Coco Chanel: i libri per rivivere il mito a 50 anni dalla morte

I forti contrasti come se fossero da sempre un'evidenza. Un'impero tra i più rinomati e ammirati del mondo della moda, nato dall'umità. Perchè, anche oggi, a 10 anni della sua morte, Coco Chanel è tutt'ora un'icona della moda.

Può piacere o non piacere, forse anche dividere, ma una cosa è certa: c’è un motivo se la storia di Gabrielle Chanel detta Coco desta ammirazione.

Coco Chanel: libri sulla storia e non solo

Una storia che ha ancora moltissimo da insegnare anche a 50 anni della scomparsa di Mademoiselle.

Coco Chanel e il cinema: una coppia rivoluzionaria

Chi l’avrebbe mai detto che la piccola Coco, orfana di madre e abbandonata in un orfanatrofio sarebbe diventata la creatrice di moda e l’imprenditrice più famosa e rinomata di tutti i tempi?

Chi l’avrebbe mai detto che lo stile austero delle suore che l’hanno cresciuta avrebbe poi influenzato uno stile oggi inconfondibile e sinonimo di eleganza estrema?

La sua storia sembra degna di una favola. Storia però che cela una sofferenza trasformata in volontà, determinazione e dedizione al lavoro e ai suoi progetti.

Ha infatti saputo influenzare le mode, intuendo il cambiamento nel vestire prima di tutti. Il lusso, non più come sfarzo, ma nella semplicità. Non più da esibire né ostentare ma da indossare naturalmente, come una seconda pelle.

Una ricetta vincente, una filosofia di vita valida ieri come oggi e oggi come domani.

Ecco perché Coco Chanel era a suo tempo, già avanti coi tempi.

E’ a lei che dobbiamo gli scolli a barchetta ispirati dai marinai di Deauville al lavoro, ed è sempre a lei che dobbiamo il taglio femminile alla garçonne. A lei ancora dobbiamo una certa liberazione femminile, con un guardaroba prima di tutto comodo senza mai rinunciare ad un’eleganza più naturale, meno artificiale.

Chanel non è solo una borsa con la catena, non è solo un tailleur o una giacca in tweed.

Non è solo un paio di slingback o sandali bicolor né tantomeno una spilla Camelia. Non è nemmeno “solo” un profumo, anche se quest’ultimo è senz’altro il più famoso al mondo.

Chanel è una pagina di storia. Storia della moda, certo, ma anche storia dell’arte, del design, del vestire, anche al cinema. La storia di una donna e di riflesso quella di tutte le donne.

Una donna che ha scelto il lavoro, spesso a discapito dell’amore. Che ha scelto un obiettivo senza mollarlo un attimo.

Gabrielle Chanel è amata e odiata, spesso controversa. Ma indubbiamente la sua storia deve essere d’esempio a 360 gradi oggi e domani.

Perché non approfittare della ricorrenza della sua scomparsa (il 10 gennaio 1971) per approfondire e studiare la sua storia, la sua moda, la sua influenza?

Ecco allora alcuni tra i migliori libri che raccontano o parlano della vita di Coco Chanel, colei che si definì semplicemente così: “sono solo una sarta”.

Fonte foto: Erika Beautydea da Pixabay 

Commenti

comments