Casetta sull’albero: consigli per costruirla in modo sicuro e veloce

Come costruire una casetta sull'albero in modo sicuro e veloce seguendo 5 importanti consigli per la sicur
casetta sull'albero come costruirla

Rifugiarsi nel proprio regno di fantasia, lontani dagli adulti e dalle responsabilità, mentre si guarda il mondo dall’alto e tutto intorno si sente solo il rumore della natura.

Chi da bambino non ha mai immaginato così i propri pomeriggi su una casetta sull’albero?

Oggi queste strutture arboree stanno venendo alla ribalta come soluzioni di design ecosostenibile, ma di certo non hanno smesso di stimolare l’immaginazione dei più piccoli.

Se anche voi desiderate dare un tocco originale al vostro giardino, e al contempo fare la gioia dei vostri bambini con uno spazio giochi in più, eccovi 5 consigli per costruire la vostra casetta sull’albero in modo sicuro e veloce.

Casetta sull’alberto: come scegliere il giusto albero

Saranno anche costruzioni che evocano sogni ed idee fantasiose, ma le casette sull’albero devono comunque partire da una base solida e concreta.

Per ottenere la migliore riuscita della vostra casetta, scegliete un albero dal tronco robusto con un diametro che non sia inferiore ai 30 cm; tale larghezza dovrà essere maggiore nel caso in cui vogliate realizzare una costruzione più ampia della classica casetta 3 X 3 metri. Anche i rami sono importanti, visto che su di essi dovranno poggiarsi la base e le travi di appoggio della casa. Meglio quindi scegliere un albero con rami forti e spessi, adatti a sostenere il peso della costruzione e di chi la deve abitare.

Ci sono diversi tipi di albero consigliati per ospitare una casetta. Potreste scegliere di costruire su una quercia, spesso considerata sinonimo di robustezza grazie alla sua base ampia e alla sua chioma frondosa, oppure su un faggio, dal legno resistente e stabile. Anche il cedro e l’acero hanno tronchi sufficientemente robusti, così come il ciliegio e alcuni tipi di abeti.

San Valentino originale e romantico? Passalo in una Casa sull’Albero

Qualsiasi albero decidiate di utilizzare, verificate sempre che sia in buona salute e non troppo giovane: eventuali malattie o una crescita ancora in corso potrebbero infatti causare instabilità e problemi alla vostra struttura.

Non dimenticate poi di definire un’altezza adeguata per la vostra casetta. Se costruite troppo in alto, le strutture potrebbero essere sottoposte al cosiddetto effetto vela per via del vento, che rischia di danneggiarle o addirittura di farle cadere. Se volete far giocare i vostri bambini in totale sicurezza, considerate di porre la casetta a non più di 1,5/2 metri di altezza.

Preparare gli adeguati supporti per la casetta sull’albero

Per rendere la vostra casetta sull’albero perfettamente utilizzabile dovrete partire da una piattaforma solidamente ancorata e in seguito costruire il resto della struttura.

È possibile utilizzare diversi metodi per ancorare la piattaforma: avvitarla direttamente all’albero, rischiando però di danneggiare la pianta se non si utilizzano i materiali giusti; poggiarla su dei pali di supporto fissati a terra, ricordandosi però di lasciare sufficiente spazio intorno al tronco per non impedire i naturali movimenti laterali; oppure sospenderla su rami robusti tramite corde e cavi di vario tipo, un metodo utilizzabile soltanto su alberi particolarmente frondosi e progettando case non eccessivamente pesanti.

Una volta scelto il sostegno ideale, munitevi di materiali resistenti come legno, acciaio, lamiera e tegole, ma anche di cemento, cavi, tiranti e bulloni per gli ancoraggi. Una soluzione ecosostenibile consiste nell’utilizzare materiali di riuso per la vostra casetta, che sarà non solo bella, ma anche etica.

Assicurarsi di poter accedere e uscire facilmente dalla casetta sull’albero

Sia voi che i vostri bambini dovreste poter raggiungere la casetta in maniera pratica e veloce.

A seconda dell’altezza e della struttura dell’albero, potreste voler costruire delle scale in legno o in metallo, semplici a rampa oppure a chiocciola. L’importante è che le scale siano saldate accuratamente alla struttura, meglio ancora se fissate ad una balaustra per aumentare lo spazio di movimento e la sicurezza.

Una soluzione più veloce di una scalinata fissa potrebbero essere delle scalette in corda o a pioli metallici, indicate se la casetta è costruita particolarmente in basso. Sono invece sconsigliate scale rimovibili o semplicemente appoggiate alla struttura (tranne in caso di emergenza), poiché potrebbero cadere o essere spostate facilmente causando disagio o incidenti.

Se poi avete spazio e volete far divertire ancora di più i bambini, perché non fissare uno scivolo o una parete da arrampicata alla casetta? Le risate e le giornate all’aria aperta sono assicurate.

Nel caso in cui la vostra casetta sia destinata all’uso di bambini piccoli, è consigliabile proteggere la superficie a terra tutto intorno con materiali morbidi in grado di attutire eventuali cadute. La sicurezza non è mai troppa!

Avere un tetto sicuro ed efficace per la vostra casetta sull’albero

È sempre divertente giocare nella propria casetta sull’albero, ma l’emozione di essere sospesi in aria al caldo e all’asciutto mentre fuori piove è impagabile. Per vivere questi momenti magici e proteggere la struttura dalle intemperie, è necessario costruire un tetto adeguato avvalendosi di materiali robusti e resistenti all’acqua.

La lamiera ondulata coperta da un telo di plastica può risultare una soluzione facilmente praticabile, mentre la coibentazione potrebbe essere effettuata tramite uno strato di lana di pecora o di sughero, entrambi materiali isolanti naturali con alta capacità traspirante e non inquinanti. In questa maniera gli abitanti della casetta potranno essere riparati dal freddo e dalle intemperie d’inverno e dal sole d’estate senza che ci sia un eccessivo accumulo o dispersione di calore.

Ricordarsi di chiedere eventuali permessi per costruire la casetta sull’albero

La regolamentazione per la costruzione di case sull’albero varia da regione a regione e non è univoca.

Prima di intraprendere lavori nella propria proprietà provata, è sempre bene rivolgersi agli enti locali o al Comune e verificare se ci sono restrizioni o permessi speciali da richiedere a secondo dell’altezza e delle dimensioni della casetta da costruire. Va comunque sempre considerato che anche un’eventuale stabile sull’albero si aggiunge alla normale cubatura della propria casa e delle sue pertinenze.

Anche nel caso in cui si volessero realizzare impianti elettrici o di riscaldamento all’interno della casetta sull’albero sarà necessario richiedere permessi e far redigere un progetto da professionisti del settore, in maniera che vengano rispettate le norme sull’ambiente e sulla sicurezza.

Un’ultima attenzione è dovuta alla presenza di alberi protetti all’interno della proprietà, che vanno tutelati secondo la normativa vigente specifica e non devono essere utilizzati per le costruzioni.


Fonte foto: Enric Cruz López da Pexels

Commenti

comments