo di scrivere un articolo sul luogo. L’uomo è stato allertato da un misterioso segnalatore in merito a strani fatti che accadono all’interno del nosocomio e ha quindi deciso di iniziare a indagare su di esso. Al suo interno si troverà poi ad avere a che fare con pazienti in stato psicologico confusionale, cadaveri e tracce di sangue sparse ovunque.

L’unico oggetto a disposizione del giornalista è una videocamera a raggi infrarossi che serve per muoversi all’interno degli ambienti bui. Uno degli scopi di Outlast, oltre a quello di affrontare situazioni di grande paura e di scappare via, è proprio quello di cercare di preservare la batteria della videocamera, che si scarica nel corso del gioco. Nel tentativo, invano, di fuggire dal manicomio, Upshur scoprirà pian piano che i pazienti della struttura sono stati sottoposti a esperimenti e che sono stati trasformati in “varianti”. In seguito a questa trasformazione, i pazienti hanno sterminato il personale dell’ospedale e costretto i sopravvissuti a scappare.

Outlast è stato sviluppato e in seguito dalla compagnia indipendente Red Barrels, che l’ha poi pubblicato per la prima volta nel settembre 2013. Il gioco ha avuto anche un seguito, distribuito l’anno successivo – Outlast 2– e sempre nello stesso anno è stato pubblicato Outlast: Whistleblower, un prequel dell’originale.

Resident Evil 7: Biohazard

Tra i migliori giochi horror su pc non poteva mancare Resident Evil 7: Biohazard. Anche in questo caso, infatti, abbiamo a che fare con uno dei titoli di una saga che ha fatto la storia dei videogiochi e che ha dato lustro al filone del survival horror. Sviluppato da Capcom e pubblicato a gennaio 2017, Resident Evil 7 è in realtà l’undicesimo titolo dell’omonima saga ma il primo con la prospettiva non in terza ma in prima persona, consentendo anche di giocare in VR. Nel mese di dicembre dello stesso anno ne è stata rilasciata anche una versione Gold edition.

Per quanto riguarda la trama di Resident Evil 7: Biohazard, il gioco ha come sfondo la campagna sperduta della Louisiana e si svolge all’interno di una villa a dir poco spettrale. Nell’abitazione lo scopo sarà quello di vedersela contro i suoi abitanti, quelli che sembrano essere una famiglia di schizofrenici, malati e cannibali. Il protagonista è Ethan Winters, un uomo che si reca in Louisiana nel tentativo di salvare sua moglie Mia, che in precedenza gli aveva inviato un messaggio poi rivelatosi falsato da una terza persona che l’aveva costretta a mentire.

The Evil Within

Proseguiamo la nostra carrellata di migliori giochi horror per pc con un altro prodotto di casa Capcom, The Evil Within. Pubblicato alla fine del 2014, nel mese di ottobre, The Evil Within in Giappone è noto come PsychoBreak. Anche in questo caso la trama del gioco vede comparire personaggi che hanno a che fare con malattia e schizofrenia, oltre, ovviamente, al protagonista Sebastian Castellanos.

Evidentemente un tema molto caro al survival horror, non solo quando si tratta di videogaming. E mentre in Outlast ad indagare è un giornalista, in The Evil Within il protagonista è un detective impegnato a fare luce su quanto accaduto in un ospedale – il Beacon Mental Hospital – in cui sono morte molte persone. Ad affiancarlo in questa avventura folle, dai risvolti imprevedibili, anche i colleghi Joseph Oda e Julie Kidman.

Nell’ottobre 2017 è stato pubblicato anche The Evil Within 2, la cui trama si svolge a tre anni di distanza dagli eventi rappresentati nel primo capitolo.

Alien Isolation

Tra i grandi titoli del survival horror non dovrebbe mancare neppure Alien Isolation. Si tratta di un videogioco pubblicato nell’ottobre 2014 che ha tra i suoi punti di forza la presenza dell’alieno Xenomorfo, dotato di intelligenza artificiale. È proprio lui a infondere quell’alone di imprevedibilità e suspense agli eventi che si susseguono nel corso del gioco. Alien Isolation è un titolo in grado di far felice tutti gli appassionati della saga cinematografica di Alien, ma non solo.

Per quanto riguarda la trama, la vicenda vede come protagonista Amanda Ripley, figlia di Ellen Ripley (che nell’iconico film era interpretata da Sigourney Weaver). La ragazza è impegnata a indagare sulla scomparsa di sua madre e per questo si dirige presso la stazione spaziale Sevastopol, dove spera di recuperare la scatola nera della Nostromo (l’astronave da trasporto su cui sua mamma aveva ricoperto il ruolo di tenente). Arrivata a destinazione, Amanda scoprirà però che lo Xenomorfo ha ucciso gran parte dell’equipaggio.

Tra le curiosità da segnalare su Alien Isolation, il fatto che a differenza di altri giochi ispirati alla saga di Alien, in questo titolo vi è la presenza di un solo alieno Xenomorfo per la maggior parte della sua durata e che lo stesso non può essere ucciso in alcun modo. Per tale motivo, il giocatore deve tentare di usare tecniche assai furtive per provare a sopravvivere. Le armi a disposizione nel corso del gioco, infatti, potranno essere utilizzare con successo soltanto su androidi e umani o al massimo, se necessario, per spaventare lo Xenomorfo.


Fonte foto: Elti Meshau on Unsplash

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp